Main partner:

Jobs

Facebook apre a selezionati advertiser la sua preziosa mole di dati

Per la prima volta, Facebook mette ufficialmente a disposizione di selezionate aziende una parte della sua preziosissima mole di dati. Una mossa abbastanza rivoluzionaria per il social network, annunciata con un post sul suo blog ufficiale.

In particolare, Facebook fornirà ai marketers informazioni sulle tipologie di persone che stanno parlando di specifici temi sulla piattaforma, indicando anche in che termini ne stanno parlando. Dati particolarmente preziosi per le aziende, grazie ai quali essi potranno, ad esempio, conoscere nuovi gruppi di consumatori, carpire informazioni su quali prodotti gli utenti vogliono che vengano distribuiti o messi in luce con una nuova campagna pubblicitaria, o anche, più semplicemente, conoscere il sentiment attorno al loro brand.

Tutto ciò avverrà attraverso il tool di analytics Topic Data, sviluppato dalla sigla specializzata in social data DataSift (con cui Facebook ha avviato una partnership) e per ora solamente disponibile negli Stati Uniti e in UK.

Facebook tiene a precisare che il processo sarà completamente privacy-friendly, e che sarà utilizzato solo per “informazioni generali” e non per annunci targettizzati. “Non riveleremo informazioni personali identificative dei nostri utenti a nessuno, inclusi i nostri partner e inserzionisti”, recita il blog post.

Facebook metterà a disposizione sia i dati provenienti da post pubblici sia quelli relativi a post privati condivisi con un altro utente sulla piattaforma, ma non le conversazioni su Facebook Messenger. Quanto ai commenti, saranno forniti in blocco come numero di commenti su un determinato tema, senza che il singolo contributo individuale venga rivelato.

Ma non è questa l’unica novità annunciata in questi giorni dal social network di Mark Zuckerberg. Con l’evidente obiettivo di monetizzare gli utenti che effettuano acquisti in rete, Facebook ha infatti comunicato venerdì 13 marzo, senza rendere noto il valore economico dell’operazione, di aver acquisito TheFind, motore di ricerca per lo shopping online.