Main partner:

Jobs

Ubisoft sceglie Tradelab e Multiplayer.it per la campagna programmatic di Rainbow Six Siege

Ubisoft annuncia di aver scelto il programmatic targato Tradelab per il supporto del “Free Weekend” di Tom Clancy’s Rainbow Six Siege, l’acclamata serie First Person Shooter ispirata alle azioni delle forze speciali mondiali.

Per incentivare la prova di gioco gratuita del videogioco per un periodo limitato, e successivamente le vendite all’interno dell’Ubisoft Store, Tradelab ha proposto due fasi strategiche complementari. La prima fase “data driven” è stata incentrata sull’utilizzo dei dati intenzionisti di Multiplayer.it, testata d’informazione leader nel mercato dei videogame e partner esclusivo, e su creatività multi soggetto veicolate nei formati skin e Trueview, selezionando editori e canali di Youtube più in target.

“La nostra partnership con Netaddiction ci ha permesso di lavorare ad una segmentazione iper granulare e iper profilata di utenti appassionati di videogiochi con forte interesse verso Tom Clancy’s Rainbow Six Siege e categorie di giochi affini, andando ad allargare la reach e ad aumentare l’impatto della campagna”, spiega Massimo Miele, Sales Director di Tradelab Italia. “Nel dettaglio, insieme a Ubisoft e grazie all’esperienza di Multiplayer.it, siamo riusciti a definire a quali altri videogiochi sono interessati gli utenti di Rainbow Six Siege, creando delle sinergie uniche e personalizzate”.

Nella prima fase la campagna ha avuto una viewability superiore all’80% con una percentuale di traffico non fraudolento superiore al 98%.

“Il ruolo dei dati di seconda parte sta diventando centrale all’interno delle nostre pianificazioni e la collaborazione con le testate di settore si evolverà sempre di più nei prossimi mesi”, afferma Alberto Coco, Direttore Marketing di Ubisoft Italia.

“Grazie alla creazione di questi nuovi segmenti”, aggiunge Angelo Zarcone, Digital Marketing Manager di Ubisoft Italia, “andiamo ad aumentare l’efficienza e l’efficacia delle nostre campagne, riuscendo a intercettare potenziali clienti per i nostri brand.”

La seconda fase, volta a promuovere l’edizione “Advanced” di Tom Clancy’s Rainbow Six Siege, sarà invece concentrata sul retargeting degli utenti che nella prima fase sono stati esposti al video oppure hanno scaricato la demo del gioco durate il weekend di prova, per riproporre l’acquisto del prodotto diffondendo il messaggio pubblicitario su un’inventory premium.

Tradelab, T1 a +80% e un nuovo prodotto in arrivo

Tradelab, che ha confermato una crescita del 35% nel 2017, dichiara di aver chiuso il primo trimestre dell’anno con un fatturato a +80%. É inoltre in fase di sviluppo da parte della piattaforma programmatica un nuovo prodotto, denominato Tradelab Intent, che permette di creare segmenti di pubblico ad hoc per aziende e agenzie clienti grazie alla Data Optimization Platform della società.

Per il 2018, il focus della struttura resta, da un parte, il Mobile, come dimostra il recente lancio di Moment Marketing Optimization, l’algoritmo di marketing istantaneo per dispositivi mobili, dall’altra Brand Impact, la soluzione di ottimizzazione della durata di esposizione pubblicitaria, cui è derivata la nuova metrica del CPH (cost-per-hour)

Tradelab, infine, ha fatto sapere che stringerà nuovi accordi con altri operatori del digitale nei prossimi mesi.

Quando il programmatic incontra il gaming: il caso Tradelab e Netaddiction

Le tecnologie programmatiche stanno diventando sempre più raffinate e personalizzabili, al punto che gli operatori del segmento ora sono in grado di elaborare delle soluzioni su misura per particolari settori, prodotti e marchi. Lo dimostra il caso di Tradelab e Netaddiction, che in virtù di una collaborazione permettono agli inserzionisti del mercato videoludico di raggiungere un pubblico sempre più specifico elaborando i dati di traffico di Multiplayer.it e Movieplayer.it.

L’esperienza della piattaforma programmatica e dell’editore digitale è stata raccontata da Gaetano Polignano, Country Manager per l’Italia di Tradelab, Daniele Gulti e Marco Perri, rispettivamente Direttore Commerciale e Responsabile area Gaming di Netaddiction, all’evento “Programmatic for Gaming – La nuova frontiera del dato”, tenutosi martedì 17 ottobre presso la redazione di Engage e Programmatic Italia.

Guarda la videointervista con i tre protagonisti dell’evento:

 

Tradelab e Netaddiction stringono un accordo sui dati per il settore Entertainment

Tradelab si rafforza sul fronte dati e sigla un accordo esclusivo con Netaddiction, editore italiano specializzato nell’intrattenimento online. Attraverso la collaborazione, gli inserzionisti del settore, in particolare videogiochi e cinema, potranno raggiungere un’audience ancora più specifica grazie ad una segmentazione altamente qualificata e dettagliata degli utenti.

Le tecnologie avanzate di profilazione e segmentazione dell’audience di Tradelab permetteranno di targettizzare in maniera specifica i dati di oltre 4.000.000 di appassionati di cinema e videogiochi dei siti di Netaddiction (Movieplayer.it e Multiplayer.it), andando ad analizzarne interessi, percorsi di navigazione e intenzionalità di acquisto. Sarà inoltre possibile realizzare clusterizzazioni di utenti ad hoc (ad esempio appassionati di film di animazione o di videogiochi di avventura) sulla base delle criticità degli inserzionisti e calcolare il grado di affinità degli utenti verso prodotti di interesse simile.

«Siamo davvero entusiasti di questa nuova partnership strategica con Netaddicion»- dichiara Gaetano Polignano, Country Manager di Tradelab Italia – «È importante per noi trovare fonti di dato trasparenti che permettano di andare oltre l’utilizzo di dati di terze parti ancora poco chiari in termini di origini e recency del dato. Noi questi dati li chiamiamo “SmartData”, dati intelligenti ma anche “furbi” perché ci dicono non solo chi sono i nostri utenti e quali sono i loro interessi, ma soprattutto se sono intenzionati all’acquisto del nostro prodotto. Questo ha un valore importantissimo per gli inserzionisti e per il raggiungimento delle loro performance di business».

«Era da tempo ormai che ci stavamo guardando intorno e siamo felici di aver trovato sul mercato un player indipendente e all’avanguardia, capace di analizzare i nostri dati e di utilizzarli al meglio per i nostri partner, vecchi e nuovi, interessati al nostro segmento dell’intrattenimento. Siamo convinti che Tradelab possa darci il giusto know-how per strutturare l’obiettivo ambivalente di soddisfare gli inserzionisti e al tempo stesso gli utenti con un messaggio pubblicitario sempre più mirato», afferma Daniele Gulti, Direttore Commerciale della unit Media di Netaddiction.

Martedì 17 ottobre, presso la redazione di Engage e Programmatic Italia,  Tradelab e Multiplayer.it presenteranno “Programmatic for Gaming – La nuova frontiera del dato“, evento in cui sarà illustrato il caso dell’applicazione delle tecnologie pubblicitarie della società ad-tech alla testata digitale specializzata nell’intrattenimento videoludico.

Le più lette