Main partner:

Madvertise a fianco degli editori emergenti con il “Madvertise Developer Fund”

La concessionaria specializzata in ad tech e mobile lancia un nuovo progetto di monetizzazione dedicato ai giovani publisher e agli sviluppatori di app

di Andrea Di Domenico
29 maggio 2018
Madvertise-developer-fund

La concessionaria di pubblicità specializzata in mobile Madvertise inaugura il “Madvertise Developer Fund”, un nuovo progetto di monetizzazione a forte impronta “ad tech” dedicato agli editori “emergenti”.

Aderendo a MDF, giovani editori e sviluppatori di app potranno avere accesso a un budget dedicato a loro, facendo fruttare i loro spazi pubblicitari su mobile. L’iniziativa, spiega una nota, fa sì che tutti i ricavi generati dagli annunci rimangano all’editore, garantendo infatti revenue share particolarmente competitivi su campagne in programmatic e reservation e il 100% di revenue share sulla mediation, previa l’implementazione dell’SDK Madvertise.

“In Italia le realtà ambiziose, di qualità, che garantiscano ambienti brand safe non mancano, ma molte di queste sono ancora in fase di sviluppo per quel che riguarda la distibuzione della loro inventory mobile”, afferma Francois Roloff, COO di Madvertise.

Per i publisher che aderiranno al fondo (a cui è possibile candidarsi qui, ndr) sarà sufficiente implementare l’SDK per godere dei vantaggi offerti dal programma. “Il mercato è sempre più frammentato in termini di nuovi editori” – aggiunge Tommaso Rossi, Managing Director di Madvertise Italia – “Il nostro obiettivo è avviare una collaborazione con i candidati più promettenti. Il Madvertise Developer Fund si propone appunto di far integrare l’SDK Madvertise a tutte le testate con grande potenziale, ma ancora in fase di crescita, invitiamo dunque tutti gli editori con contenuti di qualità, una struttura già avviata per gli spazi pubblicitari e almeno 20.000 utenti attivi al mese ad aderire al programma”.

“Madvertise Developer Fund”, la concessionaia fa insomma da apripista per quei budget pubblicitari a cui le testate più verticali spesso non riescono ad avere accesso. “Abbiamo avuto un’esperienza molto positiva nella collaborazione con GoalAlert, app che fornisce risultati calcistici in real-time“, spiega Roloff. “Da quando abbiamo iniziato a lavorare insieme nel 2015 l’app ha registrato 1 milione di utenti unici. È stato il risultato di strategie basate sull’attenzione a monetizzazione e rispetto della user experience, aspetti di cui un publisher deve necessariamente tener conto per affermarsi sul mercato.”. Allo stesso modo sono cresciute con Madvertise, per diventare le più importanti app del network, realtà come FantaMaster, Squid e Cinetrailer.

Madvertise è integrata con le principali SSP, il che permette a tutti i partner di lavorare con brand di valore in ambienti di alta qualità. Per maggiori informazioni visitare il sito

Il programmatic nella tua e-mail. Ricevi gratuitamente la nostra newsletter

Ti chiediamo il consenso per il trattamento dei dati personali diretto all’invio di newsletter editoriali, o altre informazioni di carattere informativo e promozionale riguardanti Programmatic Italia e Società Partner, in conformità con la nostra Privacy Policy.

Acconsento
Non acconsento

Ricevi anche la newsletter di Engage.it

Cliccando su Iscriviti, riceverai da Programmatic Italia una nostra newsletter bisettimanale e qualche mail promozionale ogni tanto. Potrai cambiare le tue impostazioni quando vuoi e non cederemo mai a terzi i tuoi dati.