Main partner:

WPP punta all’Addressable Tv: in cantiere una joint venture

In occasione della call di bilancio relativa ai risultati del terzo trimestre, il ceo Martin Sorrell ha rivelato che il gruppo annuncerà presto la costituzione di una nuova realtà in partnership con due altre società, per presidiare il mercato della televisione “indirizzabile”

di Andrea Di Domenico
03 novembre 2016
Martin_Sorrell-WPP
Martin Sorrell

Ci sarà l’Addressable Tv nel futuro di WPP.

In occasione della call di bilancio relativa ai risultati del terzo trimestre, il ceo del gruppo Martin Sorrell ha rivelato che la società «annuncerà presto la costituzione di un interessante joint venture con due altre società più grandi per presidiare il mercato dell’addressable tv», ovvero la possibilità di pianificare in televisione annunci pubblicitari mirati a gruppi specifici di persone.

Sorrell non ha voluto annunciare chi saranno gli altri due soggetti coinvolti nel progetto ma, come riporta la stampa specializzata americana, della partita potrebbe far parte la 21st Century Fox di Rupert Murdoch, società che ha una capitalizzazione di mercato pari a 50 miliardi di dollari.

La holding britannica guidata dal ceo Martin Sorrell ha chiuso il periodo luglio-settembre con un giro d’affari pari a 3,61 miliardi di sterline e una crescita organica del 2,8%. Un risultato meno positivo rispetto al primo semestre del 2015, ma il terzo trimestre del 2015, sottolinea la società, era stato molto dinamico. Il giro d’affari raggiunto è comunque superiore, sempre a livello organico, alle aspettative degli analisti (+2,7%).

L’incremento complessivo del giro d’affari di Wpp rispetto allo stesso periodo dello scorso anno è stato in realtà del 23,4%, includendo le acquisizioni e altre operazioni sul mercato, un trend che diventa del +7,6% considerando gli impatti dei cambi valutari, una marcata differenza dovuta alla debolezza della sterlina.

Per la fine dell’anno, così come anche per il 2017, Wpp prevede una crescita del 3% del giro d’affari.

Il programmatic nella tua e-mail. Ricevi gratuitamente la nostra newsletter

Le più lette