Main partner:

Cresce nelle aziende l’importanza del data scientist: quasi un’impresa su due possiede questa figura

Il dato è in crescita rispetto all’anno scorso e sembra destinato ad aumentare ancora nel 2018. Segno di una sempre maggiore consapevolezza dell’importanza dei dati e di professionisti dedicati alla loro gestione

di Alessandra La Rosa
24 novembre 2017
big-data-manager

C’è una nuova figura professionale che sta acquisendo sempre più importanza nel mondo del lavoro: è quella del Data Scientist. Secondo i dati dell’Osservatorio Big Data Analytics & Business Intelligence della School Management del Politecnico di Milano (qui una sintesi della ricerca), quest’anno quasi un’impresa su due (il 45%) ha già inserito nel proprio organico uno o più data scientist, un dato in crescita rispetto al 31% del 2016.

Segno che aumenta nelle imprese la consapevolezza sull’importanza dei dati e di figure esperte dedicate alla loro gestione.

L’Osservatorio rivela che, tra le grandi imprese che si sono dotate di questa figura, più del 30% ne ha definito formalmente ruolo e collocazione organizzativa. Inoltre, in media le aziende che contano già dei data scientist in organico dichiarano di volerne incrementare il numero nei prossimi 12 mesi (+46%), ulteriore conferma dell’impatto positivo di queste competenze. Tra le organizzazioni che ne sono ancora sprovviste, il 29% ne prevede l’introduzione, nel 45% dei casi entro il prossimo anno.

Fra le imprese che hanno assunto data scientist, il 28% ha iniziato a riconfigurare i propri processi organizzativi secondo una modalità Data Science Enabled, ma le competenze specializzate inserite lavorano ancora prevalentemente nella funzione IT o in altre specifiche funzioni aziendali. Il restante 17% invece ha raggiunto un livello di governance avanzato che segue svariati modelli organizzativi, diversi in base alla presenza o meno di una struttura centrale di coordinamento. Il 55% delle imprese che non hanno inserito in organico figure specializzate, invece, presenta ancora un modello organizzativo tradizionale, in cui le singole unità di business sono orientate ad analizzare i dati di propria competenza, senza alcuna visione aziendale complessiva.

La ricerca dell’Osservatorio Big Data Analytics & Business Intelligence della School Management del Politecnico di Milano ha coinvolto attraverso una survey oltre 1.100 CIO, Responsabili IT e c-level di altre funzioni di medie e grandi organizzazioni e analizzato oltre 1.100 player dell’offerta tramite interviste dirette o fonti secondarie.

Il programmatic nella tua e-mail. Ricevi gratuitamente la nostra newsletter