Main partner:

Teads: «La misurabilità delle campagne sarà un tema rilevante per tutto il 2019»

Secondo l’Head of Business Development Luca Aiello, per soddisfare le nuove esigenze dei brand sarà sempre più necessario combinare diversi KPI, e tener conto di metriche nuove

Alessandra La Rosa
18 febbraio 2019
luca-aiello-teads
Luca Aiello

Il Programmatic in Italia è un mercato in piena crescita. Nel 2018 il settore ha sfiorato nel nostro Paese il mezzo miliardo di euro di valore, con un tasso medio di crescita annua negli ultimi 5 anni del 34,4%, come ha rivelato una recente ricerca di IAB Italia confermando le stime del Politecnico di Milano di qualche mese fa. Ma si tratta di un mercato che, nonostante i numeri importanti, è ancora in profonda evoluzione, alle prese con trend in ascesa e nuove sfide per chi opera nel comparto.

Quali sono i temi che lo caratterizzeranno quest’anno? Lo abbiamo chiesto a Luca Aiello, Head of Business Development di Teads. Ecco cosa ci ha risposto.

Luca, quali sviluppi vedi per il mercato del Programmatic Advertising nel 2019?

«L’evoluzione del mercato programmatic ed in particolar modo dei formati erogabili, ha portato i brand ad essere sempre più esigenti in termini di “misurabilità” dei KPI di campagna. Il compito dello specialista sta cambiando, diventando negli anni una figura sempre più consulenziale ed in grado di offrire soluzioni strategiche: questo è possibile grazie all’utilizzo di tecnologie capaci di soddisfare a 360° le richieste dei vari brand garantendo una miglior customer experience, in un ambiente dove la competitività è ormai molto alta. La measurability sarà quindi un tema particolarmente rilevante per tutto il 2019. KPI standard quali viewability o completion rate, da soli, non sono più sufficienti per valutare l’efficacia di una campagna e sono i brand stessi a chiedere più offerta in termini di misurazione. Per questo motivo, sarà sempre più necessario combinare diversi KPI e tener conto di metriche nuove quali ad esempio il vCPCV (viewable cost per completed views, ndr), che possono dare al brand un maggiore livello di precisione nella percezione del valore del proprio investimento».

Nel 2018 il Programmatic è stato messo sotto i riflettori, oltre che per i numeri in crescita, anche per le criticità in tema di brand safety e privacy dei dati. Secondo te di cosa si parlerà quest’anno?

«Nel 2018 abbiamo visto come l’introduzione del GDPR ha portato alcune aziende a doversi adattare ad un regolamento che in qualche caso ha portato alla ridefinizione del proprio modello di business, pensiamo ad esempio ai molteplici data provider che hanno dovuto ripopolare le proprie audience. La crescente attenzione alla qualità dei dati porterà inevitabilmente ad esigere una qualità sempre più alta dell’inventory. Teads da sempre presta particolare attenzione a quest’ultimo punto, grazie ad una serie di accordi esclusivi con molteplici publisher premium come The Economist, BBC.com, Apple News, Vice Media e con un costante monitoraggio e ottimizzazione degli spazi attraverso le integrazioni dei partner terzi (Moat, IAS, Celtra, …). La nostra Global Media Platform ci permette di offrire a brand e advertiser un punto di accesso unico ad ambienti brand safe e fraud free in tutto il mondo e supportare la loro strategia creativa lungo tutto il funnel con formati interattivi che potenziano la user experience.

Inoltre, grazie alla nostra Teads Publisher Suite, completamente rinnovata ed estremamente granulare, siamo in grado di fornire agli editori, per la loro vendita diretta, la possibilità di sfruttare in maniera autonoma gli strumenti di intelligence esclusivi della nostra società, mantenendo la stessa efficienza con la quale sono supportati quotidianamente da Teads. Ciò include l’utilizzo di tutti i nostri asset tecnologici, dall’abilitazione alla vendita a ‘Completed View’ o ‘Viewable Guaranteed’ basata su algoritmi di Intelligenza Artificiale, fino all’accesso alla piattaforma di ottimizzazione creativa delle campagne, Teads Studio».


Teads sarà tra i protagonisti della prossima edizione del Programmatic Day, l’evento di Engage e Programmatic Italia dedicato alle nuove opportunità offerte da tecnologia, dati e automazione alla comunicazione pubblicitaria, che si terrà l’11 aprile 2019 all’Auditorium IULM di Milano. Iscriviti gratuitamente a questo link!

Il programmatic nella tua e-mail. Ricevi gratuitamente la nostra newsletter

Ti chiediamo il consenso per il trattamento dei dati personali diretto all’invio di newsletter editoriali, o altre informazioni di carattere informativo e promozionale riguardanti Programmatic Italia e Società Partner, in conformità con la nostra Privacy Policy.

Acconsento
Non acconsento

Ricevi anche la newsletter di Engage.it

Cliccando su Iscriviti, riceverai da Programmatic Italia una nostra newsletter bisettimanale e qualche mail promozionale ogni tanto. Potrai cambiare le tue impostazioni quando vuoi e non cederemo mai a terzi i tuoi dati.