Main partner:

S4M stringe un accordo con IAS per la misurazione della viewability mobile

La partnership è globale. Il Country Manager Italia Andrea Pongan: «Metriche affidabili e certificate costituiscono le basi per campagne mobile efficaci e di forte impatto»

di Alessandra La Rosa
26 ottobre 2017
Pongan-s4m
Andrea Pongan

Partnership all’insegna della viewability tra S4M (Success for Mobile) e IAS (Integral Ad Science).

La piattaforma specializzata in tecnologie per il programmatic mobile ha annunciato un accordo globale con l’azienda di misurazioni, in virtù del quale Fusio, la piattaforma full stack di S4M, integrerà la misurazione della viewability realizzata da IAS.

Questo vuol dire che i clienti di S4M potranno ora controllare, direttamente su Fusio, la misurazione della viewability mobile browser fornita da IAS, certificata dal Media Rating Council. Questa nuova partnership completerà il servizio di S4M che viene già certificato dal Media Rating Council per le impression, i click, le visite sulla landing page e per l’apertura ed il download delle app.

«La viewability è una preoccupazione cruciale per le campagne mobile – spiega Andrea Pongan, Country Manager Italia di S4M -; per questo motivo stiamo collaborando con Integral Ad Science per rendere disponibile tale misurazione ai nostri clienti. I brand ora hanno accesso a metriche aggiuntive fornite da un altro fornitore certificato MRC e una visione più approfondita delle loro campagne». «Metriche affidabili e certificate  – aggiunge il manager – costituiscono le basi per campagne mobile efficaci e di forte impatto».

«Siamo entusiasti di unire le forze con S4M per migliorare ulteriormente la qualità e la trasparenza delle campagne mobile», afferma Elisa Lupo, Director Italia presso Integral Ad Science -. La viewability sta diventando un must-have standard nel mercato mobile, come avviene per le campagne desktop oggi. L’integrazione della misurazione della viewability è una necessità sempre maggiore e presto vedremo arrivare altri player presenti in questo ecosistema».

Il programmatic nella tua e-mail. Ricevi gratuitamente la nostra newsletter

Le più lette