Main partner:

Jobs

Eurobet pianifica il 50% del budget in programmatic adv con Tradelab

Eurobet mette al centro della propria strategia i dati. Dati di prima parte che diventano il motore dell’intera macchina di comunicazione, soprattutto online.

A spiegarlo è stato – a margine del convegno “Everywhere Commerce” organizzato dal Politecnico di Milano e da Zenith Italia – l’Online Marketing Director di Eurobet, Alexis Grigoriadis, intervenuto sul palco in occasione della tavola rotonda “L’Everywhere Commerce, la parola alle aziende”.

Nell’ambito della discussione, il manager ha ribadito l’importanza dei dati nativi, o di prima parte, per la costruzione di una strategia di comunicazione online mirata ed efficace, su una clientela profilata: «Nel mondo del gaming e del betting, la puntualità della comunicazione nel momento giusto è fondamentale e l’utilizzo del dato in questo diventa una necessità molto sentita per calibrare mosse coerenti con l’effettivo interesse mostrato da chi di registra sul nostro sito, o semplicemente lo visita, e da quale device tendenzialmente agisce».

Per fare questo, l’intero budget di comunicazione destinato al digitale – «pari al 50% della spesa totale annua di Eurobet», specifica il manager – è gestito in programmatic attraverso il trading desk Tradelab, riconfermato come partner lo scorso novembre (leggi qui l’articolo dedicato): «Per noi comunicare online significa soprattutto pianificazione display e attività social. Strumenti che più si prestano a planning guidati da dati e al tipo di comunicazione che dobbiamo e vogliamo operare sul cliente».

Ovviamente, l’approccio di Eurobet è multimediale: «perché sempre più spesso capita che un cliente effettua registrazioni al servizio da mobile, mentre preferisce gestire il proprio deposito di denaro per le scommesse da desktop. I dati ci aiutano a capire questo e a comprendere altresì qual è il momento giusto per agire su quel determinato cliente».

Attualmente, l’azienda è on air e online con una campagna firmata dall’agenzia Saatchi & Saatchi (scelta a settembre 2015 in seguito a una gara, ndr), ma il manager spiega poi a Engage che è prevista l’uscita di una nuova creatività pubblicitaria in concomitanza con l’inizio del prossimo campionato di calcio: «L’attuale campagna sta andando a esaurimento. A fine agosto, inizio settembre partiremo, invece, con una nuova campagna, pianificata da Zenith (riferimento per il media dell’azienda dal 2014, ndr)».

L’offline, e la comunicazione video in generale, rientrano nella strategia per «la costruzione della brand awareness, ma è attraverso il digital che fidelizziamo e informiamo costantemente clienti e prospect sulle nostre attività».

Eurobet rinnova Tradelab per la strategia in Programmatic

Eurobet, tra i principali player di scommesse sportive e casinò sul mercato italiano dell’online, ha affidato a Tradelab, piattaforma programmatica indipendente, la pianificazione della strategia marketing in programmatic per la stagione 2016/2017.

Il budget era stato assegnato nell’estate 2015 all’azienda guidata in Italia da Gaetano Polignano a seguito di una gara a cui avevano partecipato i principali player del settore. A fine settembre di quest’anno, Eurobet ha rinnovato il contratto per il secondo anno di collaborazione, confermando la propria fiducia nella solidità dell’azienda.

La campagna in programmatic prevede la promozione dei due principali prodotti di Eurobet, scommesse e casino, grazie alle strategie fortemente data-driven attuate dalla piattaforma programmatica. Nel corso del 2015, l’azienda ha accompagnato Eurobet nella gestione di campagne con obiettivi di performance, oltre che di branding, con un forte impatto sulle conversioni e sull’abbassamento del CPA.

«Siamo molto soddisfatti per il lavoro fatto con Eurobet l’anno scorso e fieri che un’azienda così matura in termini di marketing digitale abbia scelto Tradelab per il secondo anno consecutivo. Quello che più ci preme è garantire il raggiungimento degli obiettivi fissati, senza dimenticare le problematiche di operatori del settore gambling: come la diffusione ai maggiorenni, la presenza su siti premium per proteggere la percezione del brand e così via. Siamo lieti che Eurobet abbia voluto sperimentare con noi sia campagne branding, sia performance e che abbia testato con successo alcuni dei nostri prodotti di punta come le DCO e lo studio SmartValue, per analizzare il vero incremento portato dalle campagne programmatic sia su desktop che su mobile», commenta Gaetano Polignano.

In occasione di IAB Forum, Tradelab e Eurobet terranno un workshop congiunto per presentare al mercato i risultati ottenuti nel primo anno di collaborazione dal nome : «Il betting nell’era del programmatic: il caso Eurobet». Appuntamento al 29 novembre, alle 15.15 nella sala Yellow 2 del Mico, Fiera Milano Congressi.

Le più lette