Main partner:

Jobs

Engage partner della sala Programmatic al Web Marketing Festival: il programma

Manca ormai poco più di una settimana all’apertura dell’edizione 2018 di Web Marketing Festival, l’evento di Rimini dedicato all’innovazione digitale e al web marketing in tutte le sue sfaccettature. Per la prima volta su tre giorni – 21, 22 e 23 Giugno al Palacongressi della città romagnola – il Festival quest’anno si presenta con un programma più ricco che mai, con oltre 300 espositori, 400 speaker complessivi e 40 sale tematiche dedicate alla formazione su temi verticali.

Tra queste, una è dedicata al Programmatic Advertising ed è organizzata in collaborazione con Engage, che ha cooperato con gli organizzatori di Search On Media Group nella selezione degli speaker e nella definizione dei contenuti della sala, confermando così la propria expertise in questo campo maturata con Programmatic Italia e con Programmatic Day, il più importante evento italiano dedicato al mondo dell’ad tech.

Nato appena sei anni fa, il Web Marketing Festival di Rimini si è rapidamente fatto largo nel panorama degli eventi dedicati al marketing online e alla digital economy, conquistandosi un ruolo di rilievo sia a livello nazionale che a livello internazionale.

I numeri da record dell’edizione 2017 – oltre dodici mila presenze registrate al Palacongressi – hanno spinto gli organizzatori ad allungare da due a tre giorni la durata della manifestazione. Se in plenaria quest’anno si avvicenderanno esperti di fama internazionale provenienti da aziende che dettano legge nel loro settore, come per esempio Amazon, Microsoft e Google, altrettanto interessante appare programma delle oltre 40 sale formative, che approfondiranno i più svariati temi del marketing digitale, dal contenuto ai social media, dal video all’email marketing e molto altro.

Programmatic al WMF 2018: Il programma

Per quanto riguarda la sala Programmatic, il programma si concentrerà nella giornata del 21 di giugno e vedrà l’intervento di sei relatori, moderati dal direttore di Engage e Programmatic Italia, Simone Freddi.

Ad aprire il lavori della sala sarà Marco Dall’Olio, B2C Sales & Marketing Manager di Infinity TV, che spiegherà come impostare una strategia full programmatic, partendo dal team di lavoro per arrivare alle piattaforme e alla realizzazione di uno storytelling efficace.  Claudio Calzolari, Co-Founder e Ceo di Turbo, spiegherà invece come i dati di prossimità possano impattare sulle strategie di comunicazione ed essere usati in modo proficuo con gli strumenti del programmatic.

Quindi Gaetano Polignano, Country Manager di Tradelab, illustrerà le soluzioni offerte dal programmatic per massimizzare la visibilità di un messaggio pubblicitarioPatrizia Conte, Ceo e Founder di Oyster, fornirà invece un punto di vista originale sull’evoluzione del programmatic negli ultimi 5 anni fino a definire nuovi ruoli e nuovi valori per la gestione di campagne pubblicitarie efficaci in un ecosistema sempre più complesso.

Enrico Nunnari, Head Of Sales di UpStory, parlerà delle sempre più forti connessioni tra il programmatic e il native advertising. Infine Davide Panza, Cmo e Co-Founder di Digital MDE, aprirà una finestra sul mondo del Digital Audio, un nuovo canale può diventare un potente alleato della comunicazione dei Brand e un protagonista nel media planning delle agenzie, anche in programmatic.

Spazio all’intrattenimento

Oltre a una vera e propria abbondanza di seminari sul marketing, occasioni di aggiornamento professionale e stand informativi, quest’edizione del Web Marketing di Rimini ha anche in serbo un ampio novero di attività, appuntamenti e iniziative.

Tra le principali, si segnalano la Startup Competition, il Digital Job Placement, i WMF Awards.

Nell’arco della manifestazione non mancheranno poi momenti di show e intrattenimento artistico e musicale con diversi ospiti che si alterneranno sul palco, tra cui Gli Autogol, e un contest musicale in collaborazione con RDS 100% Grandi Successi. A condurre la tre giorni, insieme a Cosmano Lombardo, Founder e Ceo di Search On Media Group, ci saranno Elio e Le Storie Tese e Cristina Chiabotto.

Programmatic Italia a AdWorld Experience con Appnexus, Turbo, Adform, Outbrain e Twow

Si parlerà anche di Programmatic Advertising quest’anno a AdWorld Experience, l’evento sul mondo delle piattaforme “Pay Per Click” fondato nel 2012 da Gianpaolo Lorusso e in programma i prossimi 12 e 13 aprile allo Zanhotel Europa di Bologna.

Nell’ambito della prima giornata di lavori, Simone Freddi, direttore di Programmatic-italia.com, modererà una tavola rotonda sul Programmatic Advertising cui interverranno Bruno Schirò (AppNexus), Matteo Pomi (Turbo), Alfonso Mariniello (Adform), Fabio Grassini (Outbrain) e Saverio Bruno (Twow).

Obiettivo dell’approfondimento è quello di fornire a una platea di inserzionisti e agenzie interessati al mondo del PPC una panoramica sintetica dello scenario del Programmatic in Italia. Qual è il valore aggiunto di questo canale? Possono utilizzarlo solo i grandi inserzionisti o anche le PMI? Che integrazioni sono possibili tra il Search Engine Marketing o il Social Media Marketing e il Real Time Bidding? Che possibilità di targeting può offrire? Queste alcune delle domande a cui si cercherà di rispondere nell’ambito della sessione, della durata di circa un’ora e mezza a partire dalle 16:00.

In attesa dei Programmatic Day(s) del 18 e 19 aprile, Programmatic Italia scalda quindi i motori con un altro momento divulgativo dedicato al settore, in continua crescita, dell’ad tech.

Buongiorno, Programmatic!

Da questa mattina è online Programmatic-italia.com, un nuovo sito internet targato Edimaker – già editore del sistema Engage – e dedicato al mondo del Programmatic Advertising.

Trattandosi di un prodotto editoriale assolutamente originale per quanto riguarda l’Italia, la sfida è ardua. Per fortuna però non siamo soli: Programmatic Italia è sostenuto da cinque prestigiosi partner che operano in questo mercato in ruoli diversi: si tratta di GroupM, eBay Advertising, Prime Real Time, Turbo e DotAndMedia, che ci aiuteranno ad alzare il livello dell’iniziativa, condividendo con noi di Engage la volontà di contribuire a fare chiarezza su un fenomeno irreversibile sul digitale e destinato a coinvolgere, presto, anche i mezzi “tradizionali”.

L’auspicio comune è che Programmatic-italia.com possa rivestire nel nostro mercato il ruolo che testate come AdExchanger.com o ExchangeWire.com rappresentano all’estero, contribuendo alla diffusione della conoscenza sul tema del Programmatic presso tutto l’ecosistema del digitale, favorendone di conseguenza l’efficienza. Il tutto, ovviamente, tenendo ben presente che il mercato in Italia è sostanzialmente ancora “neonato” e che per crescere sano ha senz’altro bisogno di informazione e trasparenza.

Oltre al sito, la proposta editoriale di Programmatic-Italia sarà completata da una newsletter settimanale e, perché no, da un magazine cartaceo quando ve ne sarà l’occasione, replicando in piccolo lo schema di Engage che molti di voi ormai conoscono bene.

Dopo meno di un anno dalla nascita di Engage, con Programmatic Italia prende vita il primo progetto editoriale “cugino” della testata madre. Non sarà l’unico. Ma procediamo un passo alla volta!