Main partner:

Jobs

eBay punta su dati e machine learning: annunciata l’acquisizione di SalesPredict

eBay ha annunciato che acquisirà SalesPredict, un’azienda israeliana specializzata in analytics avanzati utilizzati per prevedere i comportamenti d’acquisto e le conversioni dei clienti. È l’ultima operazione messa a segno dal sito di vendite ed aste online, a supporto delle sue attività in ambito di intelligenza artificiale, apprendimento automatico (detto anche machine learning) e data science.

In seguito all’accordo, parte del personale di SalesPredict si unirà all’unità di eBay dedicata ai dati strutturati, lavorando all’interno del suo Development Center a Netanya. Il Co-fondatore e Ceo di SalesPredict, Yaron Zakai-Or, avrà il ruolo di Director of Product Management and Technology mentre la Co-fondatrice e Cto Kira Radinsky, sarà Director of Data Science e Chief Scientist di eBay Israele.

“La grande esperienza di SalesPredict nelle analisi predittive e nell’apprendimento automatico contribuirà a rafforzare gli impegni di eBay sul fronte dati strutturati. A favore dei nostri compratori, ci aiuterà a comprendere meglio gli attributi dei prodotti che differenziano il prezzo e, per i nostri venditori, costruirà i modelli predittivi che possono definire la probabilità di vendere un dato prodotto ad un dato prezzo nel tempo”, ha commentato Amit Menipaz, Vice President and General Manager of Structured Data di eBay.

Sono tre le fasi in cui l’azienda di aste online lavora con i dati strutturati: raccolta, elaborazione e arricchimento, creazione di esperienze di prodotto. SalesPredict contribuirà all’elaborazione e all’arricchimento, specialmente per quanto riguarda gli insights per l’inventory.

“C’è opportunità enorme per estendere la nostra esperienza nell’apprendimento automatico e nelle analisi predittive per aiutare eBay ad identificare importanti attributi di prodotto che possono influenzarne il prezzo”, ha dichiarato Yaron Zakai-Or, “Insieme con l’ampio team di eBay al lavoro sui dati strutturati, daremo ai venditori più informazioni sul valore degli oggetti, con il fine ultimo crescere le conversioni alla vendita dei clienti”.