Main partner:

Jobs

Adform avvia il suo programma di partner certificati: nasce “Trusted Partners Program”

Adform ha annunciato il lancio di un proprio programma di partner certificati, Trusted Partners Program.

In questo modo, la piattaforma indipendente di ad tech vuole offrire ai propri clienti “nuovi ed esistenti” una soluzione “pronta all’uso, certificata e indipendente” per consolidare e ottimizzare i propri servizi in outsourcing e i processi di integrazione nell’ambito dell’advertising online verso una serie di fornitori di tecnologie che offrono “servizi, soluzioni e prodotti di massima qualità“, si legge in una nota.

Il programma è in fase di lancio e coinvolge nove partner accreditati in diverse specializzazioni, tra cui audience data, verification, software di automazione media e marketing, come: ADmantX, Adsquare, Eyeota, Freewheel, Global Data Resources, Integral Ad Science, SAP, SAS e Semasio.

Questi partner, spiega Adform, sono “leader riconosciuti nelle proprie aree di competenza e forniscono soluzioni ampiamente utilizzate dal mercato. Soddisfano rigorosi standard di accuratezza e utilizzano metodologie affidabili per migliorare le campagne realizzate da advertiser, marketer e brand. Adform lavorerà a stretto contatto con questi player per garantire che le soluzioni rispettino la privacy degli utenti”.

Con Trusted Partners Program, Adform offre una propria risposta rispetto a un tema di attualità nell’ambito del programmatic, ossia l’estrema frammentazione del mercato. Come sottolinea la società citando Lumascape, nel settore dell’ad tech negli ultimi 10 anni si sono formate oltre 5.000 nuove società. “Trusted Partners Program si basa sugli oltre 17 anni di esperienza di Adform nel digital advertsing e offre agli inserzionisti un’alternativa trasparente, pronta all’uso, certificata e indipendente in un ecosistema sovraffollato – perché avere a disposizione un numero sempre più grande di opzioni non significa necessariamente possibilità di scelte migliori“, scrive adform.

“Il programma Trusted Partners Program di Adform punta sulla trasparenza, fornisce integrazioni più profonde, standard di servizio più elevati e rafforza l’impegno dell’azienda nel fornire un accesso semplice ai migliori dati e servizi di digital advertising del mercato. Sappiamo che tutte le piattaforme adtech consentono l’integrazione con quasi tutti gli operatori del settore, ma il modo in cui questa viene affrontata, così come il modo in cui i servizi e i prodotti vengono mostrati al cliente attraverso l’interfaccia utente, può variare notevolmente”, dichiara Filippo Gramigna, VP Business Development di Adform.

“Rimaniamo una piattaforma aperta, il cui approccio consente un metodo su misura ed efficiente in termini di risorse per tutti i partner. Continueremo a lavorare per stabilire standard comunemente accettati e soluzioni avanzate che aiutino ad alzare l’asticella nell’industry”, conclude il manager.

Microsoft, SAP e Adobe lavorano a un modello unico per la condivisione dei dati

Microsoft, SAP e Adobe si alleano sul fronte dati e annunciano la nascita del progetto Open Data Initiative, volto a facilitare la condivisione dei dati tra le piattaforme.

L’iniziativa è volta alla creazione di un modello unico di dati sugli utenti, condivisibile tra le società, che da un lato possa garantire ai consumatori maggiore trasparenza e controllo sulla privacy, e dall’altro possa rendere più facile per le aziende trasferire i loro dati da una piattaforma all’altra.

Attualmente, infatti, le informazioni in possesso delle aziende sono di vario tipo, e non rifacendosi ad uno standard unico è spesso complicato condividerle tra diverse piattaforme. Il che in ultima istanza rende difficile sfruttarne appieno il potenziale.

L’intenzione delle tre società è quella di costruire un framework aperto che possa mettere a fattor comune svariati tipi di insight sui consumatori, dai dati di CRM a informazioni sui comportamenti d’acquisto ad altre tipologie. Le tre società non hanno ancora fornito dettagli sul funzionamento di questo modello unico, ma quel che si sa è che Adobe lo utilizzerà per la sua Customer Experience Platform, Microsoft per la sua soluzione Dynamics 365 CRM e SAP per la sua piattaforma Hana e per le piattaforme di CRM.

Sizmek, Volker Hatz entra come Chief Data Officer

Sizmek ha scelto Volker Hatz come suo primo Chief Data Officer, avrà il compito di supervisionare il business dati della società ad tech, incluse le operazioni relative agli stessi, le strategie di analytics e l’innovazione.

“Gli operatori stanno potenziando le loro competenze in ambito dati e tecnologia per competere al meglio nella prossima era della pubblicità digitale”, ha dichiarato Hatz, “Sizmek possiede già soluzioni dati di alto livello che assicurano ai marketer di raggiungere i propri obiettivi. Non vedo l’ora di proseguire la tradizione di innovazione della società”.

Hatz porta in Sizmek oltre vent’anni di esperienza nel segmento delle tecnologie per l’informazione e la pubblicità. Precedentemente, è stato Global Head di SAP XM DMP Solution in SAP Exchange Media. Nel corso della sua carriera, ha anche assunto ruoli chiave nella creazione di tecnologie fondamentali per l’industria pubblicitaria.

Contemporaneamente, la società ha annunciato l’arrivo di Kees de Jong, a cui è stata affidata la carica di General Manager Apac. De Jong sarà responsabile della supervisione delle attività nella regione dell’Asia Pacifica. Più nel dettaglio, si occuperà dell’ingaggio dei clienti, dello sviluppo delle vendite e dell’innovazione, della pianificazione strategica e della crescita dei ricavi.