Main partner:

Jobs

Adyoulike e Sizmek, accordo all’insegna del Native Programmatic

Adyoulike, la piattaforma specializzata in pubblicità native in-feed di cui Good Move è rivenditore esclusivo per il mercato italiano, ha annunciato una nuova partnership strategica con Sizmek. Un’integrazione che consentirà ad aziende ed agenzie di erogare campagne contestuali personalizzate attraverso StrikeAd, la DSP mobile-first di Sizmek.

“La SSP di Adyoulike – recita la nota ufficiale – utilizzerà il protocollo standard OpenRTB 2.3 per erogare contenuti native in-feed, integrati in maniera programmatica in StrikeAd”. Una novità che metterà a disposizione degli utilizzatori di StrikeAd tutto un nuovo network di editori prima non disponibili, dandogli la possibilità di accrescere la loro reach sui device mobili con campagne personalizzate e altamente targettizzate.

«Sizmek è il partner perfetto per noi. Consente a brand, agenzie, editori e trading desk di costruire e targettizzare annunci per raggiungere utenti in tutto il mondo, e connettersi con il pubblico ideale sui vari canali, sia in programmatic che in maniera diretta. Adesso con questa partnership [i marketer] avranno accesso a più editori a livello globale, utilizzando la tecnologia programmatica per crare campagne contestuali in-feed altamente targettizzate», commenta Francis Turner, U.S. Managing Director US di Adyoulike.

«Consentendo ad aziende ed agenzie di erogare annunci native in-feed personalizzati su un network più ampio di editori, la partnership aprirà un nuovo mondo di opportunità per campagne personalizzate, efficaci, misurabili e attraenti», ha aggiunto Andrew Morsy, Managing Director UK di Sizmek.

Programmatic native, Sharethrough integra la DSP di Sizmek

Sharethrough integra le sue soluzioni di Programmatic native con la DSP StrikeAd di Sizmek.

Ciò permetterà a trading desk e compratori media che utilizzano la demand-side platform della società di Programmatic mobile-first di accedere ad un pubblico più vasto, con pubblicità collocata su app e siti mobile su Sharethrough Exchange.

L’accordo è valido anche per l’Italia: «Le integrazioni tecnologiche sulla piattaforma Sharethrough sono immediatamente disponibili su tutti i mercati per cui anche la DSP di Sizmek StrikeAd può comprare inventory italiana in open market. Il processo di integrazione verso Sharethrough delle maggiori DSP al mondo va verso il completamento entro il primo trimestre dell’anno; editori e inserzionisti hanno oggi a disposizione una grande opportunità per rivoluzionare la propria offerta native Premium grazie al nostro supporto», ha dichiarato Cristina Pianura, Managing Director di Prime Real Time-Gruppo Triboo, che nel nostro Paese è distributore esclusivo delle soluzioni della SSP native.

L’operazione combina l’API mobile e il motore di ottimizzazione e supporto di Sizmek con la rete di editori premium della supply-side platform.

Al momento, i nuovi strumento sono attivi per il display native mobile, nelle prossime settimane saranno inclusi ulteriori formati, tra cui il video, che si prevede trainerà la crescita di tutto il segmento Native nel 2017.

Sizmek integra Peer39 nella DSP StrikeAd, per campagne mobile targettizzate e brand-safe

Sizmek ha annunciato l’integrazione tra Peer39, piattaforma di targeting e brand safety acquisita nel 2012, e StrikeAd, DSP mobile parte della società da un anno.

L’integrazione porterà i dati contestuali pre-bid precedentemente disponibili tramite Peer39 solo su desktop anche nell’ecosistema mobile, dove saranno utili per acquistare inventory in programmatic sia su web che su app. Il risultato? “I media buyer potranno acquistare posizionamenti brand-safe e premium per le loro campagne mobile – recita una nota ufficiale di Sizmek -, con un’alta rilevanza, una diminuzione degli sprechi di investimenti e un supporto scalabile che deriva dall’elaborazione di oltre 100 miliardi di richieste pubblicitarie al giorno”.

Peer39 assicura che gli inserzionisti possano acquistare la loro inventory in maniera efficiente, proponendo una dettagliata classificazione per specifiche verticalizzazioni, ad esempio per industry di riferimento come moda, viaggi o auto. La piattaforma, inoltre, possiede una soluzione di targeting per le app, che organizza le inventory sia per categoria di applicazione, che per popolarità, commenti degli utenti, lingua e altro. Tutti strumenti utili a pianificare in maniera oculata le campagne mobile, colpire il giusto target ed evitare dispersioni di investimenti.

Sizmek si potenzia sul fronte mobile con l’acquisizione della DSP StrikeAd

Quasi 12 milioni di dollari (11,7 per l’esattezza). E’ questa la cifra spesa da Sizmek per l’acquisizione della DSP mobile StrikeAd.

Una mossa, ufficializzata in occasione della pubblicazione del bilancio Q1 2015 della società, che va nella direzione di un potenziamento dell’offerta sul fronte mobile, dopo l’acquisizione di Aerify, specializzata in mobile tracking e retargeting l’anno scorso.

Le revenue riferite al primo trimestre del 2015 hanno registrato un calo del 4% sullo stesso periodo del 2014, a quota 36,8 milioni di dollari, ma a perimetro omogeneo, il fatturato è cresciuto del 2%, a 39 milioni di euro. I prodotti chiave dell’offerta di Sizmek hanno visto importanti crescite: le revenue da in-stream video sono aumentate del 10% e i prodotti data-driven (che includono programmatic decisioning, viewability e verification) del 32%.

Ma è stato il mobile a fare la parte del leone, con un raddoppio (+103%) delle revenue sul Q1 2014. E a quanto pare, la società ha deciso di continuare a puntare strategicamente su questo canale, con una DSP dedicata.

La piattaforma StrikeAd sarà tenuta separata dalla già esistente MDX, ma verrà utilizzata come parte di un sistema demand-side capace di consentire alle aziende di costruire campagne, gestire i dati, targettizzare i consumatori, acquistare gli spazi e gestire e analizzare gli annunci in real-time.

StrikeAd continuerà a occuparsi dei suoi propri clienti che, inoltre, avranno accesso anche alla piattaforma di ad management di Sizmek.

Un’acquisizione, quella della DSP mobile, su cui Sizmek punta molto. Secondo quanto recita il bilancio, infatti, da questa operazione la società si aspetta un balzo delle revenue di 10 milioni di dollari, e una chiusura dell’anno tra i 188 milioni e i 193 milioni di dollari.

L’accordo dovrebbe essere finalizzato entro la fine di maggio.

Le più lette