Main partner:

Google DoubleClick: tutte le novità Programmatic, dal Native ai formati Outstream

Big G estende l’offerta Native Programmatic al web, su desktop e mobile. Sulla piattaforma arrivano anche il Video Outstream e una soluzione completa per l’adv contestuale dedicata ai publisher. Gli annunci del DoubleClick Leadership Summit

di Alessandra La Rosa
19 luglio 2016
google-amp-mobile

Google estende la portata della sua offerta di Native Programmatic.

L’acquisto di pubblicità contestuale automatizzata tramite DoubleClick era stata avviata da Google alla fine dello scorso anno (vedi l’articolo dedicato), ma all’epoca era limitata al solo ecosistema delle app. Da oggi invece, per la prima volta, Big G darà la possibilità alle aziende di comprare annunci native in Programmatic attraverso DoubleClick Bid Manager anche su web, sia su desktop che su smartphone e tablet. Le campagne si adatteranno al look and feel dei contenuti che le circonderanno sul sito dell’editore.

La mossa, ufficializzata dall’azienda in occasione dell’annuale Google DoubleClick Leadership Summit, conferma ulteriormente la volontà da tempo manifestata da Google di creare esperienze pubblicitarie migliori e più veloci sui media “on the go”.

“Invece di fornire creatività completamente disegnate, le aziende potranno caricare su DoubleClick le componenti della campagna, come headline, immagini, testi e così via, e DoubleClick automaticamente le assemblerà per adattarle al contesto e al formato del sito o dell’app in cui appariranno“, scrive Paul Muret, vice president of Display, Video and Analytics di Google in un blog post ufficiale. Naturalmente, la tecnologia erogherà automaticamente l’annuncio in posizionamenti Native.

Nel contempo, Google ha anche reso nota l’attivazione di una soluzione completa per la pubblicità contestuale su DoubleClick dedicata ai publisher, tramite cui gli editori possono mettere a disposizione la loro inventory native su web e app sia per la vendita in programmatic che per quella tradizionale.

Google e Time Warner Inc.: partnership globale per il Programmatic

Sempre parlando di editori, Google ha ufficializzato una importante partnership sul fronte Programmatic con Time Warner Inc. In base all’accordo, DoubleClick lavorerà con tutti i network e brand del gruppo (come Game of Thrones, Silicon Valley, Harry Potter e CNN) e con le sue agenzie per gli acquisti in Programmatic, l’ad serving e la misurazione a livello globale.

E Time Warner non è il solo a puntare sul Programmatic. Secondo dati di Google, nel 2015 le revenue video da Programmatic per tv e media company sono aumentate di oltre sei volte su DoubleClick for Publishers, la spesa video di aziende che hanno scelto il Programmatic Direct su DoubleClick Bid Manager è cresciuta di oltre 7 volte e il numero di trading in Programmatic Direct su DoubleClick AdExchange è triplicato.

Su Google DoubleClick arriva il Video Outstream

Google, infine, ha anche annunciato la disponibilità su DoubleClick for Publishers degli Outstream Video, formati pubblicitari resi popolari da player come Teads. Le aziende possono ora acquistare inventory video anche su siti che normalmente non ne possiederebbero, di fatto ampliando le possibilità di monetizzazione di questi ultimi.

Il programmatic nella tua e-mail. Ricevi gratuitamente la nostra newsletter

Le più lette