Main partner:

4w Marketplace: 2015 in crescita. Dal programmatic quasi un terzo del business

Il network pubblicitario ha registrato un incremento del fatturato pari al 44% rispetto al 2014. L’executive chairman Gabriele Ronchini: «Ora puntiamo all’internazionalizzazione»

di Caterina Varpi
15 marzo 2016
gabriele-ronchini-4w

4w Marketplace continua nel proprio percorso di crescita. Per il 2015, sono buoni sia i risultati economici sia quelli strategici raggiunti, complice anche il Programmatic.

Il network pubblicitario registra un incremento del fatturato pari al 44% rispetto all’anno precedente e un Ebitda positivo di oltre l’8% rispetto alle revenue, con il quale raddoppia le performance del 2014 in termini di marginalità.

La crescita più significativa si è verificata in due ambiti di prodotto: nel business storico di 4w, quello degli annunci testuali native (+10%) e nei formati video, grazie all’apporto dell’inventory che Simply aveva aggregato e fatto crescere intorno a questo formato e ai prodotti editoriali che 4w ha proposto ai propri publisher nell’ultimo anno. Rilevante è stato il contributo del programmatic, che ha pesato per quasi un terzo sul dato globale dell’attività.

Per quanto riguarda gli obiettivi 2016, l’executive chairman di 4w Marketplace Gabriele Ronchini, contattato telefonicamente, ha commentato: «Stiamo continuando la nostra crescita dopo una serie di importanti scelte dal punto di vista dello sviluppo, come l’integrazione con ProAdvSimply. Siamo stati avvantaggiati dalle scelte tecniche dell’ultimo periodo che ci hanno portato a una crescita maggiore rispetto ai trend del mercato. Per il 2016 confidiamo in una crescita tra il 10 e il 15% a parità di perimetro rispetto all’anno precedente e vogliamo potenziare la nostra piattaforma. Il mercato in crescita ci fa ben sperare. La nostra strategia è in continua evoluzione e puntiamo all’internazionalizzazione dopo esserci consolidati sul mercato italiano. Vedremo in seguito se affidarci a partner sul territorio o se costruire team da zero».

Leggi l’articolo completo su Engage

Il programmatic nella tua e-mail. Ricevi gratuitamente la nostra newsletter

Le più lette