Main partner:

Jobs

Torna a Milano la PubAcademy; Coccia: «Aiutiamo i clienti a comprendere l’evoluzione del Programmatic»

Dati, trasparenza, sicurezza online del marchio, qualità dei media, Ads.txt e GDPR. Sono i principali temi trattati nel corso dell’ultima edizione italiana della PubAcademy, tenutasi ieri mercoledì otto novembre presso il Palazzo Parigi Hotel and Grand Spa di Milano. L’evento, organizzato da PubMatic, ha visto la partecipazione di professionisti senior e manager provenienti da tutta la filiera, ossia editori, centri media e trading desk.

«La Publisher Academy è un format consolidato della nostra società: in ogni mercato dove siamo presenti organizziamo periodicamente questo evento per aiutare i nostri clienti a comprendere meglio l’evoluzione del Programmatic e coglierne tutte le opportunità. Gli argomenti trattati – i cambiamenti nelle Auction Dynamics con la crescita dell’Header Bidding, Ads.txt, GDPR e l’incontro con i Buyer – vanno in questa direzione e decretano il successo, edizione dopo edizione, della PubAcademy», ha dichiarato Cristian Coccia, Regional Director Southern Europe di PubMatic.

In particolare, Adam McEnery, Solutions Engineer di PubMatic, ha parlato delle dinamiche d’asta in Programmatic e di quanto sia importante comprendere le modalità in cui gli spazi pubblicitari sono commercializzati. Dopodiché, Amelie Grenier-Bolay, Director, Advertiser Solutions, Southern Europe della struttura, ha condotto la tavola rotunda intitolata “What Do Buyers Want From Publishers?”, a cui hanno partecipato Silvio Corbi, Head of Digital Planning di Mec (WaveMaker), Fabio Firinu, Head of Mobile di Havas, Enrico Quaroni e Francesca Pizzi, rispettivamente Regional Director e Platform Consultant di Sizmek, Lorenzo Giorda, Head of Agencies di DoubleClick Bid Manager, e Davide Ingrassia, Publisher Sales Director di Adform.

Dopodiché Diana Zighetti, Customer Success Manager, Southern Europe di PubMatic, si è soffermata sull’importanza di implementare in tempi rapidi l’Ads.txt, presentando alcuni dati, elaborati dalla stessa società, che dimostrano una forte accelerazione nell’adozione di questo strumento, sia nella regione EMEA che in Sud Europa. Secondo Zighetti, il progetto Ads.txt può aiutare gli editori nella gestione delle frodi migliorando sensibilmente la trasparenza nella catena di approvvigionamento.

Infine, Lapo Curini Galletti, Founding Partner dello Studio Legale DGRS, ha fornito un quadro esaustivo sulla General Data Protection Regulation, approfondendone i punti chiave.

PubMatic, a Milano la nuova edizione italiana della PubAcademy

La trasparenza nel settore della pubblicità digitale è il tema a cui è dedicata l’ultima edizione italiana della PubAcademy, che si terrà mercoledì otto novembre presso il Palazzo Parigi Hotel and Grand Spa di Milano. L’evento, organizzato da PubMatic, consterà di con un incontro di carattere riservato, previsto per il mattino, e un altro aperto, che si svolgerà nel pomeriggio.

Al primo, parteciperanno professionisti senior e manager selezionati provenienti da tutta la filiera (editori, centri media e trading desk), nel secondo, si alterneranno gli interventi di Cristian Coccia, Regional Director Southern Europe di PubMatic e di altri esponenti internazionali della società ad-tech.

In particolare, Adam McEnery, Solutions Engineer di PubMatic, parlerà delle dinamiche d’asta in Programmatic e di quanto sia importante comprendere le modalità in cui gli spazi pubblicitari sono commercializzati; Amelie Grenier-Bolay, Director, Advertiser Solutions, Southern Europe, condurrà il panel intitolato “What Do Buyers Want From Publishers?”, dopodiché Diana Zighetti, Customer Success Manager, Southern Europe, si soffermerà sullo strumento ads.txt e di come possa essere utile per combattere le frodi relative agli annunci digitali. Infine, Lapo Curini Galletti, Founding Partner dello Studio Legale DGRS, spiegherà ai partecipanti tutto quello che c’è da sapere sulla General Data Protection Regulation, la norma europea sulla protezione dei dati personali.

«La missione della PubAcademy, format ben collaudato che ha già toccato numerose altre città europee, è prettamente divulgativa: intendiamo esporre il nostro punto di vista sulle principali questioni che riguardano l’industria della pubblicità digitale, cercando al contempo di sensibilizzare gli operatori sui temi più critici», ha commentato Coccia.

L’inizio dei lavori è previsto per le 16:00, la chiusura dell’incontro avverrà invece alle 18:30.