Main partner:

Jobs

La battaglia elettorale americana corre sul second screen: accordo tra Kantar Media e 4C

Mentre negli Stati Uniti sale la febbre per le primarie, Kantar Media annuncia il lancio di una nuova soluzione pubblicitaria che porta la comunicazione elettorale sul second screen, grazie a una nuova collaborazione con la struttura di data science di Chicago 4C.

La tecnologia proprietaria di quest’ultima, Teletrax, raccoglierà e analizzerà ogni annuncio televisivo per la corsa alle presidenziali americane. Nel frattempo, il Campaign Media Analysis Group (CMAG) di Kantar Media scrutinerà ognuno di essi per tema chiave ma non solo, anche per sponsor, tipo di sponsor, partito, tone of voice, target e così via. I vari dati saranno integrati e incrociati all’interno della nuova soluzione pubblicitaria e il risultato saranno messaggi veicolati agli elettori in second screen, allineati a quelli in onda in quel momento in tv.

La soluzione è stata lanciata non a caso all’avvio delle votazioni per le primarie americane (l’1 febbraio i primi voti nello stato dell’Iowa). Il prodotto infatti nasce proprio in vista delle presidenziali USA, un momento “particolare” anche dal punto di vista pubblicitario, capace di attirare, secondo stime della stessa Kantar Media, una spesa in pubblicità televisiva di ben 4,4 miliardi di dollari nel corso del 2016.

Intanto, sarà possibile testarne i risultati già nel corso di queste primarie, quando candidati come Hillary Clinton o Donald Trump potranno sincronizzare i loro annunci online e mobile con gli spot televisivi, sia i propri che quelli degli avversari Sanders o Cruz.

La soluzione sarà anche in grado di lanciare un annuncio nel momento in cui un candidato menziona uno specifico tema chiave, come la riforma sanitaria o i cambiamenti climatici.

Un modo per raggiungere quell’87% di persone che utilizzano altri device mentre guardano la tv, e di spingere all’azione gli elettori veicolando messaggi targettizzati e rilevanti.

 

 

 

BPM investe nel second screen in Real time bidding targato DigiMob per il lancio del nuovo Mutuo

Una campagna second screen in real time bidding: su questo ha deciso di investire BPM per promuovere il nuovo Mutuo, una soluzione pensata per i più giovani e per gli sposi che desiderano acquistare o ristrutturare la casa. Si tratta infatti di un mutuo con spread dell’1,5% per 10 anni.

Realizzata da DigiMob, in collaborazione con il centro media ZenithOptimedia, la campagna second screen si inserisce in un piano di comunicazione multicanale lanciato di recente. L’utilizzo di una piattaforma tecnologica all’avanguardia ha consentito di pianificare un video pre-roll da 10 secondi su siti internet in target per raggiungere così i consumatori in navigazione da pc negli stessi punti ora dell’on air televisivo dello spot di BPM trasmesso sui canali Sky, Rai, Mediaset, La7 e Fox Sport.

Video_spot_Mutuo_BPM_DigiMobDue sono le creatività del formato adv pianificato e riprendono il concept creativo della campagna di comunicazione di prodotto: una creatività è dedicata a utenti young e un’altra al target sposi. Cliccando sul video spot l’utente atterra sulla landing page dedicata che illustra il prodotto nel dettaglio e invita a recarsi in filiale per verificare in 10 minuti la fattibilità di richiesta del mutuo.

Iniziata a fine ottobre, la campagna proseguirà sino al 31 dicembre 2014. Per massimizzare l’investimento, in fase di pianificazione è stato previsto un frequency cap per controllare l’esposizione del messaggio sul singolo utente; inoltre è stata eseguita una targettizzazione su siti visitati da giovani e da coppie (quali Giallo zafferano, Latte e miele, Leonardo, YouTube, Il fatto quotidiano, Repubblica, Citynews, Clio makeup, Cook around) che esclude quegli utenti che hanno già visitato la landing page di BPM dedicata al Mutuo.

PaoloMardegan_DigiMob-BPM-Mutui
Paolo Mardegan

«Collaboriamo con BPM da due anni e sappiamo quanto sia importante per questo brand l’innovazione. Per questo siamo contenti di aver presentato e offerto a BPM la soluzione innovativa della pianificazione adv in second screen e siamo soddisfatti che questa soluzione abbia portato BPM a posizionarsi come first mover tra i player del settore finanziario italiano. Ci aspettiamo che a breve altre banche seguiranno l’esempio», afferma Paolo Mardegan, managing director di DigiMob.

Nissan punta sul second screen e pianifica spot video in RTB per la nuova Pulsar

Per promuovere la nuova Pulsar, Nissan ha scelto di puntare su una campagna di video advertising desktop pianificata in modalità second screen, in concomitanza con l’on air dello spot in tv dei concorrenti.

Curata dal Gruppo DigiTouch in collaborazione con il centro media OMD, la campagna è stata pianificata su DSP (demand-side platform) in RTB utilizzando il formato video pre-roll e facendo un cambio di creatività durante il periodo dell’operazione di comunicazione per garantire l’allineamento con il concept creativo del piano di comunicazione multicanale. Durante la view dell’advertising online, l’utente ha la possibilità di cliccare sul videospot e atterrare così sul sito di Nissan per approfondire le caratteristiche dell’auto.

Mediante una piattaforma tecnologica all’avanguardia, inoltre, vengono rilevati i passaggi in tv dello spot di Nissan Pulsar e di quelli dei principali competitor del brand. Simultaneamente la piattaforma gestisce l’input richiamando l’advertising online e mostrando lo spot video di Nissan agli utenti in navigazione da desktop.

[dup_YT id=”XOmincdg_rA”]

«Iniziata il 18 ottobre, siamo molto soddisfatti dei risultati che la campagna sta portando – dichiara Silvia Sgnaolin, Advertising & Media section manager (Marketing) di Nissan -. «Il click through rate registrato ad oggi supera il 4,5% mostrando un’elevata interazione e interesse del pubblico».