Main partner:

Trasparenza sui costi del Programmatic: Adobe e AppNexus lanciano un’iniziativa congiunta

Le due società riveleranno le fee richieste ai clienti lato domanda e offerta. L’intento è quello di aiutare i marketer a tracciare il viaggio della spesa pubblicitaria all’interno della supply chain

di Alessandra La Rosa
18 gennaio 2018
programmatic-fee

Un nuovo progetto congiunto di Adobe e AppNexus getta luce sul tema delle fee, questione da tempo al centro dei dibattiti di mercato relativi al mondo programmatico.

Le due piattaforme ad tech hanno ufficializzato la nascita di un’iniziativa volta alla promozione della trasparenza della filiera, che le vedrà rivelare i prezzi richiesti ai clienti lato domanda e offerta. L’intento è quello di aiutare i marketer a tracciare il viaggio della spesa pubblicitaria all’interno della lunga supply chain programmatica.

Per Adobe non si tratta di un’assoluta novità. Adobe Advertising Cloud già ad ottobre aveva lanciato un’iniziativa simile, chiedendo a una serie di partner supply-side, ad exchange ed SSP, di esplicitare tutte le tariffe tecnologiche lato domanda, incluse quelle in precedenza non dichiarate. In tal senso, l’iniziativa con AppNexus costituirebbe un passo in avanti verso una completa trasparenza della filiera, come ha confermato a Programmatic Italia Pierpaolo De Vita, Sales Specialist, Advertising Solution Leader di Adobe: «In aggiunta a quanto fatto a ottobre, cioè mettere in chiaro le fee dei partner supply side, con quest’ultima mossa metteremo in chiaro anche le nostre fee per tutti i clienti e le agenzie: l’intento è costruire una best practice di trasparenza totale per i clienti, che finalmente saranno in grado di conoscere la distribuzione sui vari player della filiera di ciascun dollaro speso».

Secondo quanto riporta la testata Ad Exchanger, le aziende saranno in grado di visualizzare le fee sulla loro Interfaccia Utente di Adobe Advertising già da marzo.

Quanto ad AppNexus, la società mostrerà alle aziende le quote chieste agli editori. «AppNexus vuole fortemente creare il marketplace più trasparente della industry ed assicurare che ogni brand veda esattamente quanta porzione del proprio budget ha raggiunto il publisher – ci ha spiegato Bruno Schirò, responsabile di AppNexus Italia -. Questa è una delle motivazioni per le quali AppNexus ha intenzione di raggiungere accordi di trasparenza simili con altre tecnologie DSP».

Entrambi gli operatori infatti contano di coinvolgere nel loro progetto diverse altre piattaforme, tra DSP e SSP, con l’intento ultimo di promuovere una maggiore trasparenza nella filiera e, di conseguenza, una più diffusa fiducia nell’ecosistema programmatico.

Il programmatic nella tua e-mail. Ricevi gratuitamente la nostra newsletter

Ti chiediamo il consenso per il trattamento dei dati personali diretto all’invio di newsletter editoriali, o altre informazioni di carattere informativo e promozionale riguardanti Programmatic Italia e Società Partner, in conformità con la nostra Privacy Policy.

Acconsento
Non acconsento

Ricevi anche la newsletter di Engage.it

Cliccando su Iscriviti, riceverai da Programmatic Italia una nostra newsletter bisettimanale e qualche mail promozionale ogni tanto. Potrai cambiare le tue impostazioni quando vuoi e non cederemo mai a terzi i tuoi dati.