Main partner:

Aol e Publicis rafforzano la partnership nel Programmatic video

Attraverso VivaKi, le media agency del gruppo francese avranno accesso privilegiato all’inventory video delle piattaforme Aol, inclusi i private marketplace

di Simone Freddi
29 settembre 2014
Maurice Lévy - Publicis
Maurice Lévy

In concomitanza con l’apertura dell’Advertising Week, Aol e Publicis Groupe hanno annunciato l’estensione della loro partnership pubblicitaria all’area del Programmatic adv e della tv lineare. La nuova intesa, che si colloca nell’ambito della collaborazione iniziata sei anni fa tra le due società, offrirà a VivaKi, e quindi indirettamente a tutte le centrali della holding francese, un accesso privilegiato all’inventory video “riservata” – inclusi i private marketplace – e ”non riservata” delle piattaforme Aol.

Tim Armstrong, presidente e a.d. di Aol, ha detto che grazie alla nuova intesa «si apre la possibilità di mettere in atto strategie globali di video advertising scalabili sui consumatori globali, online e offline». Inoltre, ha sottolineato, «come azienda e come partner, Aol si sta trasformando in una programmatic advertising platform». L’accordo con Publicis segna quindi un passo avanti importante nella strategia di cui snodo cruciale è stato il lancio della piattaforma di One by Aol, lo scorso marzo.

Dal canto suo, il numero uno di Publicis Groupe Maurice Lévy ha spiegato che l’accordo «migliora ulteriormente la nostra capacità di offrire servizi nell’area a forte crescita del video. I nostri clienti saranno i primi a beneficiare delle innovazioni messe a disposizione da Aol». Secondo eMarketer, il video adv digitale sta crescendo con tassi tra il 30 al 40 per cento anno su anno, e si prevede raggiungerà un valore di 7,7 miliardi dollari nel 2015, rispetto ai 5,96 miliardi dollari del 2014.

In questo scenario, Publicis Groupe fa sapere che l’aumento della spesa in Programmatic per il 2015 da parte di VivaKi sarà dello stesso ordine di grandezza.

Il programmatic nella tua e-mail. Ricevi gratuitamente la nostra newsletter

Le più lette