Main partner:

Pubblicità video, in forte crescita i formati mid-roll

L’ultimo studio di Ooyala sul segmento registra un maggiore impiego, un incremento delle impression e migliori tassi di completamento per questa tipologia di annunci. Ma i pre-roll continuano ad essere dominanti

di Cosimo Vestito
06 ottobre 2016
video-pubblicità

La pubblicità in mid-roll si fa strada prepotentemente, ma i pre-roll restano il formato video digitale dominante.

Uno studio condotto da Ooyala rivela che gli annunci mid-roll sono cresciuti raggiungendo una quota del 24% degli annunci video totali ad aprile 2016, dal 19% registrato nel febbraio 2015.

Lo studio ha conteggiato il numero totale di annunci, scomposto per ogni collocamento, su circa 50 editori ed emittenti premium globali, in un periodo intercorso tra febbraio 2015 e aprile 2016.

Le inserzioni video digitali pre-roll sono ancora dominanti, tuttavia la loro quota è calata al 60%, dal 75% del febbraio 2015. D’altra parte, gli annunci post-roll continuano a detenere la quota più piccola, nonostante siano cresciuti dal 3,5% al 7% di tutti gli annunci video digitali.

Dalla ricerca emerge inoltre che le impressioni mid-roll complessive hanno mostrato i risultati migliori anno su anno nel 2016, aumentando del 110%; pre-roll e post-roll, invece, hanno segnato rispettivamente +14% e +74%

Prendendo in considerazione i tassi di completamento della pubblicità, gli annunci mid-roll stono stati guardati nella loro interezza il 90% delle volte, i pre-roll hanno totalizzato un tasso del 78% e i post-roll una quota del 65%.

L’analisi suggerirebbe che i mid-roll siano più efficaci per trattenere gli utenti di video digitale, “I mid-roll hanno apparenza visiva e modalità d’interazione simili alla tv”, ha dichiarato a MediaPost la società di ricerca.

La stessa ricerca di Ooyala cita uno studio del 2013, realizzato da Akamai e dall’Università del Massachusetts, che mostra che l’abbandono dei pre-roll è cinque volta più probabile di quello dei mid-roll.

Il programmatic nella tua e-mail. Ricevi gratuitamente la nostra newsletter

Le più lette