Main partner:

Jobs

IPG lancia Matterkind, nuova entità per gli addressable media che prende il posto di Cadreon

Interpublic Group ha annunciato la nascita di una nuova entità globale, Matterkind, dedicata all’attivazione dei mezzi addressable. Matterkind fa capo a Kinesso, la unit media tecnologica e di marketing di IPG, e incorpora il marchio Cadreon con tutto il suo team, incluso quello italiano guidato da Luca Nicolai, che assumerà il ruolo di head of Matterkind.

Non si tratta però di un semplice rebranding di Cadreon, come sottolinea IPG in una nota: Matterkind, infatti, nasce per ridefinire il concetto di ottimizzazione mettendo realmente le esperienze dei consumatori al primo posto con un approccio people-first. Questo grazie alla combinazione delle risorse di dati strategici di Acxiom (la data company acquisita da IPG nel 2018) e le applicazioni tecnologiche di Kinesso, che consentiranno di fornire soluzioni audience-centriche per tutto l’ecosistema dei mezzi connessi.

Questo grazie a un motore di ottimizzazione basato su AI e a un nuovo set di strumenti proprietario che include Audience Hub, un nuovo prodotto che riunisce tutte le campagne in un’unica vista d’acquisto, evidenziando le sovrapposizioni tra le audience, stabilendo limiti di frequenza globali ed eliminando gli sprechi.

L’approccio di Matterkind, promette Interpublic, è capace di generare un miglioramento del ROI sino a un +30% perché in grado di incidere sulle performance di business piuttosto che focalizzarsi sul saving del media.

“Gli esperti di marketing utilizzano un’ampia gamma di strumenti per acquisire dati di consumatori e prospect. I clienti sono sempre più alla ricerca di soluzioni che unificano questi dati frammentati per arricchire le attivazioni media audience-first su tutti i canali addressable, in tempo reale. Questo è ciò che Matterkind può offrire” ha dichiarato Philippe Krakowsky,  Chief Operating Officer, IPG. “Con Acxiom come nostro core data layer, Kinesso quale motore tecnologico e le nuove offerte Matterkind, le agenzie di tutto il portfolio IPG sono in grado di fornire soluzioni media e messaggi creativi altamente personalizzati che si traducono in risultati migliori per i nostri clienti”.

A capo del nuovo brand di IPG c’è Erica Schmidt, con il ruolo di Ceo Globale di Matterkind. “Siamo a un punto di svolta. Non c’è mai stato un momento più giusto per portare l’efficienza e l’efficacia nel marketing al livello successivo”, ha affermato la manager. “Siamo concentrati sul vero potenziale di attivazione addressable e sulle opportunità di crescita per conto dei nostri clienti”. A livello europeo invece Matterkind sarà guidata da Andy Butters, che assume il ruolo di Managing Director Emea.

Alla tecnologia si aggiunge un approccio consulenziale, che rende Matterkind estremamente flessibile: l’obiettivo è lavorare come partner strategico per i brand, guidando l’attivazione addressable cross channel e creando una tecnologia personalizzata per supportare i team in-house. La società è inoltre in grado di misurare la maturità dei brand dal punto di vista dei dati e delle tecnologie attraverso il nuovo set di strumenti proprietario chiamato Maturity Canvas.

Le soluzioni di Matterkind sono già in fase di sperimentazione per i settori automobilistico, retail/abbigliamento, sicurezza dei dati e tecnologia e fanno parte di una più ampia gamma di offerte collaborative che verranno lanciate quest’anno.

Social adv su editori premium in programmatic: la novità di Cadreon

Cadreon ha lanciato un nuovo marketplace che consente ai brand di acquistare formati social nativi su oltre 100 editori premium, tra cui BuzzFeed e News Corp. Lo riporta il sito americano AdExchanger.

Questi formati, che mimano nell’aspetto quelli di social come Facebook e Instagram (e il loro tasso di interattività), fino ad ora erano raggiungili dagli inserzionisti solo attraverso accordi diretti con gli editori, ma non in programmatic. Il marketplace di Cadreon, che nasce grazie a un accordo tra il braccio ad tech di IPG e il fornitore tecnologico Polar, apre di fatto grandi opportunità per i brand, che potranno utilizzare le loro creatività social anche nell’open web, in maniera programmatica.

Attualmente sono sei le aziende che stanno testando il marketplace in Nord America, Australia e Olanda, ma secondo quanto riporta la testata, l’iniziativa verrà ampliata a nuovi clienti e mercati a gennaio 2020.

Cadreon sta attualmente lavorando anche sull’aggiunta di nuovi formati ed editori e sull’estensione del marketplace al mercato aperto, con la possibilità di utilizzare blacklist e whitelist per una maggiore qualità della pubblicità e sicurezza dei brand. Attualmente i formati sono disponibili solo su mobile.

Kiabi, focus sul programmatic per la nuova campagna, con Initiative e Cadreon

Il Back to School è un momento fondamentale per Kiabi, azienda francese di distribuzione e di abbigliamento pronto moda, che per l’occasione torna in comunicazione con una nuova campagna, pianificata da Initiative.

Dopo il successo della campagna estiva, Kiabi promuove la collezione dedicata ai più piccoli che si presenta casual, pratica e comoda, perfettamente adatta al rientro a scuola. Il Back to School, per come è pensato e realizzato dal brand, oltre lo stile e la comodità, presenta un altro valore imprescindibile: l’inclusività. Il diritto di essere considerato uguale agli altri e diverso insieme agli altri, ha ispirato una parte della collezione dedicata ai bimbi con disabilità motorie. E’ infatti prevista una linea di abiti più facili da indossare.

Initiative, network di comunicazione internazionale del gruppo IPG Mediabrands, gestisce la pianificazione e la strategia della campagna pubblicitaria, da un lato per incoraggiare il drive to store e lavorare sulle intenzioni di acquisto, dall’altro per aumentare e migliorare la brand awareness.

La campagna digital è iper geolocalizzata e si basa sui risultati emersi dall’attività preliminare di geomarketing, svolta dal team di Initiative, che ha permesso di fare un’analisi territoriale puntuale e acquisire tutte le informazioni necessarie per potenziare la presenza del brand in tutta Italia.

La campagna si articola principalmente attraverso formati display e video impattanti, erogati in programmatic, attività gestita da Cadreon, l’ad tech unit del gruppo IPG Mediabrands e con il presidio di player premium.

«Kiabi ha scelto Initiative proprio per le sue competenze in ambito retail e per la capacità di geolocalizzare media mix sempre più articolati – spiega Andrea Sinisi, Managing Director Initiative -. In questo primo anno di collaborazione abbiamo lavorato in partnership mettendo a sistema il patrimonio dati di Kiabi e quello di Initiative disegnando la strategia che ora abbiamo iniziato ad implementare».

La campagna, attualmente on air, si protrarrà per tutto il mese di settembre.

Cadreon ha un nuovo CEO globale: Erica Schmidt

Cadreon, il trading desk di IPG Mediabrands, ha un nuovo Global CEO. Si tratta di Erica Schmidt, ex Executive Vice President, Managing Director per il Nord America di Cadreon.

Tra le principali voci nella tecnologia pubblicitaria e nel mercato programmatico, Erica Schmidt, mentre era a capo del mercato nordamericano, ha guidato il team di Cadreon nello sviluppo della sua suite di prodotti best-in-class, includendo strumenti proprietari che legano insieme la tecnologia, l’analisi e la strategia per migliorare le performance pubblicitarie e collegare i consumatori con i brand.

Adesso la manager si occuperà dello sviluppo e del management globale dell’offerta programmatic di IPG, che fornisce soluzioni di marketing data-driven per conto dei partner – UM, Initiative e Reprise – e anche dei clienti.

«Erica è un leader versatile che si trova in una posizione ideale per guidare Cadreon verso il futuro – ha dichiarato Arun Kumar, Global Chief Data & Marketing Technology Officer IPG Mediabrands -. Negli ultimi tre anni abbiamo collaborato alla diversificazione delle capacità strategiche e della proposta di valore di Cadreon. Sono elettrizzato dal fatto che lei continui questa impresa su scala globale».

«Sono entusiasta di assumere questo ruolo e lavorare in collaborazione con UM, Initiative e IPG Mediabrands per portare avanti la nostra attività – ha commentato Schmidt -. L’architettura aperta del nostro network ci consente di andare sul mercato con un approccio ibrido in cui il programmatic può essere integrato in ogni brief strategico con scopi e obiettivi chiari. Ciò è in sintonia con i partner della nostra agenzia e con i clienti ed è fondamentale per creare relazioni di valore e dinamiche durature tra brand e consumatori in tutto il mondo»

«In un panorama media in continua evoluzione, è un privilegio costruire una cultura nella tecnologia pubblicitaria in cui le donne possano crescere – ha aggiunto la manager -. Non c’è mai stato un momento più esaltante per cambiare il modo in cui funziona il marketing».

In qualità di CEO globale, Erica Schmidt riferirà ad Arun Kumar, Global Chief Data & Marketing Technology Officer IPG Mediabrands. Come parte del gruppo, Erica Schmidt e Arun Kumar continueranno a collaborare per ridimensionare i dati e l’infrastruttura tecnologica di IPG.

Red Bull, primo caso in Italia di long video in programmatic con Initiative e Sharethrough

Il torneo di League of Legends promosso da Red Bull, grande evento per gli appassionati di intrattenimento videoludico che si svolgerà durante le prossima Milan Games Week, diventa l’occasione per il primo esempio in Italia di Native Video Strategy in programmatico via DoubleClick Bid Manager sulla suppy-side Platform di Sharethrough (leggi l’articolo sull’integrazione tra le due piattaforme). La pianificazione è stata curata da Initiative con il supporto di Cadreon.

La strategia distributiva sugli ad exchange, basata su un filmato emozionale di oltre un minuto, ha portato, afferma la nota, risultati positivi all’SSP, che è in grado di supportare con gli stessi parametri delle piattaforme Social un contenuto video complesso su prodotti editoriali Premium e sicuri per il marchio.

Il formato Video Native, prosegue la nota, permette la fruizione di un contenuto video in maniera non invasiva per l’utente finale adattandosi al contesto del sito e permette di:

  1. Aumentare il numero di Views in questa fase “teaser” di campagna
  2. Massimizzare il CTR e le visite al sito
  3. Generare una maggiore Awareness del brand.

«Siamo orgogliosi come Sharethrough Italia di aver supportato Red Bull nel primo esperimento di Video Native Strategy in programmatico – afferma Cristina Pianura CEO di Prime Real Time, vendor esclusivo di Sharethrough in Italia – Come ci conferma il mercato americano, questo esempio pionieristico indica la strada per affiancare le ordinarie strategie distributive di contenuto ad alto engagement che rappresenteranno il vero prodotto a valore aggiunto nel mondo Native nei prossimi mesi».

zeotap, i dati deterministici migliorano le performance della campagna Red Bull

Si è conclusa con risultati positivi la campagna di comunicazione digitale @Work di Red Bull, che per la prima volta in Italia ha utilizzato in modalità programmatica i dati deterministici e verificati della società tecnologica zeotap.

Con l’obiettivo di allargare le occasioni di consumo delle bevande energetiche all’interno di contesti lavorativi, Red Bull si è avvalsa della collaborazione di Initiative, agenzia media del gruppo IPG Mediabrands, insieme con il suo trading desk Cadreon, che ha selezionato zeotap e altri fornitori di dati per una campagna di pubblicitaria display automatizzata in ambiente mobile, destinata a varie tipologie di target come freelance, professionisti e manager aziendali.

zeotap è in grado di identificare alcuni milioni di utenti professionali con un elevato grado di precisione ricorrendo ai dati provenienti da compagnie di telefonia mobile, diversamente da altre società che derivano questo pubblico dall’analisi del comportamento di utenti consumatori sul web. I banner targettizzati facendo leva sui dati zeotap hanno aumentato l’efficienza della campagna, in termini dl click-rate, di più del 70% rispetto ad altri concorrenti.

«Abbiamo fatto una scommessa vincente con zeotap», ha commentato Francesco Cilea, Head of Brand di Red Bull Italia, «Da tempo abbiamo intrapreso la strada del programmatic advertising, che riteniamo sia particolarmente significativo in relazione alla capacità di indirizzare i nostri messaggi di comunicazione su target chiaramente identificati. zeotap si è dimostrato un partner decisamente affidabile, in grado di generare risultati attualmente incomparabili rispetto ad altri fornitori di dati».

«Siamo onorati di poter annoverare tra i nostri clienti un marchio come Red Bull, che rappresenta una delle pietre miliari del marketing mondiale negli ultimi anni» ha dichiarato Michele Rossi, Business Development Manager di zeotap Italia, «Ringraziamo Francesco per la fiducia che ci ha accordato, e i team di Cadreon e Initiative per la selezione dei profili e la pianificazione della campagna, con cui stiamo già predisponendo ulteriori attività nei prossimi mesi».

«Siamo decisamente soddisfatti della qualità dei dati deterministici di zeotap», ha aggiunto Luca Nicolai, Head of Cadreon Italia, «Siamo sempre alla ricerca di nuovi data partner per l’ottimizzazione del targeting delle campagne programmatiche, e gli eccellenti risultati ottenuti ci permettono di aumentare la soddisfazione di un importante cliente come Red Bull».

Recentemente zeotap è stata sottoposta ad un processo di verifica dei propri dati da AIMC in Spagna, dimostrando una accuratezza nel targeting fino al 94% e sei volte superiore rispetto alla media di mercato.

Sharethrough effettua l’integrazione con DoubleClick Bid Manager

Sharethrough ha rilasciato l’integrazione con DoubleClick Bid Manager (DBM) di Google.

Valida sia per l’acquisto in open market che in private deal, essa consentirà agli editori della piattaforma di pubblicità nativa di ampliare le opportunità di vendita dei propri spazi e, allo stesso modo, garantirà agli inserzionisti DBM l’accesso all’inventory premium dell’Adxechange Sharethrough.

In Italia, la prima transazione tra le due piattaforme è avvenuta in test con una campagna di Red Bull pianificata da Cadreon, il trading desk di IPG Mediabrands.

«Siamo da sempre interessati a soluzioni che aumentano l’engagement con i nostri consumatori. I formati Native vanno in questa direzione. Ci piace essere in prima linea e sperimentare soluzioni tecnologiche innovative, come le attività contestuali sulla piattaforma Sharethrough. Essere i primi in Europa è stato sicuramente di grande stimolo per noi», dichiara Francesco Cilea, Head Of Brand Red Bull Italia.

«Il Click-Through-Rate che abbiamo ottenuto sull’inventory Sharethrough per la campagna Red Bull Culture Clash è 3.5 volte superiore rispetto alle performance degli altri posizionamenti native e 8.5 superiore rispetto alle performance totali di campagna», dichiarano i referenti programmatic native di Cadreon.

«Siamo molto orgogliosi di aver contribuito alla gestione e al supporto di questa case history così importante», afferma Cristina Pianura, Ceo di Prime Real Time, fornitore esclusivo per l’Italia della soluzione Sharethrough for Publisher, «Ci auguriamo che in questo modo la strada del Native Programmatic sia imboccata con convinzione da tutti gli operatori del mercato: Prime Real Time ha creduto fin da subito nella soluzione Sharethrough garantendo un posizionamento di alto livello e qualità. Siamo certi che i grandi sforzi compiuti dalla società per completare negli ultimi 12 mesi le più strategiche integrazioni possano dare il via libera alla nuova era del Native Programmatic in Italia».

Due giorni fa, in occasione del Programmatic Native Breakfast tenutosi presso la sede milanese del Gruppo Triboo, Sharethrough ha presentato per la prima volta in Italia la sua soluzione di header bidding integrata nella piattaforma SFP Unified Auction.

Prodir è online con una campagna tutta Programmatic. Pianifica Initiative

Prodir, azienda svizzera che dal 1975 è attiva nella produzione e distribuzione di penne personalizzate e strumenti da scrittura, avvia per la prima volta insieme a Initiative un’iniziativa di comunicazione digitale dedicata al mercato B2B.

La campagna, che ha l’obiettivo di generare brand awareness contattando un target fortemente profilato, ha un approccio 100% Programmatic, atto a massimizzare le performance di reach e frequency sul target business.

La strategia e il planning sono stati messi a punto da Initiative, network di comunicazione globale del gruppo IPG Mediabrands, guidata da Andrea Sinisi, che ha sviluppato per il brand tre differenti tattiche occupandosi anche del coordinamento a livello internazionale.

Ruolo fondamentale nella pianificazione digitale è quello di Cadreon, la società ad-tech di IPG Mediabrands, specializzata nelle attività di acquisto programmatico con l’obiettivo di raggiungere in modo efficiente ed efficace il focus target del brand, profilando il target in base a dati socio-demo, psicografici e comportamentali. La campagna ha respiro internazionale, con una geo-localizzazione su Italia, Regno Unito, Francia e Benelux.

Intercettare al meglio il target di riferimento: Dicloreum punta sul Programmatic

Alfa Wassermann (Gruppo Alfasigma) torna on air con la campagna di Dicloreum antinfiammatorio locale in schiuma abbinata a Dicloreum antinfiammatorio locale cerotto medicato.

Il format creativo della linea di prodotti di automedicazione Dicloreum è come sempre firmato da Serviceplan Italia, agenzia che cura la comunicazione dei brand OTC Alfa Wassermann. In questo caso, come negli anni precedenti, il prodotto schiuma è comunicato tramite la campagna “moschettieri”, in cui il protagonista di un film, duellando con la spada, si infortuna alla caviglia ma fortunatamente risolve rapidamente il problema grazie all’utilizzo dell’innovativo prodotto.

La pianificazione è stata studiata da Initiative ed integra televisione e digital.

Sul mezzo digital è prevista una copertura a tutto tondo, che include anche il programmatic, gestito dall’Ad Tech Company di IPG Mediabrands Cadreon, con l’obiettivo di intercettare al meglio il target di riferimento.

La pianificazione digital prevede video preroll sui principali siti di news e su Youtube, e presenze sui principali siti sportivi, insieme ad attività Adwords in continuità, per intercettare gli utenti alla ricerca di informazioni sui rimedi a disturbi e dolori muscolo-articolari, spingendo alla prova prodotto e portando traffico di qualità al sito web.

Il piano media tocca anche la tv, con la veicolazione di uno spot da 15’’ dedicato a Dicloreum antinfiammatorio locale 3% schiuma cutanea e un 5” dedicato a Dicloreum antinfiammatorio locale cerotto medicato su un mix di canali generalisti, digitali e satellitari, a garantire una copertura e una frequenza elevate.

ICT Foxy, la campagna digitale è 100% Programmatic con Cadreon

ICT Foxy, , torna in campagna con un nuovo film dedicato a Foxy Mega grazie a Initiative, network di comunicazione globale parte del gruppo IPG Mediabrands, da anni al fianco di Industrie Cartarie Tronchetti.

Motore della comunicazione digitale dello specialista di prodotti di carta per la casa è Cadreonl’unità ad-tech del gruppo IPG Mediabrands specializzata in attività di acquisto automatizzato, che, attraverso una campagna 100% Programmatic e completamente cross-device, si pone l’obiettivo di intercettare il pubblico in obiettivo più affine al prodotto e massimizzare i contatti.

Leggi l’articolo completo su Engage.it.

Le più lette

Wordpress Social Share Plugin powered by Ultimatelysocial