Main partner:

Jobs

AppNexus lancia Streaming Data, per misurare le campagne in real time

L’era del Programmatic Advertising è lungi dall’essere finita, ma già un nuovo termine si staglia all’orizzonte dei marketer digitali. Quello del “programmable advertising“, dove le tecnologie per la pubblicità automatizzata possono essere usate per realizzare campagne omni-channel, dai canali media tradizionali come outdoor e tv, ai mezzi digitali di nuovissima generazione come le case connesse e gli wereable device. Ambienti molto dinamici, dove dunque diventa ancora più indispensabile raccogliere risposte in tempo reale sulle performance degli annunci, per calibrare le campagne pubblicitarie all’insegna del maggiore ROI.

E c’è un player che intende farsi portavoce di questa nuova modalità di trading pubblicitario: AppNexus. La società ha annunciato oggi la disponibilità (ancora limitata) dello Streaming Data all’interno della sua piattaforma. Una nuova funzione, disponibile sia per gli inserzionisti che per i venditori, che dà la possibilità di accedere ai dati sulle campagne in real time.

«Il processamento di dati di massa era adeguato ai tempi del programmatic internet – spiega Andrew Eifler, VP of Product Management di AppNexus Advertiser Technology Group (ATG) -. Ma non funziona nel programmable internet, che richiede dinamismo e profonda customizzazione. La funzione Streaming Data consente alle aziende di reagire alle performance delle campagne in secondi, invece che in ore».

Se il tradizionale processamento di dati prevede infatti un’attesa di ore perchè aziende ed editori possano vedere i dati sulle performance delle campagne, con la nuova funzionalità di AppNexus – spiega una nota ufficiale – i risultati sul 70% delle impression erogate arrivano in meno di 10 secondi, e quelli del 90% delle impression in circa 30.

Questo vuol dire che, praticamente in real time, gli inserzionisti possono determinare se stanno raggiungendo i siti giusti o stanno targettizzando i giusti segmenti di audience, e in caso contrario possono decidere di spostare i loro annunci su altre piattaforme, device o formati. Ottimizzando i loro investimenti pubblicitari.