Main partner:

Video online e tv, l’Europa è un mercato frammentato

Secondo il CEO di RTL AdConnect, chi lavora in campo pubblicitario in Europa deve considerare le specificità dei vari Paesi, anche in quanto a gusti e preferenze degli utenti

di Alessandra La Rosa
05 luglio 2019
europa

Oggi nella nostra rassegna parliamo di pubblicità video e audio e di una nomina globale di Spotify in campo adv.

Video online e tv, l’Europa è un mercato frammentato

Quando si parla di video online e TV, qual è la differenza tra Europa e Stati Uniti? La frammentazione del mercato innanzitutto, secondo Stephane Coruble, CEO di RTL AdConnect. L’Europa è fatta di tanti Paesi, e questo, per chi opera in campo pubblicitario, vuol dire avere a che fare con legislazioni differenti, ma anche con modi e tempi di fruizione dei media diversi (la penetrazione del SVOD varia dal 39% dell’Olanda al 13% dell’Italia) e, non da ultimo, con svariate tipologie di contenuto preferite dagli utenti: in UK piacciono musica e ballo, in Francia cibo e bevande, in Germania i viaggi, in Spagna la moda. E in Italia? L’intrattenimento per bambini. Leggi di più su ExchangeWire.

Il digital audio cresce. I dati di Dax sul mercato UK

La pubblicità digital audio cresce. Secondo uno studio condotto in UK da Dax, l’exchange di digital audio di Global, l’85% degli advertiser aumenterà i propri investimenti sul mezzo il prossimo anno, e il 75% conta di farlo nello specifico sui podcast. Sebbene complessivamente il sentiment sul digital audio sia positivo, le agenzie sembrano comunque essere più entusiaste dei brand: ben l’86% delle agenzie considera il digital audio un elemento chiave delle strategie media, mentre tra le aziende la percentuale scende del 66%. Leggi di più su Campaign.

Spotify ha un nuovo direttore creativo globale

Spotify ha un nuovo direttore creativo globale: Cameron Farrelly, ex manager di Vice Media e Universal Music Group. Dall’headquarter di New York, Ferrlly coordinerà la parte creativa delle attività di marketing per musica e artisti, e si occuperà anche dello sviluppo di campagne e attivazioni. Il suo ingresso in Spotify arriva a pochi giorni dalla notizia che il Global Head of Ad Sales Brian Benedik lascerà la società a settembre dopo sei anni. Leggi di più su Music Business Worldwide.

Il programmatic nella tua e-mail. Ricevi gratuitamente la nostra newsletter

Ti chiediamo il consenso per il trattamento dei dati personali diretto all’invio di newsletter editoriali, o altre informazioni di carattere informativo e promozionale riguardanti Programmatic Italia e Società Partner, in conformità con la nostra Privacy Policy.

Acconsento
Non acconsento

Ricevi anche la newsletter di Engage.it

Cliccando su Iscriviti, riceverai da Programmatic Italia una nostra newsletter bisettimanale e qualche mail promozionale ogni tanto. Potrai cambiare le tue impostazioni quando vuoi e non cederemo mai a terzi i tuoi dati.