Main partner:

Jobs

Nextplora lancia con Audiens l’offerta di segmenti “smart” per il programmatic

E’ partnership tra Nextplora ed Audiens.

L’accordo stretto tra l’agenzia che produce insight con gli smart-data e la tech company operativa nei servizi di data management permetterà alle aziende e agenzie media, si legge nella nota stampa, di aumentare l’efficacia dei loro investimenti nel programmatic impiegando segmentazioni dedicate e di qualità con i profili e il comportamento dei consumatori. La soluzione congiunta consente ai brand di condurre campagne più mirate, impiegando l’intention-to-buy e favorendo la maggiore conversione degli utenti.

Grazie alla nuova soluzione, le aziende possono infatti disporre di segmenti realizzati sulle loro esigenze per aumentare il valore predittivo delle audience del programmatic sui propri obiettivi di branding e vendita. I segmenti sono prodotti da Nextplora con indagini condotte sul panel di proprietà “Idee&Opinioni”. Nextplora mette a disposizione variabili sociodemografiche, psicoattitudinali, e comportamentali a riguardo di mercati e consumi, che mantiene e aggiorna per i partecipanti al suo panel che hanno autorizzato questa opzione, e che sono ora impiegate come seed per le espansioni di Audiens.

Grazie a questo accordo, brand e agenzie potranno acquistare i segmenti di pubblico di Nextplora sulle principali DSP con le quali Audiens è integrata (come, tra le altre, DV360, Adform, AppNexus e The Trade Desk) e attivarli per l’ottimizzazione del targeting delle proprie campagne data-driven.

“Con Audiens possiamo finalmente rendere azionabile la conoscenza che produciamo ai nostri clienti con le nostre ricerche”. commenta Andrea Giovenali, Ceo di Nextplora. “Così i brand possono aumentare l’efficacia dei loro investimenti in pubblicità digitale in modo distintivo, proprietario ed esclusivo grazie alle segmentazioni di marketing costruite sui loro obiettivi”.

Giovenali-Nextplora
Andrea Giovenali

“Siamo rimasti molto colpiti dalla metodologia di segmentazione dell’audience utilizzata da Nextplora per la prima volta in Italia sarà possibile pianificare campagne programmatic sulla base di informazioni raccolte tramite il contributo attivo di un panel certificato”, dichiara Marko Maras, Ceo di Audiens.

Marko Maras-audiens
Marko Maras

Audiens e Netcomm insieme per un’esperienza e-commerce più sicura e campagne ottimizzate

Netcomm, il Consorzio del Commercio Digitale Italiano che riunisce quasi 400 aziende composte da società internazionali e piccole-medie realtà di eccellenza, ha avviato una collaborazione con Audiens, tech company specializzata nel Data Management, per migliorare i servizi connessi alla licenza d’uso del Sigillo di qualità e compliance.

Con il supporto di Audiens, il Sigillo sarà univocamente collegato al portale del venditore grazie ad un codice javascript, che sarà garanzia di autentica appartenenza dell’e-commerce al network di siti verificati da Netcomm. Il consumatore, cliccando sul logo del Sigillo, vedrà apparire la pagina profilo del merchant sul sito di Netcomm e potrà quindi acquistare con fiducia sull’e-shop.

Inoltre, con le nuove funzionalità del Sigillo integrate da Audiens, il venditore che desidera avere una overview sugli eventi più rilevanti legati alla fruizione del proprio sito e-commerce potrà anche attivare un servizio di analisi che, in conformità con il GDPR, consentirà di ottimizzare le proprie campagne pubblicitarie digitali. I soci e i siti che espongono il sigillo Netcomm e che vogliono usufruire di questo servizio potranno utilizzare la Customer Data Platform di Audiens in modalità gratuita entro i limiti della convenzione sottoscritta con Netcomm.

«Siamo felici di poter comunicare al mercato la collaborazione con Netcomm. Il progetto studiato insieme al Consorzio ha come obiettivo quello di generare consapevolezza sulle dinamiche che regolano il mondo dell’e-commerce attraverso l’analisi dei big data e di aiutare gli associati a far crescere il loro business attraverso una miglior gestione dei propri dati», afferma Marko Maras, founder di Audiens.

Experian in partnership con Audiens per la distribuzione di dati in Italia

Experian, società attiva nei servizi informativi per il marketing e per la prevenzione dei rischi di credito e di frode, ha scelto come partner Audiens con l’obiettivo di arricchire il database di quest’ultima attraverso i propri segmenti sulla popolazione italiana.

Questa partnership, infatti, combinerà i dati e il sistema di modellazione di Experian  che è in grado di analizzare vaste risorse informative, restituendole sotto forma di segmenti funzionali  con la piattaforma tecnologica di Audiens, di proprietà del Gruppo Bango (leggi l’articolo su Engage).

I cluster di Experian saranno ora disponibili sulle principali Demand Side Platforms, come per esempio AppNexus, DBM, The Trade Desk, Adform e Adobe. Questo permetterà alle aziende di affinare il targeting dei propri piani media ottimizzando il budget ed evitandone la dispersione.

«Siamo lieti di intraprendere una partnership con un brand importante ed internazionale come Experian. La qualità del dato è un driver strategico per l’efficacia delle campagne, per questo siamo felici di rafforzare la nostra offerta con i loro dati», afferma Marko Maras, founder di Audiens.

«Abbiamo trovato in Audiens una piattaforma affidabile in grado di aprirci nuovi canali di distribuzione dei nostri dati e migliorare la nostra offerta verso tutti i brand e i loro centri media», afferma Giuseppe Mauro Scarpati, Digital Account Director Italy di Experian.

giuseppe-mauro-scarpati-experian
Giuseppe Mauro Scarpati

Il comparatore AutoUncle si affida ad Audiens per la gestione dei dati

AutoUncle, il comparatore di prezzi danese attivo in 9 Paesi – Italia inclusa – dedicato a chi vuole acquistare un’automobile usata, ha deciso di affidarsi alla data company Audiens per la gestione e monetizzazione dei propri dati.

Dopo aver stretto un accordo con MediaMob per la concessione e vendita esclusiva degli spazi media, AutoUncle sarà ora anche in grado, grazie ad Audiens, di trasferire i propri segmenti di pubblico sulle principali piattaforme di pianificazione digitali attraverso un’unica interfaccia. Tutti gli inserzionisti potranno utilizzare i dati di AutoUncle segmentati sulla base delle ricerche effettuate sul portale (casa automobilistica, budget di spesa, segmento dell’auto…).

AutoUncle raccoglie e filtra milioni di inserzioni valutando in tempo reale l’effettivo valore di mercato di ogni singola auto in vendita. Tale valutazione deriva dall’utilizzo di AutoScore, un algoritmo proprietario in grado di scansionare ogni singolo annuncio, verificando e comparando oltre cento parametri che impattano sul valore di mercato del veicolo.

«Il portale di AutoUncle è consultato da un pubblico fortemente intenzionato all’acquisto di un’automobile. Riuscire a intercettare un utente proprio nel momento in cui sta decidendo di effettuare un acquisto così importante rappresenta per moltissimi brand una grande opportunità per una comunicazione più one-to-one volta a migliorare i risultati delle campagne», afferma Marko Maras, CEO di Audiens.

«Sempre più utenti si affidano a noi per la scelta della propria auto. Sul sito italiano accogliamo, ad oggi, oltre 500 mila visite al giorno e questo numero è in costante crescita. Il nostro goal è quello di rendere il mercato delle auto usate più trasparente e di attrarre sempre più acquirenti e venditori. La tecnologia di Audiens ci permetterà inoltre di gestire in maniera strutturata le numerose informazioni in nostro possesso che fino ad oggi non siamo stati in grado di valorizzare», afferma Knud Andreasen, Monetization Manager di AutoUncle.

Audiens vince la gara per la Data Management Platform di ING Italia

Audiens, la data management Platform che la società di mobile commerce Bango ha comprato da DigiTouch a gennaio, ha vinto la gara indetta da ING Italia per la ricerca di una tecnologia conforme alle normative sulla privacy che permettesse al marchio un controllo diretto e una gestione autonoma dei dati dei propri clienti, al fine di ottimizzare le campagne pubblicitarie sui canali digitali.

La banca ha scelto la piattaforma di Audiens perché, si legge nella nota, rispetta gli alti standard richiesi. Grazie a questo accordo, ING Italia raccoglierà all’interno di un unico hub informazioni provenienti da diverse sorgenti consentendo la creazione di segmenti di pubblico con caratteristiche affini, così da poterli attivare sui principali canali di marketing digitale. Questo permetterà alla banca di personalizzare i messaggi di comunicazione, in modo da offrire prodotti e servizi in linea con l’interesse dei propri clienti e prospect.

«Siamo molto lieti che una banca dal forte carattere innovativo e solida presenza in Italia come ING abbia scelto la nostra tecnologia. Siamo felici siano state apprezzate le funzionalità e la flessibilità che contraddistinguono la nostra piattaforma», afferma Marko Maras, Ceo di Audiens.

«Trasparenza e attenzione al cliente sono due valori che ci contraddistinguono. Di qui la decisione di dotarci di una DMP, per rendere ancora più one-to-one ed efficace la nostra comunicazione con la possibilità di gestire i dati in autonoma. Cercavamo un partner che fosse presente in Italia e che offrisse una soluzione user-friendly, completa e aperta all’integrazione di funzionalità da noi richieste», commentano da ING Italia.

Morellato sceglie Audiens per ottimizzare l’adv online con l’uso dei dati

Gruppo Morellato ha scelto di puntare su Audiens.

La collaborazione con la tech company italiana leader nei servizi di Customer Data Management – di recente acquisita dal gruppo inglese Bango (leggi qui l’articolo dedicato) – è stata voluta per valorizzare i dati raccolti dai diversi touchpoint della customer journey e favorire una comunicazione pubblicitaria più efficace.

La soluzione tecnologica di Audiens si distingue per la facilità di importazione dei dati e l’attivazione dei segmenti di pubblico sui principali canali di comunicazione digitale (Social, Sem, Programmatic e così via).

L’accordo siglato è coerente con la linea strategica di entrambi i player che considerano il dato una risorsa importante e strategica per ottimizzare gli investimenti e garantire una comunicazione sempre più one-to-one con i clienti. L’interfaccia user-friendly di Audiens permette infatti ai brand di creare nuovi segmenti di pubblico ad alto valore e di trasferirli sulle piattaforme di pianificazione advertising più utilizzate dal mercato.

«Siamo orgogliosi di questa partnership e contenti di constatare che vi è una crescente consapevolezza dei brand circa il ruolo strategico della tecnologia come mezzo per ottimizzare le campagne e quindi ridurre i costi di acquisizione. Stiamo continuando a lavorare per rendere Audiens una piattaforma sempre più flessibile che permetta ai nostri clienti di trasferire e quindi sfruttare i propri dati su un numero sempre crescente di piattaforme di pianificazione online», afferma Marko Maras, Founder di Audiens.

La tecnologia di Audiens in Italia è venduta da Gruppo DigiTouch (rivenditore esclusivo delle soluzioni di Audiens nel nostro Paese fino a gennaio 2021 secondo l’accordo raggiunto con Bango in fase di cessione delle sue quote), a cui fa capo inoltre Performedia, centro media a cui di recente Morellato ha affidato la campagna di lancio sui media digitali della collezione di gioielli Perfetta (leggi qui l’articolo dedicato).

QualeScegliere.it affida ad Audiens la monetizzazione dei propri dati

Con l’obiettivo di monetizzare i dati raccolti dalla propria piattaforma di ricerca prodotti, comparazione e recensioni, QualeScegliere.it ha selezionato come partner tecnologico Audiens.

L’accordo permette così ai marchi e alle agenzie clienti della compagnia tecnologica di monetizzazione e gestione dei dati di acquistare i segmenti di pubblico ad alto potenziale di QualeScegliere.it sui principali network pubblicitari (DoubleClick, AppNexus, Adform, TheTradeDesk, Adobe) e di attivarli all’interno delle proprie campagne data-driven.

La piattaforma aiuta i consumatori che sono alla ricerca di un prodotto in diversi ambiti (come Casa, Cura della persona, Elettronica, Prima infanzia, etc.) a orientarsi tra le tante proposte in commercio, permettendo loro di trovare online il prodotto al minor prezzo, di conoscerne le specifiche, leggerne le recensioni e infine compararlo con i prodotti simili di altri marchi.

«Un portale di comparazione come QualeScegliere.it viene consultato da un pubblico di utenti che si trova in una fase cruciale della customer journey: il momento pre-acquisto. Per un marchio riuscire a intercettare i consumatori in questa fase decisionale rappresenta una grande opportunità», afferma Marko Maras, Fondatore di Audiens.

«Gli utenti si affidano al nostro sito per scegliere il brand dei prodotti da acquistare, come dimostrano le migliaia di vendite che generiamo ogni mese sui negozi affiliati. L’anno scorso siamo cresciuti del 500% anno su anno. Quest’anno l’obiettivo è di raddoppiare il traffico del 2017, segno che l’aiuto all’acquisto che forniamo è una esigenza sempre più sentita», afferma Vincenzo Calenne, Co-fondatore di QualeScegliere.it, «Di qui l’idea di adottare una soluzione che ci permettesse di monetizzare ulteriormente i dati degli utenti nella fase pre-acquisto. In Audiens abbiamo trovato il partner ideale per la facilità di integrazione alla sua piattaforma e l’approccio cross-canale».

A gennaio, Audiens è stata venduta da Gruppo DigiTouch a Bango, società inglese di mobile commerce, per 2,5 milioni di euro.

DigiTouch vende Audiens a Bango per 2,5 milioni di euro

La prima importante acquisizione dell’anno nell’industria ad-tech riguarda direttamente il mercato italiano. DigiTouch ha infatti annunciato di aver siglato un accordo con Bango, società attiva nel mobile commerce, per potenziare la tecnologia di Audiens e accelerare la crescita e diffusione internazionale dei servizi di monetizzazione della customer data platform di DigiTuch.

I termini dell’accordo. DigiTouch concessionaria esclusiva per l’Italia di Audiens

In base all’accordo, DigiTouch SpA ha ceduto interamente la propria partecipazione rappresentativa del 66,8% di Audiens a favore di Bango, che a seguito della cessione contestuale degli altri soci ha acquisito una partecipazione complessiva di circa il 98.45%.

Per le sue quote DigiTouch riceve un controvalore di circa 2,5 milioni di euro in contanti e azioni e 500 mila warrants Bango, in modo da poter trarre beneficio dalla significativa crescita che deriverà dallo sviluppo commerciale e tecnologico di Audiens. Più nel dettaglio, DigiTouch ha ricevuto 1.001.970,44 milioni di euro in denaro, 354.030 azioni di Bango e 500.985 warrants. Bango rimborserà a DigiTouch SpA il finanziamento soci di 623.000 euro in un anno in 12 rate mensili a partire dalla data della chiusura.

L’accordo prevede che Bango investa più di un milione di euro nell’aggiornamento della piattaforma Audiens, per consentirne la distribuzione dei servizi di gestione dati in nuovi paesi. Inoltre, definisce che DigiTouch diventi il rivenditore in esclusiva della tecnologia della data management platform sul mercato italiano per tre anni, con la possibilità di poter offrirne i servizi ai propri clienti attuali e potenziali. In questo modo, DigiTouch continuerà a rappresentare Audiens sul mercato italiano e ne distribuirà la sua tecnologia, in linea con il proprio piano industriale presentato a novembre del 2017.

In aggiunta, si stabilisce che Bango presenti i servizi di marketing digitale del Gruppo DigiTouch ai propri clienti internazionali, interessati a pianificare campagne di pubblicità digitale avvalendosi delle competenze del Gruppo, in una logica di mutual partnership e di sviluppo di opportunità di cross/up selling, favorendo lo sviluppo del Gruppo DigiTouch su mercati dove ad oggi non è presente.

La piattaforma tecnologica di Audiens verrà integrata nella piattaforma mCommerce di Bango. Questo darà la possibilità alla piattaforma di accedere ai dati transazionali di oltre cento operatori di telefonia mobile collegati a Bango e di promuovere i propri servizi ai loro principali clienti, tra cui Google Play, Amazon, Samsung, Netflix e Microsoft.

Il fondatore di Audiens, Marko Maras, si unisce all’executive leadership di Bango. Opposte le reazioni del mercato alla notizia dell’accordo: Bango crolla alla borsa di Londra con una discesa del 12,67% mentre DigiTouch balza a Piazza Affari del 4,43%.

Forte spinta internazionale per Audiens

Paolo Mardegan, Ceo di DigiTouch Spa, parla della crescita a livello internazionale che avrò Audiens in seguito all’operazione: «Siamo entusiasti di combinare la nostra esperienza nel mercato del digital advertising con la forza della piattaforma di pagamenti di Bango. Siamo fiduciosi che questa partnership darà una forte spinta all’espansione internazionale di Audiens e che ci aiuterà a capitalizzare gli investimenti che abbiamo fatto negli anni passati. Questo accordo ci aiuterà a rafforzare la nostra posizione finanziaria netta mantenendo un forte interesse nelle opportunità di business che Audiens genererà all’estero. Continueremo a rappresentare Audiens sul mercato italiano e a collaborare con Bango con l’intento di permettere ai suoi clienti di beneficiare dei nostri servizi di marketing digitale in Italia, Stati Uniti e Asia».

Ray Anderson-bango
Ray Anderson

«Bango è rimasta colpita positivamente dalla tecnologia sviluppata dal team di Audiens all’interno di DigiTouch e ha visto una grande opportunità di estendere questa tecnologia su scala globale. Grazie a questo accordo i clienti di Bango, società come Supercell, Niantic, EA e Activision, potranno beneficiare sin da subito delle partnership che Audiens ha stretto con Adform, DoubleClick, AppNexus e The Trade Desk. Siamo lieti di dare il benvenuto al team di Audiens nella community mondiale di Bango. Siamo inoltre molto felici di entrare in partnership con DigiTouch, un vero leader e innovatore nel Mar-Tech e con il quale condividiamo l’utilizzo della tecnologia come strumento per migliorare il successo online», afferma Ray Anderson, Ceo di Bango Plc.

Secondo l’Equity Research realizzata da Progressive, il 40% degli app stores processa i pagamenti attraverso il credito telefonico utilizzando la tecnologia di Bango.

I dati di Audiens arrivano sulla piattaforma di marketing predittivo di Sizmek

Audiens ha stretto un accordo con Sizmek che permetterà agli inserzionisti di pianificare sulla piattaforma d’acquisto campagne pubblicitarie data-driven, usando segmenti di pubblico profilato presenti all’interno del catalogo della data management Platform del Gruppo DigiTouch.

I clienti di Rocket Fuel potranno quindi fruire di segmenti profilati in base a dati di terze parti resi disponibili dalla DMP. I parametri spaziano da sesso, età, residenza, nazionalità, tipo di piano telefonico, tipo di utenza attivata, metodologia di pagamento, potere di spesa fino a dati comportamentali sulla base di abitudini di navigazione o di acquisti online.

A loro volta i clienti di Audiens potranno inoltre attivare i dati di prima parte sulla demand-side platform di Rocket Fuel e avere così un nuovo canale attraverso cui pianificare campagne in programmatic.

«Siamo lieti di questa partnership con Rocket Fuel e felici di poter contribuire con la nostra offerta di segmenti profilati alla realizzazione di campagne targettizzate in modo puntuale ed efficace con un’ottimizzazione degli investimenti per i brand e percepite come messaggi interessanti da parte dei consumatori», afferma Marko Maras, co-fondatore di Audiens, «Grazie a questo accordo diamo inoltre ai nostri clienti la possibilità di attivare i loro dati nella piattaforma di Sizmek».

maras-audiens
Marko Maras, Co-fondatore di Audiens

«Integrando la DMP di Audiens nella nostra piattaforma di marketing predittivo, miglioriamo ulteriormente la nostra capacità di raggiungere le persone giuste nel momento migliore con il messaggio corretto. Questa novità permette ai nostri clienti di avere una visiona ancora più completa degli utenti e creare campagne estremamente targettizzate in grado di coinvolgere gli
utenti riguardo ad argomenti o prodotti in linea con i loro interessi, evitando così di “infastidirli”», commenta Enrico Quaroni, Managing Director Italia di Sizmek, «Questa partnership conferma l’impegno di Sizmek nell’offrire ad agenzie e marketer la soluzione più completa sul mercato, basata su avanzate tecnologie di intelligenza artificiale e moment scoring».

Audiens si integra a Facebook attraverso le API Marketing

Con l’obiettivo di offrire ai propri clienti la possibilità di realizzare campagne sempre più profilate su Facebook, Audiens si è integrata al social network attraverso le API Marketing.

Questa integrazione permette ai clienti della società italiana di Customer Data Management di trasferire in modo semplice e immediato i dati relativi ad azioni ed eventi on/offline dei consumatori, facilitando la creazione di custom audience su Facebook e massimizzando l’efficacia delle campagne social. Sulla Customer Data Platform di Audiens i brand caricano i dati dei propri clienti, provenienti dal sito web, dalle app e dal CRM e, attraverso la funzione Audience Builder, possono creare segmenti di pubblico avanzati in base dell’obiettivo della campagna che vogliono realizzare.

I brand possono ad esempio selezionare su Audiens il segmento costituito dai soli loro clienti che hanno visitato il sito web nell’ultimo mese e finalizzato un acquisto in un punto fisico. Ciascun utente è identificato attraverso una email criptata, in formato SHA256, che consente di riconciliare in forma anonima le attività svolte dai clienti per creare custom audience su Facebook. La controllata di Gruppo DigiTouch, grazie alla sua piattaforma, facilita la raccolta dati da sorgenti multiple e consente di ottimizzare le performance media dei propri clienti.

«La portabilità del dato è un valore fondamentale per Audiens e l’aggiunta di Facebook rappresenta un tassello importante nell’arricchimento della nostra offerta. Audiens consente infatti ai Brand di modellare i propri segmenti di pubblico da un’unica piattaforma e di attivarli sui principali canali di pianificazione online», afferma Marko Maras, Co-Founder di Audiens.