Main partner:

I dati di first-party, elemento strategico per l’efficacia del messaggio pubblicitario

Le priorità del settore digitale saranno l’utilizzo oculato dei questa tipologia di informazioni e la conquista della fiducia dei consumatori. Questa l’opinione del Ceo della società ad-tech

di Giovanni Strocchi, ADmantX
22 dicembre 2016
admantx-strocchi

Il 2017 sarà l’anno in cui i dati di first-party domineranno, dando agli editori l’opportunità di scoprire il valore delle fonti di dati precedentemente non sfruttati. Le priorità del settore della pubblicità digitale saranno l’utilizzo oculato dei “propri dati nativi”  (first-party data) e la conquista della fiducia dei consumatori, con “lavori in corso” per garantire la conformità al regolamento generale sulla protezione dei dati (General Data Protection Regulation – GDPR), che entrerà in vigore a maggio 2018.

Le nuove norme prevedono che le aziende debbano ottenere il permesso degli utenti per poter accedere ai loro dati e in modo trasparente comunicare come li usano, la fiducia diventerà parte integrante delle interazioni del brand – e i marchi che otterranno maggiore fiducia saranno anche quelli con più alte probabilità di ricevere insight preziose da parte dei consumatori.

Per rafforzare questa fiducia è essenziale un’esperienza online gratificante – e ciò significa che gli editori dovranno imparare a comprendere e utilizzare i dati in modo efficace. Osservando i contenuti che il pubblico legge, in combinazione con lo storico delle interazioni degli utenti, gli editori saranno in grado di creare segmenti di audience ben definiti. Con questi dati, con a monte un’ infrastruttura DMP di base, gli editori avranno gli strumenti necessari per utilizzare i dati di first-party per i modelli di audience.

L’intelligenza artificiale come la tecnologia cognitiva, creerà “profili di propensione” che prevedranno i messaggi con i quali gli utenti saranno maggiormente coinvolti e questo, abbinato all’utilizzo di dati di first-party del singolo, produrrà messaggi di pubblicità online più significativi ed efficaci.

Il programmatic nella tua e-mail. Ricevi gratuitamente la nostra newsletter