Main partner:

Jobs

Fyber lancia una piattaforma di header bidding in-app

La società ad-tech mobile Fyber ha stretto un accordo con i network pubblicitari di app mobile, Adcolony e Tapjoy, per lanciare una piattaforma di header bidding in-app.

Fairbid, questo il nome della soluzione, è il primo prodotto lanciato dal nuovo The Fyber Group, marchio unico in cui la casa madre ha inglobato due realtà precedentemente acquisite: Inneractive e Heyzap. I dirigenti della società hanno dichiarato che Fairbid è il primo e solo meccanismo che ottiene il “vero header bidding” per la pubblicità all’interno delle applicazioni.

Il processo utilizzato su Fairbid è chiamato “mediazione programmatica”, un processo che ricerca il miglior prezzo per gli editori. Attraverso la collaborazione con AdColony e TapJoy, la soluzione permette ai compratori per fare offerte in tempo reale.

Rubicon Project, ricavi su dell’86% a 69,2 milioni di dollari nel primo trimestre 2016

Si apre bene il 2016 per Rubicon Project. L’azienda tecnologica operante su uno dei più grandi mercati pubblicitari nel mondo con un miliardo di consumatori connessi, ha pubblicato ieri la prima trimestrale dell’anno, che presenta numeri decisamente positivi.

I ricavi netti non-GAAP sono stati pari a 63,6 milioni di dollari, in aumento del 71% rispetto all’anno scorso; i ricavi GAAP sono ammontati, invece, a 69,2 milioni, con una crescita dell’86% anno-su-anno. Sorprendente +269% anno-su-anno per l’Adjusted EBITDA, a 15,5 milioni. L’utile netto è stato di 2,3 milioni di dollari, in aumento di 7,3 milioni anno-su-anno.

“Sono fiero dei nostri risultati in questo primo trimestre”, ha detto Frank Addante, CEO e Fondatore di Rubicon Project, “Godiamo di una posizione di mercato differenziata e in crescita, questo perché Rubicon Project continua a progettare il mercato pubblicitario migliore del mondo, ad incentivare una forte adozione di quello che ora è il terzo scambio mobile più grande, a sviluppare la nuova generazione di mercato video e ordini e a rinsaldare rapporti con creatori di contenuti di alto profilo, sviluppatori di applicazioni, marchi e inserzionisti, che si affidano alla nostra tecnologia per connettersi con un miliardo di persone”.

L’accordo tra Rubicon Project e Tapjoy

Una giornata ricca quella del tre maggio per l’azienda, che, oltre ad avere ufficializzato la trimestrale, ha siglato proprio ieri un accordo con Tapjoy, la piattaforma di monetizzazione personalizzata attiva nell’industria mobile, per il lancio di Tapjoy Private Exchange, che per la prima volta apre l’inventory premium in-app e opt-in mobile video di Tapjoy ai compratori di pubblicità via Programmatic, attraverso la piattaforma Orders di Rubicon.

L’inventory del network di editori di Tapjoy, che abbraccia più di 10.000 applicazioni mobile di alto livello e raggiunge mensilmente 520 milioni di consumatori mobile attivi nel mondo, sarà disponibile sulla piattaforma Orders di Rubicon Project. Gli annunci video opt-in di Tapjoy forniscono agli inserzionisti il cento per cento di viewability e un tasso di completamento di oltre il 90% in un formato “skippable” e a misura di utente. Gli annunci Tapjoy utilizzano un modello di scambio di valore che remunera i consumatori per il loro tempo e la loro attenzione agli inserzionisti video dando loro accesso a contenuti premium nativi in ogni applicazione.

Inoltre, Tapjoy Private Exchange conferisce ai compratori accesso al targeting di prima parte di Tapjoy, basato su miliardi di punti dati mobile e su un’analisi approfondita di utilizzo di app che include preferenze, cronologia delle conversioni, comparazioni per la rilevazione delle somiglianze e insight comportamentali degli utenti.

Con questa operazione, Rubicon Project segna una doppietta di partnership: la società ha siglato pochi giorni fa un altro accordo con Virool per il lancio del primo formato video mobile verticale disponibile in Programmatic (leggi qui l’articolo dedicato).

Le più lette