Main partner:

Jobs

TheOutplay pronta a lanciare una nuova versione della piattaforma Content Exchange

Dopo aver archiviato un 2015 ricco di novità, tra cui si ricordano gli accordi siglati con Reuters, TheTelegraph, National Geographic, ITN, Videoelephant e RAI, l’avvio dell’attività in Danimarca (dopo Italia e Uk) e l’ingresso di nuovi investitori nella holding a cui fa capo (tra questi Davide Serra, Founder e Ceo di Algebris Investments), TheOutplay si prepara ad annunciare altri importanti novità. A confermarlo è Andrea Pezzi, Fondatore e Ceo del Content and Audience Exchenge e della holding, a cui TheOutplay fa capo, Gagoo Group.

Andrea, abbiamo riassunto le tappe più importanti degli ultimi mesi per TheOutplay. Ci sono altre news da segnalare? In generale, come procede la crescita di TheOutplay a livello locale e internazionale?

Il 2016 porterà molte novità. In primis il lancio previsto per giugno della nuova release della piattaforma di Content Exchange che consentirà di mettere in contatto i publisher e gli advertiser attraverso i video in un modo del tutto nuovo e totalmente disruptive. In generale, posso dire che la crescita di TheOutplay nei vari Paesi segna un +300% rispetto allo stesso quarter del 2015, sia in termini di qualità degli accordi, sia per volumi di business fatturato. Questo conferma la bontà della strada intrapresa un anno fa, quando abbiamo messo in cantiere la rivisitazione della piattaforma e del nostro modello di business sul mercato.

Entriamo più nel dettaglio. Quali sono le novità di prodotto che vi apprestate a lanciare?

Sono veramente tantissime. Solo il product team è cresciuto di 3 volte negli ultimi 6 mesi e gli investimenti in questo ambito sono stati molti. La piattaforma di Content Exchange in release a giugno è un vero gioiello: immaginate di mettere insieme un Content Management System, un Ad-Server, una SSP e un sistema di Ad Analytics, il tutto segnato da una user experience semplicemente fantastica. Il Content Exchange segnerà decisamente uno spartiacque tra quello che sono state fino a oggi le piattaforme Ad Tech di video advertising e quelle di domani.

Però hai parlato di “tantissime novità”. Cosa puoi anticiparci ancora?

In questo momento il nostro focus di sviluppo è orientato alle nuove tecnologie di ad-stitching per combattere il fenomeno degli ad-blocker, all’erogazione dei video e dell’Adv su Player di terze parti e alla full-stack integration con tutte le SSP e DSP del mercato. Il Content Exchange consentirà così a tutti, advertiser, publisher, content owner, di gestire la propria strategia video in totale autonomia.

[Leggi l’intervista completa ad Andrea Pezzi di TheOutplay su Engage.it]

Le più lette