Main partner:

Jobs

Toluna lancia AskTolunaPro, il sistema per gestire le ricerche in autonomia e in tempo reale

Toluna lancia oggi una rinnovata piattaforma QuickSurveys, per permettere a marketer e professionisti delle ricerche sui consumatori di sondare in tempo reale esattamente quei segmenti di pubblico che identificano la loro audience in obiettivo.

Grazie al nuovo sistema avanzato di targeting messo a punto dalla società specializzata in sondaggi e ricerche, i clienti adesso hanno la possibilità di selezionare oltre 200 profili di pubblico socio-demograficamente iper-segmentati e di raggiungere precisamente gli utenti di riferimento senza alcuna necessità di intervento manuale. QuickSurveys fornisce oggi quasi il doppio dei parametri messi a disposizione da altre piattaforme fai-da-te, dando così alle aziende e a chi si occupa di ricerca di mercato l’opportunità di utilizzare l’approccio DIY in progetti di ricerca ancora più complessi. Questa nuova capacità, affiancata all’accesso in tempo reale a oltre 13 milioni di consumatori globali in 68 mercati, permette grandi velocità e profondità di insight.

«Poiché i brand vanno incontro ad ambienti competitivi sempre più complessi, aziende e ricercatori di mercato devono affrontare la sfida di ottenere insight specifici sulle loro target audience», ha dichiarato Marco Gastaut, Amministratore delegato di Toluna South Europe e Latam, «QuickSurveys continua a evolversi sfidando i metodi tradizionali delle ricerche di mercato con la sua capacità di dare ai propri clienti strumenti di ricerca metodologicamente potenti su una piattaforma intuitiva, per permettergli di condurre le proprie indagini. La piattaforma digitale avanzata Toluna QuickSurveys fornisce ai nostri clienti possibilità di segmentazione delle audience senza precedenti, riducendo il tempo di preparazione della maggior parte delle ricerche da giorni, o settimane, a poche ore, e con un notevole vantaggio economico».

I clienti di QuickSurveys possono ora ottenere insight ancora più approfonditi dai dati di ricerca grazie all’opportunità di creare quote incrociate, campioni personalizzati e testare la fattibilità in tempo reale. Così, per esempio, potranno definire le fasce d’età del loro target, gerarchizzando determinati attributi dei rispondenti in modo intuitivo.

La novità di Nielsen negli Usa: un meter indossabile per rilevare gli ascolti tv fuori casa

I dati costituiscono oggi una preziosa fonte di valore, che possono aiutare a meglio a targetizzare le comunicazioni pubblicitarie. Partendo da questo presupposto, la società americana Nielsen – forte dell’acquisizione di Arbitron (ora Nielsen Audio) – ha lanciato un nuovo strumento di raccolta dati. Si tratta del Portable People Meter (PPM), un innovativo dispositivo portatile che viene indossato dai panelisti.

In particolare il meter è stato per la prima volta introdotto da Arbitron nel 2007 per acquisire dati sul consumo delle emittenti radiofoniche; visto il successo e la sua efficacia Nielsen ha deciso da quest’anno di estenderne l’utilizzo anche al mezzo televisivo, introducendolo massicciamente nei suoi strumenti di ricerca e indagine.

Il fatto che sia indossabile rende il PPM un oggetto estremamente versatile e utile in quanto consente di raccogliere dati anche quando il panelista si trova al di fuori del contesto domestico. In questo modo le emittenti possono determinare il momento preciso della giornata in cui il target di riferimento è più ricettivo.

Va da sé che da questo sistema possono beneficiarne anche gli inserzionisti. «L’audience che si trova fuori casa ha una rilevanza strategica ai fini di ricerca in quanto con molta probabilità si trova più vicino ai punti d’acquisto che non quando si trovi in casa» – ha spiegato Matt O’Grady, executive vice president e managing director di Nielsen Local Media.

Per le prime rilevazioni con il PPM, Nielsen si è avvalsa di 3.000 panelisti ubicati nell’area di Chicago (In totale i panelisti in Usa sono circa 75.000). Grazie al PPM, Nielsen ha per esempio registrato una crescita pari al 7-9% del consumo televisivo fuori casa (soprattutto programmi sportivi e partite di calcio) nel target 25-34 anni.

L’obiettivo di Nielsen è introdurre il PPM anche su altri mercati, soprattutto a fronte del recente lancio del sistema di monitoraggio degli ascolti su mobile TV e rating delle campagne pubblicitarie sul mobile e sull’online.

«Il nostro obiettivo è quello di raccogliere dati e informazioni da tutte le piattaforme di visione – inclusi tablet, iPhone, dispositivi smart e console ludiche – per mostrare agli inserzionisti come i contenuti e le pubblicità vengono oggi fruiti» – ha infine concluso O’ Grady, illustrando i suoi piani per il futuro.