Main partner:

Jobs

SpotX e smarclip si fondono e danno vita a un’unica piattaforma ad tech globale per il video

SpotX e smartclip hanno annunciato oggi la conclusione delle principali fasi relative alla loro fusione per diventare una società globale guidata da un management team congiunto. La prima a dare l’annuncio di questo piano, soprannominato “One Team, One Platform,” è stata la casa-madre, RTL Group, a novembre 2017.

La nuova azienda di ad serving e monetizzazione di pubblicità video opererà negli Stati Uniti e a livello globale sotto il marchio SpotX. In alcuni specifici mercati, tra cui l’Italia, si continuerà a usare il consolidato marchio smartclip, che continuerà ad offrire i propri servizi agli operatori locali. SpotX renderà noti ulteriori dettagli nel corso delle prossime settimane.

Mike-Shehan-spotx
Mike Shehan

L’unione di SpotX e smartclip, entrambe operanti nel nostro paese e guidate rispettivamente da Fabio Zoboli e Luca Di Cesare, contribuirà ad aumentare notevolmente la visibilità della società a livello internazionale, si legge nella nota, generando più del 40% del proprio business al di fuori degli Stati Uniti. Questa fusione inoltre consentirà a SpotX di dedicare notevoli risorse all’ampliamento degli investimenti per l’espansione e per l’innovazione.

I co-fondatori di SpotX, Mike Shehan e Steve Swoboda, manterranno le loro rispettive cariche di CEO e CFO di SpotX, mentre i co-fondatori di smartclip, Jean-Pierre Fumagalli e Roland Schaber, assumeranno il ruolo di General Manager per l’Europa: in particolare, Fumagalli continuerà a occuparsi di Business Development, a Schaber sarà invece affidato il lato operativo delle attività. J. Allen Dove manterrà la carica di CTO della nuova società unificata, mentre Thomas Servatius sarà CTO per European Broadcaster Solutions sotto la diretta supervisione di Mike Shehan.

jean pierre fumagalli-spotx
Jean-Pierre Fumagalli

“Nel settore del ‘total video’, la dimensione è importante e l’unione tra SpotX e smartclip ci permetterà di avere maggiore peso ed efficienza competitiva nel panorama in continua evoluzione del programmatic video, sfruttando l’enorme potenziale offerto dai nostri innovativi servizi, prodotti e piattaforme tecnologiche. I risultati evidenziano l’impegno dell’intero gruppo per offrire a clienti e partner la chiave del successo e unire le forze di due grandi aziende caratterizzate da un obiettivo comune. Questo è un elemento chiave nella strategia ‘Total Video’ di RTL Group”, ha commentato il co-fondatore e CEO di SpotX.

Le tecnologie data-driven e la monetizzazione su più dispositivi sono essenziali in Europa. Siamo entusiasti di questa unione che ci permetterà di dare ulteriore risalto ai nostri talenti locali, di comprovata esperienza, e alla nostra impareggiabile offerta di prodotti su tutto il mercato europeo”, ha aggiunto Fumagalli.

Roland Schaber-spotx
Roland Schaber

Come primo partner RTL Group ha scelto di implementare la nuova piattaforma unificata SpotX in Germania sul broadcaster Mediengruppe RTL Deutschland, che è parte del gruppo, a partire da marzo 2018.

Uno stack ad tech integrato, olistico e improntato sui dati, capaci di combinare ad serving e piattaforma programmatica e in grado di soddisfare l’intera gamma pubblicitaria ‘total video’ su qualsiasi schermo — inclusi TV OTT/connessi e Addressable TV: è questo, prosegue la nota, il frutto del passaggio da una situazione che vede numerosi fornitori di servizi esterni coinvolti, a una soluzione unificata.

La nuova organizzazione conterà oltre 550 dipendenti. Oltre ad occupare una posizione di leader negli Stati Uniti e in Asia Pacifica, la nuova SpotX opererà in 18 mercati aggiuntivi in Europa e America Latina, con 220 dipendenti assegnati in Germania, Regno Unito, Francia, Paesi Bassi, Belgio, Scandinavia, Irlanda, Italia e con ulteriori partner in Spagna e in America Latina. La fusione commerciale operativa delle due aziende verrà portata a termine nel corso del 2018.

RTL Group aveva acquisito smartclip per 47 milioni di euro a marzo 2016, mentre ad agosto dello scorso anno è diventata proprietaria al 100% di SpotX.

SpotX, accordo con FremantleMedia per monetizzare l’inventory video

SpotX ha siglato un accordo con FremantleMedia che permetterà alla compagnia televisiva di utilizzare la piattaforma per monetizzare la sua programmazione originale con pubblicità video mirata su un network di editori premium e servizi OTT.

Grazie alla tecnologia della società ad-tech, FremantleMedia gestirà le relazioni con i partner di distribuzione e centralizzerà la propria monetizzazione all’interno di un’unica piattaforma, vendendo audience e inventory su siti di terza parte e applicazioni in ambienti desktop, televisione connessa e web mobile; i formati erogati saranno sia lunghi sia brevi. La compagnia televisiva potrà inoltre usufruire dei servizi del Demand Facilitation di SpotX, controllata al 100% da RTL Group, per supportare le proprie strategie.

Gli inserzionisti che lavorano direttamente con le due società avranno accesso esclusivo e prioritario al catalogo premium e ai marchi globali di FremantleMedia, in piena trasparenza e con un controllo avanzato sui posizionamenti pubblicitari nei contenuti.

FremantleMedia venderà i propri spazi pubblicitari in ambienti private e curated Marketplace, con un focus sulla televisione connessa e su desktop con alta viewability.

Mediaocean investe 12,4 milioni di dollari in VideoAmp

VideoAmp ha raccolto 12,4 milioni di dollari in un giro di finanziamenti B Series guidato da Mediaocean e supportato degli investitori esistenti, inclusa l’emittente tedesco RTL Group che, comprando le azioni rimanenti, ha da poco ottenuto la totale proprietà di SpotX .

Il Ceo di Mediaocean, Bill Wise, entrerà a far parte del consiglio d’amministrazione di VideoAmp. Finora, la piattaforma per l’ottimizzazione dell’acquisto di pubblicità tv e video ha raccolto 36,6 milioni di dollari, che utilizzerà per finanziare l’assuzione di ulteriori data scientist, potenziare le sue squadre marketing e prodotto ed espandersi internazionalmente.

RTL Group diventa proprietaria al 100% di SpotX

RTL Group acquisisce il capitale restante, per l’esattezza il 36,4%, di SpotX, rendendosi proprietaria al 100% della società ad-tech. La chiusura dell’operazione è prevista per il mese di ottobre.

Già nel 2014, la compagnia media controllata da Bertelsmann aveva rilevato il 65% della piattaforma video, una quota pari a 144 milioni di dollari. Entrambe le società hanno comunicato che l’acquisto delle azioni rimanenti si è basato su un valore di impresa complessivo di 404 milioni.

SpotX ha fatto sapere che il Co-Fondatore e Ceo Mike Shehan e il Co-Fondatore, Coo e Cfo Steve Swoboda continueranno a gestire le attività quotidiane della struttura. Secondo quanto dichiara la società, da quando RTL Group ha effettuato il primo investimento gli utili netti di SpotX sono quasi raddoppiati, sono stati aperti sette uffici in sette paesi e sono state assunte 150 persone.

“Nel 2014, la quota di maggioranza in SpotX è stato il nostro primo grande passo nel settore della tecnologia pubblicitaria, ora ottenere la proprietà completa è un ulteriore importante passo verso la trasformazione di RTL Group in una “powerhouse” specializzata in video. Insieme con i manager esperti di SpotX e smartclip (le attività europee della SSP video sono state acquisite a marzo 2016), stiamo lavorando un ambizioso piano di crescita per il nostro business ad-tech, che include ulteriori acquisizioni, accordi e sinergie più profonde nel gruppo. La nostra visione condivisa è realizzare la principale offerta di monetizzazione video globale per emittenti e proprietari di inventario premium, con il fine di massimizzare il valore del loro pubblico”, hanno commentato Bert Habets e Guillaume de Posch, Co-Ceo di RTL Group.

A seguito di questa operazione, specifica la nota, SpotX comincerà a lavorare più a stretto contatto con la società sorella smartclip.

RTL Group acquisisce Smartclip per 47 milioni di euro

La multinazionale dei media RTL Group mette le mani su Smartclip, una tra le principali concessionarie internazionali di pubblicità video online, attiva anche in Italia sotto la guida del managing director Luca Di Cesare.

In accordo con gli attuali azionisti, il Gruppo RTL Deutschland acquisirà il 93,75% della partecipazione azionaria di Smartclip, con opzione d’acquisto delle rimanenti azioni. Jean-Pierre Fumagalli, CEO di Smartclip, continuerà a guidare la società

Luca_Di_Cesare_smartclip
Luca Di Cesare

L’acquisizione riguarda le attività di Smartclip in Germania, Paesi Bassi, Scandinavia e Italia. Le attività di Smartclip in Spagna e in America Latina sono fuori dal perimetro dell’operazione, ma il brand e la tecnologia della società continueranno ad essere commercializzati in questi paesi. Il prezzo d’acquisto per Mediengruppe RTL Deutschland del 93,75% dell’azionariato di Smartclip ammonta a 46,9 milioni di euro. La transazione è soggetta ad approvazione da parte del Germany Federal Cartel Office.

“Mediengruppe RTL Deutschland compie un importante passo nell’implementazione della propria strategia, volta a rafforzare la propria posizione di principale concessionaria per il video advertising, con l’acquisizione di Smartclip, una delle società più innovative e in rapida crescita nel mercato dell’online video advertising”, si legge in una nota.

Fondata nel 2008, Smartclip raccoglie l’inventario pubblicitario di video online di 700 editori internazionali e gestisce l’integrazione e la distribuzione di video advertising su ogni tipo di device capace di connettersi ad internet, fornendo inoltre soluzioni pubblicitarie per Connected TV e advertising multiscreen. 

Smartclip si integra nel piano di investimenti in advertising digitale di RTL Group, che comprende SpotX, una delle principali piattaforme per il programmatic online video advertising, di cui il gruppo possiede la maggioranza delle quote dall’estate del 2014. «Smartclip ci farà progredire su due fronti – commenta Matthias Dang, Managing Director IP Deutschland, concessionaria di Mediengruppe RTL Deutschland -: sul fronte dell’online video reach e sul fronte tecnologico. Insieme faremo crescere la nostra quota di mercato che, secondo le stime, raddoppierà entro il 2020».

Nel nostro Paese, dove Smartclip continuerà a operare con lo stesso brand, la società è impegnata in un di piano di espansione e sviluppo territoriale della propria offerta, nell’ambito della quale negli scorsi giorni è stato ufficializzato l’ingresso di Erica Speranza in qualità di Sales Manager Centro Sud Italia.

Le più lette