Main partner:

Jobs

Social adv su editori premium in programmatic: la novità di Cadreon

Cadreon ha lanciato un nuovo marketplace che consente ai brand di acquistare formati social nativi su oltre 100 editori premium, tra cui BuzzFeed e News Corp. Lo riporta il sito americano AdExchanger.

Questi formati, che mimano nell’aspetto quelli di social come Facebook e Instagram (e il loro tasso di interattività), fino ad ora erano raggiungili dagli inserzionisti solo attraverso accordi diretti con gli editori, ma non in programmatic. Il marketplace di Cadreon, che nasce grazie a un accordo tra il braccio ad tech di IPG e il fornitore tecnologico Polar, apre di fatto grandi opportunità per i brand, che potranno utilizzare le loro creatività social anche nell’open web, in maniera programmatica.

Attualmente sono sei le aziende che stanno testando il marketplace in Nord America, Australia e Olanda, ma secondo quanto riporta la testata, l’iniziativa verrà ampliata a nuovi clienti e mercati a gennaio 2020.

Cadreon sta attualmente lavorando anche sull’aggiunta di nuovi formati ed editori e sull’estensione del marketplace al mercato aperto, con la possibilità di utilizzare blacklist e whitelist per una maggiore qualità della pubblicità e sicurezza dei brand. Attualmente i formati sono disponibili solo su mobile.

Next 14 acquisisce l’agenzia di tech marketing Adbibo e rinforza la presenza in Spagna

Next 14, gruppo italiano attivo nelle marketing technologies, ha completato mercoledì a Madrid l’acquisizione del 51% di Adbibo, un’agenzia di tech marketing spagnola specializzata nell’offrire a brand ed agenzie sofisticate capacità di targeting nella pianificazione digitale, attraverso la piattaforma proprietaria di social media advertising Predactive.

L’accordo prevede una forte e reciproca integrazione tecnologica con Turbo, il trading desk indipendente del Gruppo attivo sul mercato italiano.

In particolare, Turbo potrà sfruttare la piattaforma Predactive per offrire ai propri clienti innovativi servizi sul fronte social adv. Mentre Adbibo completerà la sua offerta a brand e agenzie spagnole con i servizi di Programmatic Advertising  – sia in modalità managed services che self-service –  grazie all’utilizzo delle piattaforme Audience Lab e White Rabbit, sviluppate da Turbo negli ultimi anni.

“Siamo entusiasti di entrare a fare parte di Next 14 – dichiara in una nota Mikel Lekaroz, fondatore di Adbibo, in passato Presidente di IAB Spagna e che rimarrà azionista di minoranza nella società  – e l’accesso alle piattaforme del Gruppo ci consente da subito di estendere in modo estremamente qualificato e significativo la nostra offerta verso i clienti che sino ad ora hanno utilizzato ed apprezzato Adbibo solo sul fronte social adv”.

Mikel-Lekaroz
Mikel Lekaroz

Adbibo si trasferirà immediatamente nei nuovi uffici di Next 14 a Madrid, che oltre ad Oz Digital, potranno ospitare le nuove iniziative programmate nei prossimi mesi sul mercato spagnolo.

“L’acquisizione di Adbibo è un passo importante per la nostra crescita in Spagna – dice Marco Ferrari, Ceo di Next 14 – Oltre alle sinergie tra Adbibo e Oz Digital sul fronte full-stack e tra Adbibo e Turbo sul buy side, crediamo che altre delle attività che ci stanno dando grandi soddisfazioni in Italia, penso ad esempio ai servizi di proximity marketing e advertising di JoinTag, possano essere replicate con successo in Spagna”.

Next 14, che ha chiuso il 2017 con ricavi a 18,3 milioni e dichiara la previsione di superare i 30 milioni di fatturato già nel 2018, è il primo gruppo indipendente italiano attivo nelle marketing technologies e una delle aziende digitali europee a più forte tasso di crescita, recentemente premiata ad Amsterdam con il il “Red Herring Top 100 Europe”, il prestigioso premio istituito nel 1996 dall’omonima rivista americana, che premia ogni anno le più promettenti iniziative imprenditoriali in ambito tecnologico dell’area europea.

Facebook: disponibile a livello globale il Cost-per-View Bidding per gli annunci Video

Dopo una fase di test avviata sul finire di giugno, Facebook annuncia tramite un post nella sezione news del blog dedicato ai Marketing Partners che l’offerta Cost-per-view (CPV) bidding è ora disponibile per tutti gli advertiser a livello globale.

In pratica, ora a tutti gli inserzionisti è data la possibilità di fare offerte per la diffusione dei propri video pubblicitari in base al CPV. Facebook a tale proposito specifica che sarà possibile per gli advertiser piazzare un’offerta per views pari ad almeno 10 secondi. Insomma, gli annunci video verranno pagati solo se visualizzati almeno per questo tempo.

In ogni caso, il social non manca di raccomandare ai propri partner di non abbandonare il reach and frequency buying o quello a oCPM (optimezed cost per mille impression), opzionando il CPV solo se veramente sicuri che la metrica basata sulle views sia realmente l’unica capace di restituire una misura giusta rispetto al proprio investimento e agli obiettivi prefissati. Insomma che valga il prezzo a cui si acquista.

Leggi l’articolo completo su Engage.

Virgin Active: geolocalizzazione e geotargetizzazione per la campagna Always Discovering

Virgin Active, società del settore fitness e benessere del gruppo Virgin, torna in campagna con Initiative, con una presenza nelle principali città italiane allo scopo di allargare le iscrizioni nei propri Club. A supporto dell’attività di comunicazione, l’agenzia media parte di IPG Mediabrands, guidata in Italia da Vita Piccinini, ha curato la pianificazione di una campagna integrata su diversi mezzi, in particolare con quelli che permettono di lavorare in un’ottica di geo-localizzazione e geo-targettizzazione.

Virgin Active Group ha ideato una adv con messaggio globale “Always Discovering”, che invita tutti a “Scoprire come fare un salto in avanti”, recandosi nei diversi Club Virgin Active in Italia per il ritiro di uno Start Pack e la scoperta degli allenamenti The Grid e Yoga&Pilates da provare a casa. La campagna è stata declinata sul territorio nazionale e, grazie al digital, è stata studiata un’attività geo-profilata che ha interessato le città che ospitano i 29 club della catena, con una pianificazione cross device, sia desktop sia mobile, in grado di utilizzare in maniera sinergica display, dem, social adv. La campagna ha sfruttato anche le potenzialità di Cadreon, trading desk del Gruppo Interpublic, specializzato in servizi di programmatic marketing, con l’obiettivo di potenziare il focus sulle aree geografiche di interesse e sul target di riferimento attraverso una pianificazione in real time bidding e una geo-profilazione mirata.

Inoltre, è stata pianificata anche una campagna affissione.

(Leggi maggiori dettagli su Engage.it)

Le più lette

Wordpress Social Share Plugin powered by Ultimatelysocial