Main partner:

Jobs

L’approccio programmatico di Ryanair; i nuovi occhiali intelligenti di Intel

La compagnia aerea low-cost Ryanair va fiera della sua strategia di marketing digitale “pay-per-click free”, mentre, dopo i tentativi di Google e Snapchat, una nuova azienda propone al mercato i suoi smart glasses. Intanto CBS valuta di unirsi a Viacom, ma potrebbe far gola anche a un altro, grosso player. Non televisivo.

L’approccio programmatico di Ryanair

«Non spendiamo nulla in pay-per-click e ne andiamo orgogliosi. E’ straordinario essere la piattaforma aerea più visitata del mondo con la spesa di marketing più efficiente, senza spendere nulla su Google. E’ una rara conquista». A dirlo è il CMO di Ryanair Kenny Jacobs, che in un’intervista ha svelato i dettagli della strategia di marketing della compagnia aerea low-cost. Una strategia che punta anche su un «sofisticato approccio programmatico all’email». Leggi di più su The Drum.

Smart glasses, a volte ritornano

Dopo il tentativo fallito di Google e quello forse mai realmente decollato di Snapchat, un altro player si lancia nel mercato degli occhiali intelligenti. Si tratta di Intel, che ha svelato al mercato i suoi nuovi smart glasses Vault: estremamente simili a dei normali occhiali, con delle semplici montature di plastica che pesano meno di 50 grammi ed alle quali si possono montare lenti graduate e non. Sono privi di camera, ma sulla parte interna delle aste hanno un laser integrato capace di creare un’immagine monocromatica di 400×150 pixel, un processore, un accelerometro, un chip Bluetooth e una bussola. Leggi di più su The Verge

Amazon nel futuro di CBS?

CBS, la media company che ha creato blockbuster televisivi come “NCIS” and “The Big Bang Theory”, starebbe esplorando la possibilità di legarsi a Viacom, proprietaria di brand come Nickelodeon e Comedy Central oltre che degli studi della Paramount. Una fusione che potrebbe essere abbastanza naturale, se si considera che entrambe le società sono controllate dall’imprenditrice Shari Redstone. Secondo un’attenta analisi del giornalista Edmund Lee, però, potrebbe esserci un altro contendente cui l’acquisto di CBS potrebbe, per vari motivi, portare importanti benefici: Amazon. Leggi di più su Recode.

Out of Home, la rivoluzione arriva dal Giappone: le insegne in strada fanno targeting

Cloudian, il fornitore di servizi per il deposito dati, ha annunciato il lancio di un progetto di pubblicità cartellonistica stradale mirata che utilizzerà i Big Data e l’apprendimento approfondito nella città, a Tokyo.

Insieme con Dentsu, Smart Insight Corporation e QCT Japan, e grazie al supporto di Intel Japan, l’iniziativa condurrà, nella sua prima fase, analisi di deep learning sugli schemi e sui volumi di traffico, ed effettuerà il riconoscimento automatico dei veicoli per elaborare annunci mirati tramite insegne digitali su strada.

Guidato da Cloudian, e utilizzando l’apprendimento approfondito e le funzionalità di deposito intelligente di HyperStore, il progetto si concentrerà sul riconoscimento del veicolo e sulla possibilità di presentare annunci rilevanti per modello e fabbricazione. La fase di prova terminerà, per poi avviare un utilizzo pratico, entro i prossimi sei-dodici mesi, le attività avranno inizio a Tokyo e si espanderanno poi nel resto del Giappone.

“Questo diventerà il primo sistema pubblicitario stradale attivato dall’apprendimento approfondito con targeting specifico per veicolo in tempo reale. Un grande risultato del progetto è dimostrare l’applicazione degli algoritmi che utilizzano i sofisticati meta dati di HyperStore al fine di attuare il riconoscimento e le classificazioni in tempo reale. Big data che altrimenti sarebbero rimasti stagnanti, possono essere automaticamente trasformati in dati intelligenti, possono essere fornite analisi altamente efficienti”, ha dichiarato Machel Tso, Ceo e Cofondatore Cloudian.

Cloudian ha avviato il progetto fornendo il software HyperStore, con un elevato volume di dati sulle auto, immagini e video sui modelli. Queste informazioni sono classificate utilizzando le funzionalità di immagazzinamento di dati intelligenti di HyperStore e saranno testate per identificare accuratamente le vetture sulle strade della capitale giapponese.

Come parte dell’esperimento, HyperStore registrerà anche dati in tempo reale relativi al volume di traffico nelle varie ore del giorno, i quali possono essere poi resi disponibili a istituzioni pubbliche come il Ministero della Terra, delle Infrastrutture e del Turismo, municipalità locali in Giappone e ad imprese affinché possano pianificare localmente le loro vendite.

“All’interno di un modo pubblicitario sempre più veloce, dove i consumatori si aspettano esperienze su misura e solo messaggi rilevanti, siamo entusiasti di lavorare con Cloudian e QCT guidare un approccio pubblicitario innovativo e altamente mirato”, ha detto Ichiro T. Jinnai, Director Out Of Home Media Service Division di Dentsu.

Obiettivo del progetto è applicare il riconoscimento automatico del veicolo per generare annunci display mirati basati sul modello; per esempio, un prodotto ecosostenibile potrebbe essere mostrato ai guidatori di veicoli ibridi o elettrici.

In questa fase dell’esperimento, saranno utilizzati grandi pannelli LED. A tutela della privacy dei consumatori, il sistema non rileva o immagazzina informazioni relative all’identificazione del veicolo, incluse le targhe.

Le più lette