Main partner:

Videology lancia Tv Practice, divisione che avvicina la televisione al Programmatic

Nella practice confluiranno tutte le iniziative di Videology orientate alla convergenza tra tv e online video all’insegna del Programmatic. Un’opportunità di business valutata 250 milioni di dollari nel 2015

di Teresa Nappi
28 ottobre 2014
Videology-Video-Logo

Focalizzare i propri sforzi e fornire una strategia globale in uno dei segmenti in più rapida espansione del programmatic advertising: con questo obiettivo Videology ha annunciato il lancio della nuova TV Practice, a testimonianza del continuo impegno dell’azienda sull’offerta di soluzioni di adv multi-screen per propri clienti. Se già oltre il 50% dei ricavi di Videology provenga da budget televisivi, l’azienda prevede che la creazione di una TV Practice possa rappresentare un’opportunità da 250 milioni di dollari nel 2015.

La divisione si rivolgerà in particolare ad advertiser e media company — tipologie di clienti fondamentali per Videology — ai quali permetterà di capitalizzare la nuova e importante opportunità di coinvolgere l’audience su schermi differenti, catturando l’attenzione di spettatori di video online, smart-TV e TV tradizionale nel loro passaggio tra le varie piattaforme di visualizzazione. La divisione riunirà tutto l’expertise televisivo dell’azienda, che spazia tra sviluppo di businessinnovazione di prodotto e marketing finalizzato a siglare nuove partnership.

«Siamo orgogliosi di essere la prima e unica azienda tecnologica di video adv con un’intera practice dedicata alla televisione. Sebbene possa essere una novità per il settore, vediamo questa decisione come una mossa strategica logica e assolutamente necessaria nell’attuale scenario media», dichiara Scott Ferber, chairman e ceo di Videology. «Parlando con i clienti sia lato demand che supply, ci siamo resi conto di quanto siano pronti a implementare e ad agire sulla base della convergenza tra tv e video. Come fornitori di tecnologia, dobbiamo essere in grado di offrire loro gli strumenti e la competenza di cui necessitano per pianificare, comprare e vendere adv in modo efficiente sui vari schermi. Abbiamo già compiuto progressi notevoli, ma questo nuovo passo ci consentirà di lavorare in modo più smart e rapido per soddisfare le esigenze in continua evoluzione dei nostri clienti».

La nuova practice di Videology punta a sfruttare le funzionalità esclusive dell’azienda nell’offrire tecnologia per l’advertising multischermo basata sul modello televisivo. Nella practice confluiranno tutte le iniziative televisive di Videology, compresi i prodotti progettati per pianificare, eseguire, misurare e ottimizzare campagne di video advertising digitali e televisive multi-schermo, oltre ai suoi avanzamenti leader del settore nell’addressable tv.

Rhys McLachlan-Videology
Rhys McLachlan

A guidare la nuova unit sarà Rhys McLachlan, già director of corporate development di Videology, che è stato fondamentale nell’espansione della presenza video dell’azienda in Europa e nell’APAC, e nell’ampliamento delle partnership con agenzie e canali tv nel Regno Unito. Esperto nel settore televisivo e in quello dei nuovi media, McLachlan ha guidato l’implementazione dei broadcast prima di diventare managing partner, futures, per MediaCom U.K. entrando poi in Videology nel 2011. Ha cominciato la sua carriera nel buying televisivo presso Universal McCann. McLachlan riporterà a Ryan Jamboretz, president e chief commercial officer di Videology.

Altre figure di spicco nella TV Practice di Videology includono:

  • Stacy Daft, vice president of television products and solutions, che sarà alla guida di un team che collaborerà con le principali agenzie e media company per personalizzare i prodotti televisivi di Videology con l’obiettivo di supportare le loro esigenze multi-screen in continua evoluzione. Prima di questo ruolo, Stacy ha collaborato con i clienti per supportare un’ampia gamma di prodotti di programmatic media di Videology.
  • Indira Kuriyan, director of commercial strategy, che collaborerà con McLachlan al fine di stabilire una visione strategica per le iniziative tv dell’azienda. Kuriyan ha ricoperto in precedenza la posizione di associate director per lo sviluppo di business di Videology.
  • Brandon Shainfeld, vice president, business development di Videology, offrirà ora il suo supporto come specialista in tematiche tv avanzate per le Americhe, supervisionando le opportunità commerciali e di partnership nella regione.

Il programmatic nella tua e-mail. Ricevi gratuitamente la nostra newsletter

Le più lette