Main partner:

Jobs

Addressable Tv, al via cinque campagne multi-schermo su Premium Play

Nel mese di ottobre, riporta la newsletter della concessionaria Digitalia ’08, sono state varate le prime cinque campagne di addressable tv su Premium Play.

Veicolate su televisione, pc, tablet e smartphone, le campagne raggiungono segmenti profilati dei clienti della piattaforma on-demand del Biscione, una base costituita da circa un milione di famiglie e 2,8 milioni di persone.

Gli inserzionisti possono scegliere le aree geografiche verso cui indirizzare la propria pubblicità ed è inoltre possibile selezionare le famiglie con il più elevato indice di consumo di 35 diverse categorie merceologiche di settori disparati, tra cui food&beverage, personal care, automotive, finance, gaming, retail, luxury e telco&tech.

Queste iniziative di addressable tv rappresentano la prima, concreta applicazione delle tecnologie programmatiche alla televisione da parte della società. Nel mese luglio, l’amministratore delegato di Pubblitalia, Stefano Sala, aveva descritto una precisa roadmap che la concessionaria avrebbe seguito per sviluppare e ampliare la sua offerta di pubblicità data-driven sugli schermi televisiv.

Essilor Italia, la campagna di Varilux S sotto le lenti del Programmatic

Al via domenica 16 ottobre la nuova campagna tv per il lancio delle lenti Varilux S di Essilor Italia pianificata dal centro media Maxus.

A supporto della comunicazione televisiva, anche una presenza significativa sulle principali riviste consumer e una campagna web, cui è stato destinato il 25% del budget complessivo, sui maggiori siti di news, attraverso formati video ed erogazione in modalità programmatica, della durata di 12 settimane, con 6 milioni di visualizzazioni previste e l’obiettivo di intercettare il target giovani.

La pianificazione in Programmatic è “presbite-centrica”: lo spot Varilux S occupa gli schermi degli utenti profilati in base ai loro interessi e comportamenti registrati sul web. La campagna video prevede, invece, uno spot non skippabile che garantisce la visibilità sui maggiori siti di news, informazione, tv e YouTube per coinvolgere i presbiti che cercano i loro contenuti di informazione ed intrattenimento online.

Leggi l’articolo completo su Engage.it.

Widespace potenzia il targeting con i dati di Audiens

Widespace, azienda leader in Europa nel mobile advertising, ha annunciato l’accordo per l’Italia con Audiens, il fornitore dati italiano specializzato nella profilazione e nell’analisi di utenti in navigazione da mobile.

Grazie all’ampia quantità e qualità di dati degli operatori di telefonia mobile raccolti e gestiti, Audiens, si legge in una nota, è in grado di offrire ai suoi clienti servizi di mobile data profiling e mobile analytics molto raffinati in grado di tracciare con la massima precisione gli utenti in navigazione su smartphone e tablet e fornirne un profilo socio demo puntuale.

I dati Audiens – che contemplano informazioni come genere, età ma anche il tipo di contratto con l’operatore, la capacità di spesa, il metodo di pagamento – si sincronizzeranno con la DMP di Widespace e insieme lavoreranno per individuare i formati pubblicitari più rilevanti per gli utenti in target permettendo così ai brand di rafforzare la loro relazione con il pubblico di riferimento.

Audiens, con 10 milioni di utenti profilati è uno dei maggiori fornitori di dati di terza parte italiani, grazie alle collaborazioni strette con le principali società italiane di telefonia, consente l’organizzazione di segmenti socio-demo, privacy compliant e la loro distribuzione nelle pianificazioni pubblicitarie su device mobili tramite piattaforme programmatiche.

«Con questa integrazione, Widepsace rafforza ulteriormente la potenza di calcolo e targeting del proprio algoritmo sul territorio italiano. Per un efficace smart profiling è necessario combinare molteplici informazioni di carattere socio-demo ma anche più specifiche come il posizionamento, i formati, le interazioni in funzione del device usato. Grazie all’accordo con Audiens offriamo ai brand una soluzione ancora più completa ed affidabile con ottimi tassi di viewability, una maggiore rilevanza e insight sulla propria audience correlati al reale comportamento dei consumatori» ha commentato Filippo Gramigna, Business Development Director di Widespace.

“Siamo molto soddisfatti di questa partnership con Widespace in Italia perché ci permette di rafforzare la nostra distribuzione. Siamo certi che la qualità e la quantità dei segmenti socio-demo di utenti italiani che la nostra piattaforma profila possano portare un valore tangibile nelle pianificazioni advertising mobile che Widespace cura per il proprio portfolio di inserzionisti”, afferma Marko Maras, partner di Audiens.

Pook, Exponential Interactive: «Ecco AERO, l’algoritmo che migliora le performance delle campagne»

Exponential Interactive, global ad tech company, ospiterà ad Ischia, da domani fino a sabato 24 settembre, l’Exponential Brand Summit EMENA 2016, evento rivolto alle aziende focalizzato sui temi del marketing data-driven.

Interverranno Bryan Melmed, VP of Insights di Exponential, Melissa Biddison, VP, Performance Strategy e Jason Trout, Managing Director per il Regno Unito.

Nel corso della prima giornata, si discuterà dell’importanza del fattore umano nell’analisi e nella comprensione dei dati; successivamente si descriveranno i cambiamenti in atto nel panorama digitale e, a seguire, avrà luogo una conferenza incentrata sulle best practice di performance marketing .

L’agenda della seconda giornata prevede un incontro sulle relazioni che intercorrono tra ansie e paure dei consumatori e i piani di crisi delle aziende, un approfondimento sull’importanza della fiducia nella tecnologia in ambito di pubblicità online e, infine, una tavola rotonda in cui i partecipanti risponderanno a tutti i quesiti e i dubbi attorno al tema della viewabiility.

L’Exponential Brand Summit EMENA 2016 sarà anche l’occasione per presentare AERO (Audience, Efficiency, Real-time, Optimization), un algoritmo elaborato dall’azienda per migliorare le performance delle campagne. Ne abbiamo parlato con Richard Pook, Managing Director EMEA di Exponential Interactive.

Exponential è sempre stata conosciuta nel mercato italiano come un provider di formati interattivi cross device. Da cosa nasce l’esigenza di arricchire la vostra offerta commerciale?

Exponential fornisce esperienze pubblicitarie innovative che trasformano il modo in cui i brand interagiscono con le proprie audience su desktop e mobile. La piattaforma di Exponential unisce i dati proprietari di una delle più grandi aziende digital media a livello internazionale con formati ad user-centric realizzati per aumentare engagement e performance.

La nostra è un’azienda che opera su scala globale, siamo attivi in ventidue differenti mercati e vantiamo ben quindici anni di esperienza nello sviluppo di soluzioni performance e display branding. Le nostre campagne di video engagement hanno riscosso un grande successo durante questi ultimi anni. Da ora la nostra offerta performance connessa alla tecnologia di ottimizzazione AERO permette di avere campagne ancora più impattanti.

Quali sono le caratteristiche che differenziano il vostro prodotto?

La grande mole di dati proprietari di cui Exponential dispone rappresenta la chiave del nostro successo. Possiamo infatti contare su una grande ricchezza di dati, che derivano dall’aggregazione di circa 4 miliardi di eventi che riguardano l’audience proveniente dai nostri oltre 2.000 editori.

Exponential rende unici questi dati attraverso un tool proprietario di contestualizzazione che ci consente di categorizzare gli interessi e gli intenti dei nostri utenti in un topic tree composto da circa 50.000 segmenti di audience. Tutto questo è alla base del funzionamento di AERO, Audience-Efficient Real-time Optimisation, un algoritmo di ottimizzazione che valutando gli utenti individualmente e in real-time è in grado di migliorare i risultati delle campagne online.

Quali sono i punti di forza della vostra nuova tecnologia?

AERO identifica l’audience di riferimento di un advertiser, profila gli utenti assegnando ad ognuno di questi un valore che determinerà la loro propensione a diventare possibili converter. Questo ci consente di identificare accuratamente l’audience più in target a cui servire i nostri ads evitando così qualsiasi tipo di spreco per gli advertiser. La combinazione di questi elementi ci permette di ottimizzare il ROI delle nostre campagne a performance riducendo l’eCPA finale del 23% rispetto alla media.

Come ha risposto il mercato italiano alla vostra nuova linea di business?

Siamo molto soddisfatti dei risultati che stiamo ottenendo nel mercato italiano, i test svolti dimostrano che AERO è in grado di migliorare i risultati di una campagna in maniera significativa rispondendo pienamente alle esigenze e agli obiettivi dei nostri clienti.

Le ottime performance raggiunte nei settori Automotive, Telco, Finance e Travel ci rendono molto orgogliosi della nostra nuova tecnologia e rappresentano un inizio positivo per quello che sarà certamente un prodotto di grande successo.

Audiens raggiunge 10 milioni di utenti italiani profilati

Audiens, il data provider specializzato nella profilazione e nell’analisi di utenti in navigazione da mobile, ha raggiunto 10 milioni di utenti italiani profilati, diventando uno dei maggiori fornitori italiani di dati di terze parti.

Nato a fine 2014, Audiens ha consolidato la sua presenza sul mercato italiano grazie a singoli accordi firmati con le Telco italiane e finalizzati all’organizzazione di segmenti socio-demo conformi alla privacy e alla loro distribuzione nelle pianificazioni pubblicitarie su device mobili tramite piattaforme programmatiche. Attivo sul mercato in forte crescita dei Big Data, Audiens si rivolge a centri media, trading desk ed editori ai quali rende disponibili i dati certificati delle Telco per una loro valorizzazione a fini pubblicitari.

«Siamo molto soddisfatti di aver raggiunto questo obiettivo. È importante sottolineare non solo la grande quantità di dati che siamo in grado di offrire ai centri media ma anche la qualità ed accuratezza dei nostri segmenti», afferma Marko Maras, partner di Audiens, «L’utilizzo di dati di terze parti in campagne programmatiche non è ancora una pratica molto diffusa nel nostro paese proprio per la mancanza di soluzioni in grado di fornire dati socio-demo affidabili di utenti italiani. Siamo certi che la nostra offerta verrà sempre più apprezzata dagli inserzionisti e stiamo già iniziando a vedere segnali positivi dal mercato», conclude Maras.

Ad oggi Audiens ha al suo attivo collaborazioni con i principali operatori telefonici italiani, si è integrata con le più grandi piattaforme di distribuzione pubblicitaria a livello mondiale (Adform, DoubleClick e AppNexus) e vanta un ricco portafogli clienti, costituito da grandi centri media (quali GroupM e Zenith) a cui offre il servizio di mobile profiling e dai principali editori a cui offre il servizio di mobile analytics.

Le più lette