Main partner:

Sizmek si impegna ad offrire “piena trasparenza” sui costi del Programmatic

La piattaforma basata sull’AI rinnova i propri servizi offrendo ad agenzie e inserzionisti maggior controllo. Quaroni: «Rispondiamo alle esigenze di un settore in continua evoluzione»

di Alessandra La Rosa
08 gennaio 2018
Enrico Quaroni-sizmek
Enrico Quaroni

Massimi livelli di trasparenza, controllo e performance per le attività di media planning e media buying. E’ quanto Sizmek punta ad offrire attraverso la propria piattaforma basata sull’intelligenza artificiale.

Per aiutare agenzie e marketer a migliorare la propria comprensione della performance e del costo delle campagne basate sull’AI, infatti, la società garantisce prezzi trasparenti relativamente a media, creatività, dati, tecnologia e servizi associati, “una decisione  – spiega Sizmek in una nota – che l’azienda spera possa determinare un nuovo standard in un settore spesso criticato per via dei prezzi nascosti e dell’accesso selettivo agli insight delle campagne”.

In passato, infatti, agenzie e inserzionisti erano obbligati ad accettare dei compromessi tra trasparenza, controllo e performance, trovandosi in mezzo tra le preoccupazioni sulla limitata visibilità sui prezzi delle campagne e sulla facilità di accesso ai dati e le migliori performance consentite dalle soluzioni automatizzate. “Le agenzie dovevano scegliere tra lavorare con provider non trasparenti che offrivano risultati eccezionali e lavorare con provider più trasparenti dai risultati inferiori”, specifica la società nella nota.

Una tendenza a cui l’azienda ha voluto rispondere, come spiega Enrico Quaroni, Managing Director Italy di Sizmek: «Sizmek si impegna costantemente a rispondere alle esigenze del settore in continua evoluzione. Agenzie e marketer chiedono maggiore visibilità e controllo. Desiderano che i propri partner abbandonino le pratiche black box, che nascondono i veri costi delle campagne e indeboliscono la fiducia nei risultati degli investimenti media. Non ci sono dubbi che agenzie e inserzionisti apprezzino gli insight basati sull’AI ma desiderano una visibilità totale sul processo. Ecco perché abbiamo deciso di guidare il settore verso una nuova era offrendo consulenza e ottimizzazione basate sull’intelligenza artificiale attraverso tutto il piano media in piena trasparenza».

Quello della trasparenza, infatti, è un tema particolarmente attuale nel mercato della pubblicità digitale, e col tempo sta diventando una condizione imprescindibile per chi acquista pubblicità in programmatic. Secondo una recente indagine della World Federation of Advertisers (WFA), il 90% degli inserzionisti rivede i propri contratti di programmatic adv cercando provider che offrano una maggiore trasparenza. La stessa ricerca ha inoltre rilevato che, con una maggiore visibilità sui costi del media plan, le agenzie sentono di poter valutare e comunicare meglio il ROI ai propri clienti.

Il programmatic nella tua e-mail. Ricevi gratuitamente la nostra newsletter

Le più lette