Main partner:

Marketing sempre più tecnologico: le principali tendenze del 2016

Secondo una ricerca di Pan Communications, oltre la metà degli operatori americani è interessata al marketing personalizzato e intent/based, reputato più efficace in termini di coinvolgimento e conversione degli utenti

di Cosimo Vestito
10 giugno 2016
marketing-tendenze

Molte le tendenze che gli operatori americani sono interessati a seguire a quest’anno, e il marketing personalizzato e intent-based si trova al primo posto. Infatti, secondo i dati raccolti da Pan Communications, che ha condotto un sondaggio in cui sono stati coinvolti circa cento soggetti, oltre la metà dei marketer (57%) ha dichiarato di esserne attratto.

Il sondaggio ha anche rilevato che il 49% degli intervistati desidererebbe provare il marketing persona-based e il 41% ha dichiarato di voler intraprendere attività in ambito di streaming live e video. Benché l’interesse nella realtà virtuale stia guadagnando slancio quest’anno, solo l’11% ne è incuriosito. Il marketing personalizzato si trova in cima ai pensieri di molti professionisti in quanto la personalizzazione può innescare significativamente il coinvolgimento e le conversioni degli utenti.

tendenze-marketing

A conferma di questo, una ricerca di CMO Council, condotta nel giugno 2015, ha scoperto che i superiori tassi di risposta ed engagement hanno rappresentato la principale ragione per cui si ricorre al contenuto personalizzato; lo ha affermato oltre la metà dei marketer senior interpellati a livello globale.

Inoltre, poco meno della metà dei rispondenti ha dichiarato che il contenuto personalizzato o arricchito produce interazioni tempestive e rilevanti e più di due su cinque sono stati d’accordo nell’affermare che il contenuto personalizzato è capace di convertire un maggior numero di clienti.

Ad ogni modo, uno studio pubblicato a febbraio di quest’anno da Demand Metric ha confermato che questa tipologia di contenuti può essere molto difficile da realizzare: se da una parte la tecnologia può aiutare i marketer ad effettuare personalizzazione in scala, è stato segnalato che una mancanza di mezzi adeguati costituisce la principale ragione per cui gli operatori dichiarano di non personalizzare i loro contenuti.

207361[1]

 

Il programmatic nella tua e-mail. Ricevi gratuitamente la nostra newsletter

Ti chiediamo il consenso per il trattamento dei dati personali diretto all’invio di newsletter editoriali, o altre informazioni di carattere informativo e promozionale riguardanti Programmatic Italia e Società Partner, in conformità con la nostra Privacy Policy.

Acconsento
Non acconsento

Ricevi anche la newsletter di Engage.it

Cliccando su Iscriviti, riceverai da Programmatic Italia una nostra newsletter bisettimanale e qualche mail promozionale ogni tanto. Potrai cambiare le tue impostazioni quando vuoi e non cederemo mai a terzi i tuoi dati.