Main partner:

Le patatine McCain con Xaxis per la campagna del rebranding

La nuova comunicazione sarà on air fino a fine anno, e poi anche nel 2015. Per il digital, che pesa per il 10% sul budget, il brand ha optato per una pianificazione in Programmatic sulla audience buying company di GroupM. Firmano M&C Saatchi.Gad e MediaCom

di Alessandra La Rosa
20 novembre 2014
mccain-novembre-2014

Rinnovate nell’immagine di brand e nel logo, con un design più moderno e innovativo, le patatine McCain tornano in comunicazione con una campagna che parla la lingua dei social network.

Si tratta del primo progetto firmato da M&C Saatchi.Gad, dopo l’assegnazione dell’incarico paneuropeo per le campagne del brand in seguito alla vittoria dell’apposita gara un anno fa.

La campagna, attualmente on air nel suo primo flight, cui seguiranno ulteriori tranche il prossimo mese, è veicolata a livello multimediale, con una pianificazione in tv e online. Ce la racconta Tamara Gelaini Fardelli, retail marketing manager per l’Area Mediterranea di McCain.

«La scelta di utilizzare in questa campagna il linguaggio dei social network non è casuale – ci ha spiegato -. Le patatine McCain sono un prodotto che, sia in casa che fuori, fa piacere condividere, non sono soltanto un “contorno” ma sono un alimento che porta gioia, grazie al loro gusto e alla loro croccantezza, soprattutto tra i più piccoli. E’ da questa considerazione che è nato il concept: le patatine McCain si condividono e suscitano “like”, hanno follower che ne seguono il profumo quando vengono portate in tavola, e (con particolare riferimento alle Kid Smile) stimolano la creatività».

[dup_YT id=”Tp9sh6S4mSQ”]

«La campagna è on air ora col suo primo flight – ha proseguito la marketing manager –, a cui ne seguiranno altri a dicembre e, con buona probabilità, ci sarà una ripresa anche 2015. Si tratta per noi di una campagna strategica, in un momento in cui abbiamo bisogno di sostenere la nostra nuova immagine e il nuovo logo, a scaffale da settembre e su cui c’è ancora poca awareness».

A gestire il media plan è MediaCom, partner di riferimento del brand per le pianificazioni. «Il mix comprende la tv, con passaggi di due formati da 15” e 30” sulle reti Mediaset, La7, La7d, Mtv, Discovery, Sky e network specializzati di cucina, e il web». Per quanto riguarda il digital, il brand ha optato per una pianificazione video in Programmatic: «Siamo presenti sul network Xaxis. Abbiamo optato per questa soluzione perché è molto ben targettizzata e ci permette di raggiungere il profilo di consumatori corretto, che è composto da donne, per lo più mamme, responsabili d’acquisto tra i 25 e i 55 anni».

A questo si aggiungono poi i social network: «Siamo presenti su Facebook con una community attiva che ci dà molte soddisfazioni. E proprio su questo social network pianificheremo una campagna video». La strategia Facebook è curata a livello internazionale dalla sigla parigina KRDS, che ne cura anche la gestione del profilo e le relative campagne.

«Su questa campagna investiremo circa il 50% del nostro budget di comunicazione annuale – ha specificato Gelaini Fardelli –. Di questa quota, il 10% sarà destinato al web».

Il programmatic nella tua e-mail. Ricevi gratuitamente la nostra newsletter

Le più lette