Main partner:

Jobs

Adobe integra le piattaforme Creative Cloud e Marketing Cloud

In occasione della sua conferenza annuale MAX, Adobe ha annunciato una serie di novità dedicate al mondo delle aziende, soprattutto in tema creatività, con la nuova generazione di prodotti della suite Creative Cloud.

Per rispondere a una tendenza sempre crescente, quella delle aziende che gestiscono in-house le attività creative, la software house ha puntato soprattutto alla realizzazione di strumenti collaborativi, capaci di essere utilizzati da team diversi all’interno dell’azienda.

A tal proposito, una delle novità annunciate è l’integrazione tra Adobe Creative Cloud e Adobe Marketing Cloud, che consentirà di fatto ai professionisti del marketing e ai creativi di accedere alla stessa piattaforma, sia per le app più prettamente creative che per strumenti come Adobe Experience Manager. L’integrazione comprenderà anche Adobe Dimension, lo strumento di composizione in 3D, prima conosciuto come Project Felix, che consente ai graphic designer di creare velocemente immagini 3D a fini di marketing, da utilizzare nei vari touch point coi consumatori.

La suite Creative Cloud verrà inoltre arricchita con quattro nuove app (Adobe XD CC for experience design, Adobe Dimension CC for 2D to 3D compositing, Character Animator CC for 2D animation) e un nuovo servizio per la fotografia basato su cloud, Adobe Photoshop Lightroom CC. Inoltre, sono previsti degli aggiornamenti per importanti programmi quali Photoshop CC, InDesign CC, Illustrator CC e Premiere Pro CC, e un’espansione del servizio Adobe Stock.

Tutte queste novità godranno anche delle funzionalità di Adobe Sensei, la piattaforma di intelligenza artificiale e machine learning di Adobe, che contribuiranno a rendere i processi di lavoro più veloci e “intelligenti”.

Adobe nomina il CEO Shantanu Narayen Presidente del Consiglio di Amministrazione

Il Consiglio di Amministrazione di Adobe ha nominato il CEO, Shantanu Narayen, Presidente. Narayen proseguirà quindi la sua carriera in Adobe sia come amministratore delegato sia come Presidente del Consiglio di Amministrazione, succedendo ai due co-presidenti e co-fondatori della società John Warnock e Chuck Geschke, che resteranno nel Consiglio.

La società ha inoltre annunciato che Jim Daley, membro del CdA con una lunga esperienza in Price Waterhouse e in precedenza CFO di una società di tecnologia, è stato nominato Lead Director per garantire continuità nella corporate governance. Daley fa parte del CdA dal 2001 e in precedenza ha ricoperto il ruolo di Head of Audit Committee.

La leadership e la visione di Narayen ha guidato la trasformazione di Adobe da un fornitore di software “in scatola” a una delle maggiori e diversificate società di servizi cloud del mondo. Nel 2009, la società tecnologica ha acquisito Omniture, che ha portato al lancio di quello che oggi è un business multimiliardario per l’azienda. Nel 2011, Adobe ha rivoluzionato il suo modello di business, trasformando i suoi software per la creatività in un modello software-as-a-service (SaaS), portando tutti i suoi programmi e soluzioni su cloud. Dopo Creative Cloud, sta ora effettuando la transizione su cloud anche delle sue soluzioni per la gestione documentale basate sullo standard PDF, Document Cloud.

“Siamo lieti che Shantanu Narayen, che ha più volte dimostrato di avere la visione e le capacità per guidare Adobe nel futuro, sarà il prossimo Presidente dell’azienda”, hanno dichiarato John Warnock e Chuck Geschke, “Non si può immaginare quanto siamo orgogliosi dei nostri dipendenti e della società che tutti noi abbiamo creato insieme nel corso di questi anni.”

“I co-fondatori John Warnock e Chuck Geschke sono stati fondamentali nella costruzione di un’azienda fortemente improntata all’innovazione e nello sviluppo di una cultura aziendale unica nel suo genere” ha dichiarato Shantanu Narayen, Presidente e CEO di Adobe, “Sono grato a John e Chuck per i loro consigli e per avermi affidato la guida dell’azienda che loro hanno fondato.”