Main partner:

Jobs

[Videointervista] Pianura (Triboo) a Programmatic Day 2019: «Grande interesse degli inserzionisti per l’audio digitale»

Un fronte di sviluppo nuovo per la pubblicità digitale e, più in particolare, per il programmatic è rappresentato dall’audio, e nello specifico dall’inventory associata ai podcast. Secondo Cristina Pianura, Direttore area Media and Advertising di Triboo, siamo davanti a uno «tsunami chiamato Audio on Demand, dove l’ascoltatore è l’assoluto protagonista di quello che decide di scaricare e ascoltare».

Nel corso del suo intervento al Programmatic Day 2019, Pianura ha parlato della crescita di questo mercato non solo negli Stati Uniti, dove già da anni l’ascolto di podcast è un fenomeno di massa che genera oltre 600 milioni di dollari di raccolta pubblicitaria, ma anche in Europa e di fatto in Italia. Dove i fruitori abituali sono solo il 14% della popolazione maggiorenne, ma allo stesso tempo negli ultimi 3 anni questo numero è più che triplicato, nonostante un’offerta tutt’altro che matura da parte di editori e marchi.

Proprio per accogliere e stimolare l’editoria italiana a produrre podcast, e aiutarli a monetizzarli al meglio, Triboo ha
lanciato sul mercato VoiceMax: un prodotto che nasce su tecnologia Spreaker e raggruppa podcast organizzati in categorie di contenuto capaci di accogliere pre-roll e mid-roll audio, acquistabili in programmatic grazie al partner tecnologico Adswizz.

Guarda la videointervista a Cristina Pianura, Direttore area Media and Advertising di Triboo, a margine del suo intervento al Programmatic Day 2019:

Triboo si lancia nel mondo del podcast: gestirà la vendita della pubblicità Audio di Voxnest

Triboo continua ad arricchirsi sul fronte della pubblicità Audio lanciandosi nel mondo del podcast.

Voxnest, marketplace di podcast a livello globale, ha affidato a VoiceMax, brand di Triboo, la licenza di vendita della propria inventory italiana abilitata alla monetizzazione degli Audio Ads: un bacino di circa 2.000.000 di download su podcast al mese organizzati in categorie di contenuto capaci di accogliere pre-roll e mid-roll audio.

“A suggellare la partnership tra Voxnest e Triboo anche una collaborazione strutturale sul mercato italiano – spiega Triboo in una nota -, nata con l’obiettivo di incrementare il numero degli editori di podcast ospitati sulla piattaforma Spreaker e monetizzati grazie a VoiceMax. Su VoiceMax – prosegue la nota – gli editori avranno accesso ai più efficienti e avanzati servizi di monetizzazione di Spreaker e potranno essere acquistati in Programmatico grazie al Tech Partner Adswizz”.

«Lavorando assieme a Spreaker, i migliori del settore – spiega Davide Schioppa, partner di Triboo -, VoiceMax riuscirà a connettere un brand con l’ascoltatore nel momento in cui questi è davvero ricettivo».

La partnership tra Voxnest e Triboo in Italia aggiunge un tassello importante per il mercato dell’advertising digitale. «I brand e i grandi publisher di contenuti – afferma il presidente di Voxnest, Francesco Baschieri – si stanno rivolgendo al podcast come un metodo efficiente per agganciare il pubblico, e quindi è sempre più importante che abbiano una tecnologia creata appositamente per soddisfare le loro esigenze di velocità, scalabilità e monetizzazione».

Un accordo che conferma la crescente attenzione che Triboo sta riservando alla pubblicità audio. Un mercato che, come ci ha spiegato in una recente intervista Cristina Pianura, Direttore Business Unit Advertising di Triboo Group, è tra i trending topic del 2019 nel mondo della pubblicità e dell’ad tech.

Le più lette

Wordpress Social Share Plugin powered by Ultimatelysocial