Main partner:

Jobs

Red Bull, primo caso in Italia di long video in programmatic con Initiative e Sharethrough

Il torneo di League of Legends promosso da Red Bull, grande evento per gli appassionati di intrattenimento videoludico che si svolgerà durante le prossima Milan Games Week, diventa l’occasione per il primo esempio in Italia di Native Video Strategy in programmatico via DoubleClick Bid Manager sulla suppy-side Platform di Sharethrough (leggi l’articolo sull’integrazione tra le due piattaforme). La pianificazione è stata curata da Initiative con il supporto di Cadreon.

La strategia distributiva sugli ad exchange, basata su un filmato emozionale di oltre un minuto, ha portato, afferma la nota, risultati positivi all’SSP, che è in grado di supportare con gli stessi parametri delle piattaforme Social un contenuto video complesso su prodotti editoriali Premium e sicuri per il marchio.

Il formato Video Native, prosegue la nota, permette la fruizione di un contenuto video in maniera non invasiva per l’utente finale adattandosi al contesto del sito e permette di:

  1. Aumentare il numero di Views in questa fase “teaser” di campagna
  2. Massimizzare il CTR e le visite al sito
  3. Generare una maggiore Awareness del brand.

«Siamo orgogliosi come Sharethrough Italia di aver supportato Red Bull nel primo esperimento di Video Native Strategy in programmatico – afferma Cristina Pianura CEO di Prime Real Time, vendor esclusivo di Sharethrough in Italia – Come ci conferma il mercato americano, questo esempio pionieristico indica la strada per affiancare le ordinarie strategie distributive di contenuto ad alto engagement che rappresenteranno il vero prodotto a valore aggiunto nel mondo Native nei prossimi mesi».

zeotap, i dati deterministici migliorano le performance della campagna Red Bull

Si è conclusa con risultati positivi la campagna di comunicazione digitale @Work di Red Bull, che per la prima volta in Italia ha utilizzato in modalità programmatica i dati deterministici e verificati della società tecnologica zeotap.

Con l’obiettivo di allargare le occasioni di consumo delle bevande energetiche all’interno di contesti lavorativi, Red Bull si è avvalsa della collaborazione di Initiative, agenzia media del gruppo IPG Mediabrands, insieme con il suo trading desk Cadreon, che ha selezionato zeotap e altri fornitori di dati per una campagna di pubblicitaria display automatizzata in ambiente mobile, destinata a varie tipologie di target come freelance, professionisti e manager aziendali.

zeotap è in grado di identificare alcuni milioni di utenti professionali con un elevato grado di precisione ricorrendo ai dati provenienti da compagnie di telefonia mobile, diversamente da altre società che derivano questo pubblico dall’analisi del comportamento di utenti consumatori sul web. I banner targettizzati facendo leva sui dati zeotap hanno aumentato l’efficienza della campagna, in termini dl click-rate, di più del 70% rispetto ad altri concorrenti.

«Abbiamo fatto una scommessa vincente con zeotap», ha commentato Francesco Cilea, Head of Brand di Red Bull Italia, «Da tempo abbiamo intrapreso la strada del programmatic advertising, che riteniamo sia particolarmente significativo in relazione alla capacità di indirizzare i nostri messaggi di comunicazione su target chiaramente identificati. zeotap si è dimostrato un partner decisamente affidabile, in grado di generare risultati attualmente incomparabili rispetto ad altri fornitori di dati».

«Siamo onorati di poter annoverare tra i nostri clienti un marchio come Red Bull, che rappresenta una delle pietre miliari del marketing mondiale negli ultimi anni» ha dichiarato Michele Rossi, Business Development Manager di zeotap Italia, «Ringraziamo Francesco per la fiducia che ci ha accordato, e i team di Cadreon e Initiative per la selezione dei profili e la pianificazione della campagna, con cui stiamo già predisponendo ulteriori attività nei prossimi mesi».

«Siamo decisamente soddisfatti della qualità dei dati deterministici di zeotap», ha aggiunto Luca Nicolai, Head of Cadreon Italia, «Siamo sempre alla ricerca di nuovi data partner per l’ottimizzazione del targeting delle campagne programmatiche, e gli eccellenti risultati ottenuti ci permettono di aumentare la soddisfazione di un importante cliente come Red Bull».

Recentemente zeotap è stata sottoposta ad un processo di verifica dei propri dati da AIMC in Spagna, dimostrando una accuratezza nel targeting fino al 94% e sei volte superiore rispetto alla media di mercato.

Red Bull punta sul Programmatic di Cadreon per le danze del Flying Bach

Torna nel nostro paese il Red Bull Flying Bach, lo show che fonde la spettacolarità della breakdance all’eleganza della musica classica.

Protagonisti degli appuntamenti, che coinvolgeranno le principali città italiane tra ottobre e novembre, sono la crew berlinese Flying Steps, quattro volte campione del mondo di breakdance, e la ballerina classica Virginia Tomarchio, tra le trionfatrici del talent Amici 14. Con la direzione artistica di Vartan Bassil e Christoph Hagel i ballerini dimostreranno che la breakdance e la musica del celebre compositore Johann Sebastian Bach possono fondersi perfettamente.

La campagna di comunicazione studiata per l’occasione è stata progettata da Initiative, network di comunicazione parte del gruppo IPG Mediabrands. L’agenzia media ha lavorato in un’ottica insieme nazionale e geo-localizzata, con gli obiettivi di creare awareness e sostenere la vendita dei biglietti nelle diverse tappe dell’evento.

È il video il primo pilastro strategico con l’obiettivo di garantire un’ampia copertura del target e di ingaggiarlo: è prevista una campagna televisiva sulle reti nazionali e digitali Mediaset, a cui si aggiunge un’attività di video comunicazione nelle metropolitane di Roma e Milano e un piano video digital che sfrutta le potenzialità del programmatic.

La campagna prevede un mix di creatività su diversi canali volta a far conoscere agli utenti l’evento Red Bull Flying Bach e a portarli nei teatri per assistere allo spettacolo. Grazie all’utilizzo di Cadreon, l’AdTech Unit del gruppo IPG Mediabrands specializzata in attività di programmatic buying, e del geo-behavioural targeting, sono stati intercettati gli utenti interessati al mondo della musica e, nello specifico, della danza, in modalità cross-device, per mostrare dapprima loro i contenuti e spingerli, successivamente, all’acquisto del biglietto per l’evento esattamente nelle città dove questo si terrà.

Red Bull mette le Ali al Programmatic Audio con Initiative e Cadreon

Si è conclusa pochi giorni fa la campagna Red Bull Occasions, dedicata al presidio delle occasioni di consumo che, tra le prime in Italia, ha integrato le potenzialità del Programmatic Audio all’interno di una più ampia strategia digitale.

La campagna, live nel mese di agosto, è stata pianificata da Initiative, network di comunicazione globale del gruppo IPG Mediabrands, con l’obbiettivo di aumentare la conoscenza e consolidare la reputazione del marchio, intercettando i potenziali consumatori alla guida.

Grazie a Cadreon, l’unità ad-tech del gruppo IPG Mediabrands specializzata in attività di programmatic buying, il claim “Red Bull ti mette le Ali” è stato quindi protagonista di una fra le prime campagne di programmatic audio in collaborazione con Spotify, il servizio musicale in streaming. Inoltre, attraverso l’acquisto dell’inventory mobile e dei dati di prima parte del player, Red Bull ha comunicato con il proprio target di riferimento azzerando la dispersione.

«Da sempre Red Bull si distingue per la sua capacità di innovare” – ha commentato Vita Piccinini, Managing Director di Initiative – “Ancora una volta, siamo molto contenti che abbia accettato di essere al passo con le grandi opportunità che l’evoluzione della tecnologia fornisce ai brand in fatto di comunicazione, che, come gruppo, siamo in grado di offrire ai nostri clienti fra i primi nel nostro mercato”.

Red Bull sceglie il programmatic per la campagna Drive

Red Bull è in radio e online con la campagna Drive, che promuove la bevanda energetica associandola a una occasione di consumo quotidiano.

La nuova campagna, a firma di Kastner & Partners, si inserisce in una strategia più ampia di presidio di tutte le consumption occasions potenziali, iniziata da qualche anno, ma potenziata già dal 2015. Al fianco del marchio c’è Initiative, network di comunicazione globale del gruppo IPG Mediabrands, che ha studiato un’attività di comunicazione integrata che abbina ai canali digitali una campagna radiofonica.

Tramite una campagna Facebook i messaggi saranno veicolati agli utenti interessati al mondo dei viaggi. Inoltre, grazie a Cadreon, l’Ad Tech Company di IPG Mediabrands, specializzata nelle attività di programmatic media buying, Red Bull sarà in grado di intercettare i potenziali consumatori in maniera efficiente ed efficace attraverso le capacità di targeting e ottimizzazione in tempo reale. A questo proposito Cadreon raggiungerà gli italiani già in viaggio o che si apprestano a partire, grazie a un mix di formati impattanti.

La campagna mobile prevede invece l’utilizzo di Waze, applicazione di navigazione stradale.

(Leggi l’articolo completo su Engage)

Red Bull e Initiative puntano sul programmatic per la campagna #aliallavoro

Nuova campagna per Red Bull, che promuove il consumo della bevanda energetica anche al lavoro. L’adv, creata da Kastner & Partners e pianificata da Initiative, network di comunicazione globale del gruppo IPG Mediabrands, invita a partecipare al concorso Red Bull @Work grazie al quale sarà possibile vincere un mini frigo brandizzato da portare in ufficio.

On air fino alla fine di maggio, la campagna si declina su social network, digital display, affissione e radio. I principali social network coinvolti sono Facebook e Twitter che, grazie a contenuti User-Generated, hanno l’obiettivo di spingere l’hashtag #aliallavoro.

Ruolo fondamentale nella pianificazione digital è quello di Cadreon, l’Ad Tech Company di IPG Mediabrands, specializzata nelle attività di programmatic media buying, con l’obiettivo di raggiungere il focus target del brand, attraverso le capacità di ottimizzare in tempo reale i messaggi pubblicitari durante le ore di lavoro.

(Leggi l’articolo dedicato su Engage)

Le più lette