Main partner:

Ernst&Young premia StickyADS.tv per il potenziale internazionale

La società specializzata in video programmatic è stata insignita del presitigioso premio Start-up of the Year nella categoria Born Global al Premio Imprenditore dell’Anno di Ernst&Young Francia, per la prima volta assegnato a una società ad-tech

di Andrea Di Domenico
02 novembre 2015
stickyads.tv-infografica-gennaio2015-video-programmatic

StickyADS.tv, il fornitore di soluzioni software per il video programmatic, è stata insignita del prestigioso premio Start-up of the Year nella categoria Born Global al Premio Imprenditore dell’Anno di Ernst&Young Francia, come riconoscimento del grande potenziale di crescita a livello internazionale. Il premio EY, giunto alla sua decima edizione, nel 2015 è andato per la prima volta a un’azienda del comparto media e ad tech.

Fondata a Parigi nel 2009 da Hervé Brunet e Gilles Chetelat, StickyADS.tv ha vissuto fin da subito una crescita rapidissima, ha oggi sette uffici in Europa e Stati Uniti, impiega 90 persone e cresce a 3 cifre su base annua. In Italia, la società è guidata dallo scorso settembre da Luca Morpurgo (precedentemente a.d. della concessionaria Populis Engage), mentre un altro italiano, Massimo de Magistris, fa parte del management internazionale del gruppo come general manager dell’area Emea.

Luca-Morpurgo-stickyADS.tv
Luca Morpurgo

La ricetta del successo di StickyADS.tv sono stati un mercato in crescita – con una spesa annua globale stimata in 23,7 miliardi di dollari nel 2017 – e una value proposition unica a supporto dei publisher che vogliono adottare soluzioni di video programmatic, consentendo loro di mantenere il pieno controllo e la trasparenza della loro strategia di monetizzazione. StickyADS.tv è oggi distribuita attraverso più di 80 private exchange composti da oltre 5.000 siti e monetizza inventory in oltre 150 paesi.

«Siamo molto orgogliosi di un riconoscimento così importante da parte di Ernst&Young, e di rappresentare l’industria ad tech francese a livello globale. Oggi il 40% dei nostri ricavi è realizzato internazionalmente e abbiamo appena aperto un ufficio a New York quindi questo premio certifica le nostre scelte strategiche», ha commentato Hervé Brunet.

Il programmatic nella tua e-mail. Ricevi gratuitamente la nostra newsletter

Le più lette