Main partner:

Jobs

Pubblicità video, fondamentale l’approccio multi-schermo

Nel libro bianco dal titolo “Still Mixing It Up”, recentemente rilasciato, Videology ha rimarcato l’importanza dell’utilizzo combinato di Tv e video digitale per massimizzare l’efficacia della pubblicità video.

In particolare, la società fornitrice di software segnala un radicale aumento nella percentuale di campagne che utilizzano un approccio multischermo per la pubblicità digitale. Nel terzo trimestre del 2014, circa il 35% delle campagne attivate attraverso la piattaforma di Videology era multischermo, nel terzo trimestre del 2016, il dato è salito al 90%.

“Per il consumatore di oggi, specialmente tra i più giovani, saltare da uno schermo all’altro nel corso della giornata è naturale”, ha affermato Scott Ferber, Presidente and Ceo di Videology, “Gli inserzionisti hanno bisogno di seguire il loro pubblico per far sì che il loro messaggio sia ascoltato, i piani pubblicitari video e Tv in silos non sono in grado di raggiungere portate o risultati ottimali nell’odierno ambiente multischermo”.

Anche Videology porta il Programmatic al cinema. Accordo con Screenvision Media

Videology, fornitore di software per la pubblicità video e Tv, ha annunciato un accordo con Screenvision Media, società operante nella pubblicità per le sale cinematografiche.

Grazie a questa collaborazione, gli inserzionisti clienti di Videology avranno la possibilità di pianificare, comprare ed attivare attraverso una singola piattaforma campagne pubblicitarie cinema, video e tv. Le aziende potranno applicare i dati online e offline relativi agli interessi dei nuclei familiari, al consumo e alle transazioni all’inventory cinema, con l’obiettivo di effettuare targeting avanzato sulla grande rete di schermi di Screenvision Media.

“Sin dall’inizio, avevamo in programma di costruire una piattaforma che garantisse una vera convergenza video su tutti gli schermi”, ha dichiarato Scott Ferber, Fondatore e Ceo di Videology, “Attraverso la nostra relazione con Screenvision Media, ora abbiamo aggiunto lo schermo cinematografico alla nostra piattaforma. Ciò significa che i marketer possono gestire campagne applicando una strategia comune su quattro schermi: tv, cinema, mobile e desktop. Questa alleanza mostra ulteriormente il nostro impegno per costruire una soluzione video agnostica e di convergenza per far ottenere agli inserzionisti i migliori risultati possibili, a prescindere dalla tipologia di schermo”.

Viacom e American Express: accordo sui dati per la pubblicità tv

Viacom e American Express hanno annunciato oggi, nel primo Datafront organizzato e ospitato dalla compagnia media, un accordo esclusivo sulla pubblicità tv personalizzata che combinerà le forti competenze di American Express sui dati con Viacom Vantage, il motore per il targeting e le previsioni leader nell’industria. Il nuovo prodotto, chiamato Vantage Intent, powered by AmEx, fornirà ai marketer accurati insight sulle intenzioni di acquisto del consumatore offrendo, allo stesso tempo, opportunità di scala attraverso la televisione, il digitale e il social; la soluzione sarà disponibile per l’Upfront 2016.

“L’analisi a circuito chiuso di American Express, unica nel suo genere, darà a Vantage Intent, powered by AmEx la capacità di fare qualcosa senza precedenti: prevedere l’intento commerciale prima che si sia formato e raggiungere le persone nel momento giusto”, ha detto Kern Schireson, EVP Data Strategy e Consumer Intelligence. “Con questa intesa, Viacom porta avanti nuovamente la sua guida competitiva mentre forniamo agli inserzionisti accesso ad efficaci insight predittivi che hanno impatto straordinario in termini di scala attraverso tutti gli schermi sui marchi Viacom”.

Il prodotto si esprime in analisi proprietarie all’avanguardia e nella modellazione da parte di entrambe le compagnie. Utilizzando modelli avanzati, American Express analizzerà gran parte delle transazioni, dal valore di un miliardo di dollari, avvenute sulla sua rete a circuito chiuso, sulla base di dati aggregati e anonimizzati. I data scientist delle compagnie svilupperanno poi insight predittivi sulle preferenze di acquisto e sulle abitudini di un gruppo desiderato di consumatori. American Express condivide previsioni e modelli anonimizzati, non dati personali, per assicurarsi che la privacy dei suoi membri sia protetta.

Da questi insight, Viacom e American Express creeranno per gli inserzionisti segmenti avanzati di audience che ottimizzano i collocamenti pubblicitari al fine di raggiungere il pubblico sui canali Viacom, utilizzando il suo motore di targeting proprietario, questo ha la capacità di anticipare l’intento del consumatore prima che si esprima. “Per anni, gli insight dai dati a circuito chiuso di American Express sono stati la base per personalizzare programmi di marketing interni e di terze parti che connettono i nostri esercenti con milioni di membri nel mondo”, ha detto Manish Gupta, EVP Global Information Management & Data Products di American Express. “Ora, con Viacom, forniremo agli inserzionisti insight simili per raggiungere segmenti oltre la base di clienti di American Express. In un tempo in cui i marketer stanno cercando di raggiungere gli utenti oltre l’età e il sesso, i nostri analytics li aiuteranno raggiungere la giusta audience col giusto messaggio”.