Main partner:

Jobs

MainAd presenta Logico, la nuova soluzione di machine learning per la pubblicità digitale

In un incontro riservato alla stampa, tenutosi oggi presso il Bulgari Hotel di Milano, MainAd ha presentato ufficialmente Logico, uno strumento che impiega algoritmi di Machine Learning per ottimizzare l’acquisto e l’erogazione di pubblicità digitale.

La tecnologia di Logico, sviluppata dalla stessa società e totalmente proprietaria, si basa sull’infrastruttura cloud di Google, ovvero l’API (application programming interface) di Open Bidder, e utilizza il suo stesso motore di calcolo.

MainAd-presentazione-logico
Michele Marzan e Marino Gualano durante la presentazione di Logico

«La collaborazione con Google ci consente di ottenere un vantaggio competitivo rispetto ai nostri concorrenti perché siamo i primi ad utilizzare questo modello, infatti, il nostro caso sarà discusso proprio al Google Cloud Fest che si terrà a Milano il 28 giugno. Sotto il profilo tecnologico, siamo in costante aggiornamento grazie al lavoro dei nostri venti ingegneri; ambiamo a fornire un servizio replicabile e utilizzabile su scala globale», ha dichiarato Marino Gualano, General Manager di MainAd.

La soluzione si articola in una componente di bidding, orientata all’acquisto automatizzato, e in una di intelligenza artificiale, grazie a cui raccoglie e analizza i dati dei consumatori per implementare, secondo logiche predittive, strategie di comunicazione dinamica. Nello specifico, Logico consente alle aziende clienti di impiegare tecniche di retargeting e prospecting in Programmatic lungo tutto il funnel.

«Questa soluzione porta MainAd a un’evoluzione. Il machine learning è sicuramente l’approccio migliore per gestire i dati, grazie ad esso siamo in grado di raffinare le attività sia dal lato dell’acquisto che dal lato creatività. Grazie a Logico, già utilizzato da un terzo dei nostri clienti, continuiamo a crescere nonostante l’elevata competitività di questa industria», ha commentato Michele Marzan, Chief Strategy Officer della società pescarese.

mainad-michele marzan
Michele Marzan, Chief Strategy Officer di MainAd

MainAd continua a crescere. Al vaglio l’apertura in Cina e Stati Uniti

Fondata nel 2007 a Pescara da Piero Pavone, Marino Gualano e Marco Cotumaccio, rispettivamente Chief Operation Officer, General Manager e Chief Executive Officer, MainAd ha attraversato negli anni un processo di profonda trasformazione tecnologica e aziendale, evolvendosi da piccola società specializzata in Search Engine Marketing a operatore di rilievo nel mercato delle tecnologie per la pubblicità.

In dieci anni di attività, la struttura ha registrato un tasso annuo di crescita del 50%, fino a raggiungere un fatturato di 12,4 milioni di euro nel 2016; per quest’anno, l’obiettivo è fissato a quota 15 milioni. Attraverso le campagne gestite per i suoi 300 clienti, MainAd è operativa in circa ottanta paesi, con 380 milioni di utenti profilati.

MainAd-presentazione-logico
Un momento dell’incontro tra MainAd e la stampa

L’espansione, ha specificato Gualano, è esclusivamente organica e realizzata attraverso operazioni di autofinanziamento, anche se il management ha comunicato di essere disponibile in questo momento a proposte esterne di investimento: «Fino ad ora, in tanti hanno bussato alla nostra porta, abbiamo rifiutato le operazioni di carattere meramente finanziario o che non aggiungevano valore alla società, né sotto il profilo societario né sotto quello tecnologico. Da quest’anno, però, abbiamo deciso di aprirci al mercato».

Ad oggi, la società ad-tech impiega nel suo organico oltre ottanta professionisti in tutto il mondo ed è presente con otto uffici a Pescara, Milano, Londra, Instanbul, Santiago del Cile, Manila, Trivandrum e Bangalore, a cui in futuro potrebbero aggiungersi due nuove sedi localizzate negli Stati Uniti e in Cina.

Digitale e Programmatic al centro delle nuove strategie marketing di SNAI

Il digitale sarà una componente fondamentale delle nuove strategie di marketing di SNAI. Dalle campagne pubblicitarie su web e mobile alla customer experience, nel piano per il 2017 la società di scommesse sportive ha preventivato di stanziare il 40% degli investimenti complessivi in comunicazione proprio per i canali online.

E al Programmatic sarà dedicata una consistente quota di questo budget, ovvero il 30%; una decisione con cui SNAI punta a consolidare la leadership nel mondo del gioco.

Le attività programmatiche di SNAI

Le attività attraverso cui la società guidata da Fabio Schiavolin opera in ambito automatizzazione si distribuiscono in due fasi interconnesse: quella di prospecting, indirizzata a un target di riferimento identificato a priori, e di retargeting, attraverso una rete di siti e social media. Nella prima, si ingaggiano gli utenti attraverso banner su network di siti profilati per tipologia (ad esempio news e sport) e nella seconda sono proposti loro i banner sui siti che visitano.

Nel dettaglio, la tecnologia Popular Bets di SNAI metterà a disposizione dei clienti banner e video con le offerte migliori, tali da consentire esperienze di gioco su misura.

I partner di SNAI per le tecnologie pubblicitarie

Gli accordi con i partner internazionali Betgenius e Connextra renderanno anche possibile l’utilizzo di tecnologie avanzate come il Betslip Retargeting, attraverso il quale l’azienda conserverà traccia delle sessioni di gioco non concluse. In tal modo sarà possibile presentare agli utenti offerte promozionali, anche dopo l’uscita dal sito.

«L’innovazione è al centro delle nostre strategie per consolidare la leadership di mercato. Quello che vogliamo realizzare è un giusto mix tra le competenze che derivano dalla nostra storia e le nuove frontiere della tecnologia. Metteremo sempre più il cliente SNAI al centro delle nostre iniziative, attraverso una efficace sinergia tra tutti i canali distributivi. In questo senso stiamo testando tecniche innovative di acquisizione in un’ottica “omnichannel”», ha dichiarato Schiavolin, Amministratore delegato del Gruppo.

Le campagne di SNAI sono ideate e pianificate da agenzie interne specializzate, che si occupano della supervisione e del coordinamento delle attività di comunicazione per la società.