Main partner:

Ecco perché conviene passare a un modello SaaS

Enrico Quaroni di Rocket Fuel spiega i motivi alla base del successo dei servizi software, dalla facile applicabilità delle soluzioni alla loro efficienza

Enrico Quaroni, Regional Director Southern Europe and MENA Region di Rocket Fuel
10 aprile 2017
rocket fuel-quaroni

Nell’ultimo decennio, aziende come Salesforce, Dropbox e Slack sono emerse e si sono diffuse rapidamente grazie a un modello di business basato sul SaaS e anche aziende tecnologiche di lunga data, come IBM e Oracle, hanno fatto il loro ingresso in questo mercato.

Nel 2016, il settore SaaS è cresciuto del 20,3% rispetto all’anno precedente, per un valore di 37,7 miliardi di dollari. Aziende affermate come Microsoft, Adobe e SAP hanno registrato una crescita a doppia cifra. Ma perché includere il Software as a Service nella propria strategia dovrebbe essere un sistema infallibile per il successo delle aziende?

La vasta gamma applicativa, la facilità d’integrazione e la flessibilità per l’utilizzo su scala in base ai requisiti dell’organizzazione sono solo alcuni dei benefici che si possono ottenere affidandosi al modello SaaS. Inoltre, questa tecnologia pone le basi per l’applicazione di servizi basati sull’intelligenza artificiale. È per questo motivo che le aziende che desiderano migliorare l’esperienza offerta ai clienti e accreditare la loro posizione nel settore lo considerano una grande opportunità.

Per quanto riguarda il marketing digitale, l’automazione oggi non basta più: i clienti si aspettano che le aziende anticipino le loro necessità, comunicando con loro nell’esatto momento del customer journey in cui sono pronti ad acquistare o ad agire, con creatività che piacciano e non annoino. Ecco perché sempre più aziende stanno scegliendo di adottare un’infrastruttura tecnologica SaaS e un approccio basato sull’intelligenza artificiale.

Con la crescita esponenziale del volume e della velocità dei dati, la sfida rappresentata dalla necessità di rispondere alle crescenti aspettative dei consumatori diventa un’opportunità. I clienti inviano moltissimi segnali durante ogni navigazione online, permettendo alle aziende di raccogliere first-party data e comprendere i comportamenti e le preferenze dei loro clienti. Grazie al predictive marketing è possibile usare l’intelligenza artificiale per analizzare tutti questi dati e creare una piacevole esperienza utente senza soluzione di continuità. In questo modo, grazie ai loro dati, i brand possono riconoscere i loro consumatori su ogni mezzo e dispositivo, riuscendo, inoltre, a prendere decisioni rapide e in tempo reale con tecniche e risultati comprovati.

Oltre alla vasta scala di applicazione e alla facilità di integrazione offerte dalle soluzioni SaaS, vanno considerati anche i vantaggi economici, di trasparenza e controllo. In termini di efficienza del business, le agenzie partner possono ottenere guadagni reali offrendo maggiore trasparenza sulle attività della tecnologia, oltre al controllo sui principali aspetti della privacy e del targeting degli utenti. Quando queste possibilità vengono integrate con una soluzione basata sull’intelligenza artificiale, le agenzie sono in grado di aiutare i brand a passare a metodi di marketing predittivo.

Un’importante agenzia indipendente con sede nel Regno Unito, House of Kaizen, ha scelto di avvalersi di una soluzione SaaS basata sull’intelligenza artificiale. Grazie all’integrazione della DSP di Rocket Fuel nel suo sistema di marketing, House of Kaizen ha visto un miglioramento del 70% dell’efficienza del business, superando gli standard di marketing dei suoi clienti del 406%. Inoltre, l’azienda è stata in grado di incorporare tutti i partner direttamente nella DSP e di usare a proprio vantaggio preziosi insight al solo tocco di un tasto.

Il marketing si è ormai allontanato da un approccio puramente programmatico. Il futuro del settore richiede la capacità di comprendere i consumatori in tempo reale e solo le aziende che sapranno rispondere alle loro mutevoli aspettative riusciranno ad avere successo. Chi sfrutterà i propri dati e le previsioni basate sull’intelligenza artificiale per prendere decisioni di marketing potrà ottenere guadagni significativi e creare relazioni durevoli con i propri clienti. Allo stesso modo, le agenzie partner che aiuteranno i brand a massimizzare il valore di questa tecnologia diventeranno i principali driver della sua buona adozione.

Il programmatic nella tua e-mail. Ricevi gratuitamente la nostra newsletter

Ti chiediamo il consenso per il trattamento dei dati personali diretto all’invio di newsletter editoriali, o altre informazioni di carattere informativo e promozionale riguardanti Programmatic Italia e Società Partner, in conformità con la nostra Privacy Policy.

Acconsento
Non acconsento

Ricevi anche la newsletter di Engage.it

Cliccando su Iscriviti, riceverai da Programmatic Italia una nostra newsletter bisettimanale e qualche mail promozionale ogni tanto. Potrai cambiare le tue impostazioni quando vuoi e non cederemo mai a terzi i tuoi dati.