Main partner:

Turbo, inaugurato il Programmatic Channel su SuperSummit. Marco Ferrari: «Il Programmatic non è una moda»

Il Programmatic Day del 3 dicembre ha aperto una collaborazione tra il primo trading desk indipendente italiano e la piattaforma di formazione creata da Marco Montemagno. In arrivo una serie di free webinar

Simone Freddi
04 dicembre 2014
Turbo-Supersummit
Marco Ferrari su SuperSummit

Sono molti gli spunti e i dati di mercato emersi durante il 1° Programmatic Day powered by Turbo, andato in onda in livestreaming su SuperSummit lo scorso 3 dicembre (i video on demand Premium saranno disponibili da lunedì sll’indirizzo https://it.supersummit.co/downloads/, ndr).

Il progetto di formazione ha coinvolto diversi esperti, segnando l’inizio di una partnership tra SuperSummit, la piattaforma di formazione creata da Marco Montemagno – See more at: https://www.programmatic-italia.com/#sthash.bbBOTvgN.dpuf e Turbo, il primo trading desk indipendente italiano, che proseguirà nelle prossime settimane con una serie di webinar gratuiti in livestreaming sul Programmatic Advertising Channel di SuperSummit.

“Real time Bidding e Programmatic Buying sono un vero game changer nella pianificazione media digitale, con una rapidissima curva di adozione anche in Italia. Eppure il mercato nazionale è ancora caratterizzato da molta confusione, assenza di team dedicati, inutili complicazioni e una certa opacità”, ha dichiarato Marco Ferrari, Ceo e Co-Founder di Turbo.

 

Un’introduzione al mercato

Il Programmatic Day ha consentito di fare il punto sullo stato dell’arte e sulle prospettive del programmatic advertising in Italia e nel mondo. A livello globale, il fenomeno sta vivendo una crescita incredibile: fino al 2010 questa realtà  non esisteva, mentre quest’anno si spenderanno in modalità Programmatic 13 miliardi e mezzo di dollari.
Siamo di fronte a uno scenario fortemente globalizzato, con la maggior parte della spesa concentrata in USA, Asia ed Europa. Nonostante l’enorme e rapido sviluppo che sta vivendo questo nuovo mercato, l’Italia resta indietro rispetto a Paesi come Germania, Francia e UK, con uno share pari al 10% sul totale della display, contro il 20-30% dei nostri vicini europei. Anche nel Belpaese tuttavia il programmatic sta crescendo a ritmi sorprendenti, e oggi si stima in 110 milioni di euro.

 

Una nuova opportunità per inserzionisti, editori e concessionarie

Il successo del Programmatic, è stato spiegato nell’ambito del Programmatic Day, consiste anche nel fatto di offrire soluzioni multiformato – non solo banner, ma molto video, in forte crescita, e social – e multipiattaforma, che si adattano a Pc fisso e device mobili. Si apre quindi un grande opportunità per gli inserzionisti, ma anche per editori e concessionarie. Lo sviluppo del programmatic andrà infatti in una direzione sempre più chiara: permetterà di incrociare i dati proprietari delle aziende con i dati di terze parti, per poter acquistare e vendere impression senza dispersioni e ottimizzando al massimo i budget.

Mettendo le proprie inventory su piattaforme di vendita programmatiche, con l’obiettivo di monetizzarle al meglio, anche i publisher potranno ottenere vantaggi notevoli in termini di aumento delle proprie revenues. Sta iniziando una nuova fase dell’online advertising, che vedrà la nascita di nuovi ruoli, nuove sfide e nuove figure professionali specializzate nell’analisi di dati applicata all’adv.

«Il programmatic non è una moda – ha spiegato Marco Ferrari – ma un’ineluttabile evoluzione del mercato dell’advertising online. E’ già successo in altri mercati, pensiamo a quelli finanziari, o alla compravendita di ticket: semplicemente, è in atto un processo che cambia il luogo di incontro tra la domanda e l’offerta. In questo cambiamento dominano due cose: la tecnologia, con delle piattaforme che permettono l’incontro tra chi compra e vende spazi pubblicitari, e la matematica, con gli algoritmi e i dati che permettono a entrambe le parti di ottimizzare questa relazione».

Per ricevere un aggiornamento costante sul tema, è possibile accedere a tutti i video dell’evento e ai prossimi free webinar del Programmatic Advertising Channel powered by Turbo, online dalle prossime settimane su SuperSummit.

Il programmatic nella tua e-mail. Ricevi gratuitamente la nostra newsletter

Le più lette