Main partner:

Snapchat sempre più programmatic: entro fine mese il lancio di un nuovo strumento

Secondo quanto rivela The Drum, il social dovrebbe portare sul mercato a breve il tool “reach and frequency”, che consentirà di acquistare Lens e altri formati in modalità self-service e targettizzata

di Alessandra La Rosa
12 giugno 2018
snapchat

Entro fine mese, le aziende potranno acquistare la maggior parte dei formati pubblicitari di Snapchat in programmatic, attraverso uno strumento, chiamato “reach and frequency” (già utilizzato da altre piattaforme come Facebook), che consentirà alle aziende di comprare i famosi effetti “Lens” in realtà aumentata, insieme ad altri formati, in maniera automatizzata e targettizzata.

A rivelarlo è la testata americana The Drum, fornendo una tempistica di massima per il passaggio della soluzione dall’attuale fase di beta test – in cui sono coinvolti brand del calibro di Unilever, P&G, Google e Microsoft – al lancio vero e proprio. Una mossa con cui il social vorrebbe puntare a rendere i propri effetti Lens, attualmente considerati un formato costoso e tipicamente utilizzato per la brand awareness, uno strumento più accessibile, targettizzabile e adatto anche a obiettivi di performance.

Nello specifico, il lancio dello strumento “reach and frequency” consentirà alle aziende di acquistare questo formato insieme ad altre soluzioni pubblicitarie di Snapchat, come i video ad verticali, in anticipo attraverso la piattaforma self-service Ad Manager, ed avendo la possibilità di accedere a varie opzioni di targeting e a prezzi fissi a lungo termine.

Continuano dunque gli sforzi di Snapchat per offrire ai propri inserzionisti una gamma di soluzioni pubblicitarie sempre più automatizzata e data-driven. Una strada che il social ha iniziato a intraprendere da tempo e che, se da un lato ha contribuito a far scendere progressivamente i prezzi dei singoli annunci sullla piattaforma, dall’altro ne ha fatto aumentare sensibilmente il numero di inserzionisti e le entrate pubblicitarie, il che in ultima istanza era il principale obiettivo del social, desideroso di rassicurare i propri investitori sul business futuro della compagnia.

Il più recente bilancio di Snap Inc., relativo al Q1 2018, ha infatti visto crescere il business adv della società del 62% anno su anno, a 229 milioni di dollari. Tuttavia i prezzi hanno frenato le performance complessive della società: il costo di un annuncio su Snapchat (al netto di quelli sulle Stories) è sceso del 65% anno su anno nel trimestre, proprio a causa del progressivo passaggio da un modello di vendita diretto a uno basato su asta in programmatic. A fine 2017, era transato in modalità automatizzata ben il 90% degli annunci sulla piattaforma.

Il programmatic nella tua e-mail. Ricevi gratuitamente la nostra newsletter

Le più lette