Main partner:

Jobs

Digital adv in estate: le campagne di turismo, food e beauty spingono di più

Investire sul digital advertising durante i mesi estivi è una mossa vincente perché le persone sono costantemente connesse tramite i loro smartphone o tablet anche quando sono in vacanza.

Una ricerca di Rocket Fuel, fornitore leader di una piattaforma di Programmatic Marketing, dimostra che in particolare nei mesi di giugno, luglio e agosto, gli investimenti pubblicitari su Internet mostrano una performance molto positiva (il 24% superiore alla media annua) e sono quindi un modo molto efficace per gli inserzionisti per raggiungere le persone a casa o ovunque siano in vacanza. La performance positiva degli annunci è correlata a una maggiore consumo dei media durante l’estate e questo aumento del consumo dei media può migliorare il rendimento della campagna.

Rocket Fuel, grazie alla tecnologia cross-device permette di ottimizzare le campagne, “seguendo” gli utenti qualunque dispositivo utilizzino durante le vacanze. Con Rocket Fuel i marketer possono quindi raggiungere un individuo nel momento di maggiore “influenzabilità”, sul dispositivo più appropriato e con il giusto messaggio per ottimizzare i risultati della loro campagna anche quando sono lontani da casa.

Inoltre, il successo di un marketer dipende dalla sua capacità di comprendere in quale momento un individuo specifico ha maggiore probabilità di eseguire un’azione definita per ottenere il miglior ROI possibile. Per fare questo bisogna analizzare molti più parametri relativi a come i diversi individui rispondono in diverse situazioni e decidere quali annunci mostrare, su quale dispositivo e in quale momento. Moment Scoring™ di Rocket Fuel effettua un calcolo in tempo reale, in base agli obiettivi di un marketer, su ogni possibile annuncio per determinare la probabilità che un consumatore esegua un’azione definita.

Alcuni mercati sono particolarmente avvantaggiati come ad esempio quello del turismo, food and beauty. Per il settore del turismo e viaggi in particolare, Rocket Fuel ha rilevato un aumento medio del 24% nei mesi di luglio e agosto delle performance, a fronte di un -6% dell’ad delivery e un +16% del consumo dei media. Nel food & beauty invece è stato rilevato in agosto un +57% delle performance, un +49% nel consumo dei media a fronte di un -55% nel delivery.

I marketer possono ora capire meglio come i dati cross device influenzano la performance di una campagna e possono beneficiare di insight più approfonditi come proprietà del dispositivo, influenza cross-device e media mix ottimale anche nella pausa estiva.

Mediaset sceglie il programmatic marketing targato Rocket Fuel per Premium

Mediaset ha scelto di puntare sulla piattaforma di programmatic marketing di Rocket Fuel per la campagna di abbonamenti della pay tv Mediaset Premium.

La sfida che Rocket Fuel ha raccolto è stata quella di aumentare i volumi di vendita nei periodi di picco e sostenerli nella bassa stagione, contrastando la concorrenza degli altri player di mercato. Inoltre, un’altra richiesta era quella di mantenere il costo equivalente di sottoscrizione entro un cost per action (CPA) concordato.

Per ottenere questi risultati, Rocket Fuel ha suggerito, in collaborazione con Seolab, società del Gruppo Alkemy, di attivare una campagna always on per ottimizzare il funzionamento dell’algoritmo di Rocket Fuel e sfruttare in maniera efficace i segnali e i dati raccolti e aumentare le capacità predittive del suo modello di Moment Scoring.

La soluzione implementata ha portato a un aumento di più del doppio anno su anno per quanto riguarda i volumi di sottoscrizioni generati da Rocket Fuel in gennaio, il mese in cui si registra uno dei picchi stagionali dell’anno ed un relativo abbattimento di più del 50% del costo per sottoscrizione nello stesso periodo.

Grazie alla corretta implementazione dei pixel e al supporto strategico da parte dell’agenzia nell’impostare correttamente la campagna sulla piattaforma self-service di Rocket Fuel, è stato possibile far lavorare il full model di prospecting e retargeting di Rocket Fuel nel migliore dei modi.

[Leggi di più su Engage.it]

 

Virgin Active: geolocalizzazione e geotargetizzazione per la campagna Always Discovering

Virgin Active, società del settore fitness e benessere del gruppo Virgin, torna in campagna con Initiative, con una presenza nelle principali città italiane allo scopo di allargare le iscrizioni nei propri Club. A supporto dell’attività di comunicazione, l’agenzia media parte di IPG Mediabrands, guidata in Italia da Vita Piccinini, ha curato la pianificazione di una campagna integrata su diversi mezzi, in particolare con quelli che permettono di lavorare in un’ottica di geo-localizzazione e geo-targettizzazione.

Virgin Active Group ha ideato una adv con messaggio globale “Always Discovering”, che invita tutti a “Scoprire come fare un salto in avanti”, recandosi nei diversi Club Virgin Active in Italia per il ritiro di uno Start Pack e la scoperta degli allenamenti The Grid e Yoga&Pilates da provare a casa. La campagna è stata declinata sul territorio nazionale e, grazie al digital, è stata studiata un’attività geo-profilata che ha interessato le città che ospitano i 29 club della catena, con una pianificazione cross device, sia desktop sia mobile, in grado di utilizzare in maniera sinergica display, dem, social adv. La campagna ha sfruttato anche le potenzialità di Cadreon, trading desk del Gruppo Interpublic, specializzato in servizi di programmatic marketing, con l’obiettivo di potenziare il focus sulle aree geografiche di interesse e sul target di riferimento attraverso una pianificazione in real time bidding e una geo-profilazione mirata.

Inoltre, è stata pianificata anche una campagna affissione.

(Leggi maggiori dettagli su Engage.it)

Le più lette