Main partner:

Cresce il Programmatic Video: lo usa quasi la metà degli inserzionisti

Secondo una ricerca di The Drum e The Trade Desk, il 46,2% dei marketer ha dichiarato di utilizzare video adv in programmatic per i propri clienti. Una quota destinata a crescere nei prossimi anni, soprattutto per effetto del mobile

di Alessandra La Rosa
19 agosto 2016
online-video-inventory

L’adozione del programmatic video è in rapida crescita tra le aziende che investono in internet. Lo conferma una nuova ricerca realizzata da The Drum insieme alla società di advertising tecnologico The Trade Desk.

Quasi la metà dei marketer coinvolti, il 46,2% per l’esattezza, ha dichiarato di utilizzare video adv in programmatic per i propri clienti. Una quota destinata a crescere nei prossimi anni, soprattutto per effetto del mobile: ben l’88,5% dei rispondenti si attende un aumento degli investimenti in Programmatic Video nel 2017, per lo più provenienti dalla Display o dalla Tv lineare.

Se ancora però il restante 53,8% non ha ancora abbracciato gli acquisti automatizzati di inventory video, i motivi sono da addurre ad alcuni fattori-freno: le aziende infatti, secondo i dati dello studio, sono caute rispetto ai costi e alla viewability, e certamente questioni come la trasparenza, le frodi e gli ad blocking non facilitano le cose.

Il programmatic nella tua e-mail. Ricevi gratuitamente la nostra newsletter

Ti chiediamo il consenso per il trattamento dei dati personali diretto all’invio di newsletter editoriali, o altre informazioni di carattere informativo e promozionale riguardanti Programmatic Italia e Società Partner, in conformità con la nostra Privacy Policy.

Acconsento
Non acconsento

Ricevi anche la newsletter di Engage.it

Cliccando su Iscriviti, riceverai da Programmatic Italia una nostra newsletter bisettimanale e qualche mail promozionale ogni tanto. Potrai cambiare le tue impostazioni quando vuoi e non cederemo mai a terzi i tuoi dati.