Main partner:

Quando il programmatic incontra il gaming: il caso Tradelab e Netaddiction

Gaetano Polignano, Country Manager per l’Italia della piattaforma tecnologica, Daniele Gulti e Marco Perri, rispettivamente Direttore Commerciale e Responsabile area Gaming dell’editore, hanno illustrato i risultati dell’accordo tra le due società durante l’evento ospitato dalla redazione di Programmatic Italia e Engage

di Cosimo Vestito
20 ottobre 2017
tradelab-netaddiction-showcase

Le tecnologie programmatiche stanno diventando sempre più raffinate e personalizzabili, al punto che gli operatori del segmento ora sono in grado di elaborare delle soluzioni su misura per particolari settori, prodotti e marchi. Lo dimostra il caso di Tradelab e Netaddiction, che in virtù di una collaborazione permettono agli inserzionisti del mercato videoludico di raggiungere un pubblico sempre più specifico elaborando i dati di traffico di Multiplayer.it e Movieplayer.it.

L’esperienza della piattaforma programmatica e dell’editore digitale è stata raccontata da Gaetano Polignano, Country Manager per l’Italia di Tradelab, Daniele Gulti e Marco Perri, rispettivamente Direttore Commerciale e Responsabile area Gaming di Netaddiction, all’evento “Programmatic for Gaming – La nuova frontiera del dato”, tenutosi martedì 17 ottobre presso la redazione di Engage e Programmatic Italia.

Guarda la videointervista con i tre protagonisti dell’evento:

 

Il programmatic nella tua e-mail. Ricevi gratuitamente la nostra newsletter

Ti chiediamo il consenso per il trattamento dei dati personali diretto all’invio di newsletter editoriali, o altre informazioni di carattere informativo e promozionale riguardanti Programmatic Italia e Società Partner, in conformità con la nostra Privacy Policy.

Acconsento
Non acconsento

Ricevi anche la newsletter di Engage.it

Cliccando su Iscriviti, riceverai da Programmatic Italia una nostra newsletter bisettimanale e qualche mail promozionale ogni tanto. Potrai cambiare le tue impostazioni quando vuoi e non cederemo mai a terzi i tuoi dati.