Main partner:

Targeting, ecco le tecniche più utilizzate dai professionisti dell’industria digitale

Secondo una ricerca condotta da Videology, i metodi comportamentali e demografici sono impiegati più frequentemente, rispettivamente scelti dal 64% e dal 62% di agenzie e marketer

di Cosimo Vestito
09 gennaio 2017
targeting

Anche se il targeting demografico, che consente di mettere in obiettivo gli utenti utilizzando informazioni su età e sesso, continua ad essere largamente impiegato dai professionisti dal digitale, gli stessi operatori stanno cominciando a nutrire dubbi sull’efficacia di questa tecnica.

Sono le conclusioni elaborate da un sondaggio di Videology, condotto a novembre 2016 negli Stati Uniti. Nello specifico, il 62% degli esponenti delle agenzie e del marketing aziendale ha dichiarato di aver utilizzato il “demo targeting”. Esso rappresenta il secondo metodo più citato, con soli due punti percentuali in meno del targeting comportamentale. Il targeting contestuale e quello basato sulle vendite si sono invece posizionati molto in basso nella classifica.

targeting

Tuttavia, quando ai rispondenti è stato chiesto di esprimersi sull’efficacia dei metodi di targeting per il video digitale, il targeting demografico è stato valutato tra i meno validi. Solo il 40% di loro ha definito efficace questa tecnica, al quarto posto su cinque tipologie considerate.

targeting

In qualche modo, fa notare eMarketer, la ricerca suggerisce una mancanza di entusiasmo generale nei confronti del targeting. Solo la tecnica comportamentale (behavioural targeting) è stata definita efficace dalla maggioranza dei partecipanti al sondaggio. In più, i professionisti non hanno nemmeno espresso molta fiducia nell’utilizzo del targeting demografico di concerto con altri metodi: solo il 46% ha ritenuto efficace un approccio combinato.

Il programmatic nella tua e-mail. Ricevi gratuitamente la nostra newsletter