Main partner:

European Broadcaster Exchange, nuovi sviluppi per il progetto di Mediaset, ProSiebenSat.1 e TF1

Sulla piattaforma, dedicata alla vendita di campagne video in programmatic sulle property dei tre broadcaster, sono partiti i primi test. Intanto, è alle fasi finali la scelta del CEO e della squadra commerciale

di Alessandra La Rosa
18 settembre 2017
mediaset

All’inizio di giugno, Mediaset, ProSiebenSat.1 e Groupe TF1 avevano annunciato il lancio di una joint venture dal nome European Broadcaster Exchange (Ebx), una piattaforma congiunta specializzata nella vendita di campagne video in programmatic. Un’unione di forze grazie alla quale i tre broadcaster europei puntano a giocare insieme un ruolo da protagonisti del mercato della pubblicità digitale e contrastare così il dominio degli Over The Top, rispondendo alla sempre crescente richiesta di brand safety e di campagne video paneuropee di alta qualità e su larga scala.

Col tempo, il progetto sta sempre più prendendo forma, e in occasione del recente Dmexco alcuni particolari sono stati svelati sull’evoluzione della piattaforma, che conta di avere un bacino di utenza di 100 milioni di spettatori unici al mese, e che ora starebbe facendo la corte ad altri editori in alcuni grandi mercati del continente, Gran Bretagna in primis, dove tra l’altro sarà ospitata la sede della società (a Londra).

«Ci troviamo tutti a dover fronteggiare le stesse problematiche, opportunità e sfide, che in questo mondo orientato a tecnologia e piattaforma significano “scalabilità”. Adesso possiamo dire ai buyer che se vogliono una campagna pan-europea in programmatic, questo è il solo posto dove possono acquistare le inventory [di ciascuno dei nostri membri]», ha dichiarato al Dmexco Christof Wahl, chief operating officer di ProSiebenSat.1 Group, sottolineando come il momento per gli editori televisivi di portare sul mercato un marketplace video premium e controllato per le aziende che vogliono pianificare una campagna pan-europea in programmatic non è mai stato migliore, con le difficoltà dei grandi OTT a garantire soluzioni pubblicitarie trasparenti e brand safe.

Da ora fino a dicembre, sulla piattaforma verranno condotte alcune campagne di test con selezionati clienti. Attualmente, è disponibile inventory pre-roll su ognuna delle offerte dei broadcaster, ma col tempo verranno aggiunti più formati e soluzioni, in particolar modo riguardanti le capacità di targeting degli spettatori, ad esempio in base agli interessi o alle variabili demografiche. Secondo quanto ha rivelato al Dmexco Wahl, in futuro potrebbe anche esserci un’estensione ad altre inventory video digitali su tv connesse e addressable tv.

E’ alle fasi finali anche la costituzione del team che lavorerà all’exchange, che per evitare rallentamenti nelle procedure sarà indipendente dai tre broadcaster fondatori. A breve dovrebbe essere ufficializzato il nome del CEO e la composizione della squadra commerciale.

Il programmatic nella tua e-mail. Ricevi gratuitamente la nostra newsletter

Ti chiediamo il consenso per il trattamento dei dati personali diretto all’invio di newsletter editoriali, o altre informazioni di carattere informativo e promozionale riguardanti Programmatic Italia e Società Partner, in conformità con la nostra Privacy Policy.

Acconsento
Non acconsento

Ricevi anche la newsletter di Engage.it

Cliccando su Iscriviti, riceverai da Programmatic Italia una nostra newsletter bisettimanale e qualche mail promozionale ogni tanto. Potrai cambiare le tue impostazioni quando vuoi e non cederemo mai a terzi i tuoi dati.