Main partner:

The Trade Desk introduce targeting e attribuzione per la televisione connessa

L’espansione del prodotto della piattaforma ad-tech consente anche di misurare l’impatto gli spot con metriche proprie del video digitale e della tv tradizionale. Possibile anche ritargetizzare gli spettatori esposti su altri dispositivi

di Cosimo Vestito
22 settembre 2017
the trade desk

The Trade Desk ha aggiornato il suo prodotto per la televisione connessa. Grazie a questo sviluppo tecnologico, diventa possibile raggiungere l’audience con pubblicità sulle tv di nuova generazione, targetizzando il pubblico con i dati dei clienti immagazzinati nella data-management platform della società.

Gli inserzionisti clienti della piattaforma ad-tech ora possono acquistare pubblicità tv mirata attraverso le televisioni connesse a internet, inclusi SmartTv e dispositivi di streaming, raggiungendo le loro audience desiderate. Le aziende possono targetizzare i consumatori utilizzando dati di prima e terza parte.

In più, l’espansione consente di misurare l’impatto degli annunci di televisione connessa sia con metriche digitali sia con quelle proprie della televisione tradizionale; sono inclusi i parametri del tasso di completamento video, i dati di visione e l’attribuzione delle conversioni view-through dagli spot televisivi. Possibile anche ritargetizzare gli spettatori esposti agli spot su altri dispositivi.

Al contempo, The Trade Desk ha completato ulteriori integrazioni con Nielsen allo scopo di supportare la misurazioni relative alla televisione connessa.

Questo mese, la società ha stretto un accordo con InMobi e Rubicon Project per il lancio di una soluzione che permette di misurare la viewability nelle applicazioni mobile.

Il programmatic nella tua e-mail. Ricevi gratuitamente la nostra newsletter

Le più lette